Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

BS BLOG
Lunedì, 09 Agosto 2010 19:02

relazione fine progetto Principi Evolutivi

B.1. Cosa avete realizzato con il vostro progetto?

Raccontate cosa avete realizzato con il vostro progetto, e come, attraverso una descrizione per fasi.

N.B. Se avete già presentato la relazione finale di progetto, ricopiate in questo spazio, la parte in cui avete descritto quanto realizzato.

 

 

 

1. fase di creazione della struttura

 

  • costituzione del gruppo formale
  • organizzazione logistica degli spazi e del reperimento della strumentazione necessaria all’attività

 

In tale fase, il gruppo formale, dopo la sua costituzione, si è impegnato nella ricerca di una struttura adeguata alle esigenze del nostro target di utenza, prendendo in dovuta considerazione anche l’eventuale presenza di soggetti portatori di handicap fisici per i quali si rendono necessari spazi privi di barriere architettoniche. Sono state eseguite ricerche per il reperimento di software didattici riabiliativi, test psicometrici di valutazione, nonché per il reperimento di beni durevoli a basso costo.

 

2. fase di sensibilizzazione:

 

  • Redazione di un piano di Marketing e Comunicazione;
  • Realizzazione del sito Web e attività di Web Marketing;
  • Campagna pubblicitaria dell’associazione (manifesti, pieghevoli, news letter, mailing, e-mailing ecc.);
  • Organizzazione di seminari nelle scuole;
  • Organizzazione di incontri informativi con associazioni, enti e famiglie;
  • Organizzazione di forum interattivi con professionisti.

 

Sono stati selezionati un esperto in marketing ed uno in comunicazione che si sono occupati di redarre un piano marketing competitivo, nonché dell’organizzazione di un’appropriata campagna pubblicitaria, con lo scopo di promuovere l’associazione e le sue attività. È stato realizzato parecchio materiale pubblicitario, come manifesti, pieghevoli, bigliettini da visita ecc.

Sono stati instaurati dei rapporti informali con  alcuni dirigenti medici della Asl del servizio di Riabilitazione Territoriale del Comune di Monopoli, che sin da subito si sono mostrati entusiasti di tale iniziativa e disponibili alla collaborazione.

Si è deciso di mantenere con queste figure di riferimento un rapporto di collaborazione informale, almeno per quest’anno, in quanto la prassi per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa si è mostrata burocraticamente complessa.

Solida è stata la presenza delle Scuole nel progetto, con le quali è stato possibile formalizzare i rapporti di collaborazione mediante opportuni protocolli. Grazie agli Istituti scolastici ed ad alcune associazioni presenti nel territorio, con le quali è stata costitutita una vera e propria rete, è stato possibile far conoscere Principi Evolutivi alla comunità.

La campagna promozionale è stata efficiente ed efficace:infatti non solo tra i vari seminari organizzati vi è stata una massiccia partecipazione da parte di insegnanti, educatori, ma vi sono state in seguito anche molte richieste per visitare la struttura,  nonché per avere ulteriori informazioni in merito al ruolo svolto dall’associazione.

Si sono svolte all’interno della associazione degli incontri informativi su richiesta  dei genitori interessati e  dei docenti, che seguono casi con problematiche di apprendimento. L’obiettivo è di diventare un punto di riferimento per famiglie e istituzioni pubbliche e private nel territorio del sud/est barese;

 

 

 

 

3. fase di start up:

 

  • Individuazione dei consulenti, neuropsichiatra e logopedista, con cui sottoscrivere protocolli scientifici e di collaborazione;
  • Colloqui con i dirigenti delle istituzioni scolastiche per individuare casi su cui  svolgere un intervento tipo: individuazione di un caso problematico, la diagnosi con il bambino, somministrazione dei test di valutazione, progettazione dell’intervento psicoeducativo, preparazione dell’ambiente dove svolgere l’intervento, realizzazione dell’intervento educativo, se necessario coinvolgimento dei consulenti con cui sono state stipulate convenzioni, verifiche in itinere e post dell’intervento ed eventuali consulenze con i docenti curriculari e /o di sostegno per la generalizzazione degli apprendimenti;
  • Primi interventi di Consulenza:attività di valutazione ed intervento sulle specifiche patologie;
  • Avvio dell’attività di Consulenza.
  • Rendicontazione del progetto

 

Se pensate di proseguire il progetto, come?

Descrivete brevemente se intendete proseguire il progetto, in che forma, e quali le principali cose che state facendo e le attività che intende fare

Si è ritenuto opportuno sottoscrivere un contratto di collaborazione professionale con un’esperto in Disturbi dell’Apprendimento, chiedendone l’intervento soprattutto all’interno dei seminari formativi. Il motivo di tale scelta è stato dettato dalla necessità di dare un’impronta  tecnico-pratica, ai seminari, ovvero secondo l’ottica del saper- fare e non semplicemente del sapere.

Vi è stato un rapporto di aperta collaborazione con Centro riabilitativo territoriale, il quale ha provveduto all’invio di alcuni casi.

Tramite i colloqui con i Dirigenti scolastici, avvenuti dopo la campagna di sensibilizzazione, sono stati individuati i casi problematici e avviate quindi le attività di consulenza.

 

 

 

Stiamo tentando di mantenere in vita l’organizzazione, cercano di dare continuità alle attività già intraprese, cercando di mantenere i contatti con la rete attivata, nonché cercando di ampliare il nostro raggio di azione coinvolgendo altre Istituzioni, come il Comune di Monopoli e le scuole primarie che quest’anno non sono state inserite nel progetto e quindi il II ed il III Circolo didattico.

Si sta provvedendo per estendere le nostre attività al di fuori del territorio Monopolitano, cercando di coinvolgere le Istituzioni scolastiche e non dei paesi limitrofi.

Si intende continuare con le attività riabilitative e psicoeducative, già intraprese durante questo progetto, attività di formazione, interventi di consulenza psicologica ed educativa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Lunedì, 14 Giugno 2010 18:45

2050 volte Principi Attivi

desk di consegna

Alla fine di una bella mattinata, di grande impegno ma anche di festa, non abbiamo resistito alla tentazione di contare tutti i progetti pervenuti. Ed ecco il numero che in molti ci hanno chiesto: duemilacinquanta. Tante sono le candidature pervenute in questi 4 mesi di vigenza del bando Principi Attivi 2010, dal 14 febbraio alle ore 13 di oggi, 14 giugno 2010.

Si tratta di una cifra molto approssimativa che potrà subire qualche variazione non appena procederemo ad una prima registrazione dei plichi nel sistema informativo di Principi Attivi. Ad ogni plico sarà associato un ID (numero identificativo) che accompagnerà il progetto in tutto il processo di selezione e, per i vincitori, per la durata delle attività finanziate.

Pubblicato in NEWS SU PRINCIPI ATTIVI
Lunedì, 14 Giugno 2010 10:11

oltre Principi Attivi

Il problema del divario digitale offre sicuramente tanti spunti di lavoro e tante chiavi di lettura. Ecco perché stiamo studiando come raggiungere settori economici e sociali ancora lontani da un processo di informatizzazione. Allo stesso tempo, la voglia di entrare nel mondo digitale, dimostratoci dagli over 60 ( e anche under!!!), ci spinge a trovare fonti di finanziamento per allestire una piccola sala informatica dove poter continuare il percorso intrapreso. Anche la sicurezza in rete è un settore che intendiamo perseguire, vista la presenza del programma europeo SAFER INTERNET PLUS che prevede piccole azioni informative, simili a quelle da noi già messe in campo.

Pubblicato in BLOG BOLLENTI SPIRITI

Quanti saranno i candidati a Principi Attivi 2010?  Per adesso è difficile dirlo. I plichi già consegnati sono circa 300 ma la maggior parte sono arrivati nelle ultime ore: sia per posta, che per corriere che consegnati a mano. Come accadde due anni fa, quando quasi 1000 progetti arrivarono la mattina del 31 luglio, ci aspettiamo una grande quantità di candidature in arrivo l’ultimo giorno.

Gli spazi nel nostro ufficio sono decisamente stretti. Per questo abbiamo pensato di allestire per lunedì 14 giugno, a partire dalle 9.30 e fino all’ora di scadenza del bando (ore 13.00!), nel cortile della sede di Via Celso Ulpiani 10, un grande desk per la ricezione dei progetti che ci consentirà di svolgere tutte le procedure con grande rapidità.

Avendo dello spazio a disposizione, abbiamo immaginato anche un simbolico “passaggio di testimone” tra i nuovi candidati e i vincitori della passata edizione. Per questo abbiamo chiesto ad alcuni progetti Principi Attivi di partecipare presentando le loro attività.

Pubblicato in NEWS SU PRINCIPI ATTIVI

In vista della imminente scadenza per la presentazione delle candidature al nuovo bando Principi Attivi, ricapitoliamo orari e le modalità di consegna e approfittiamo per fare qualche raccomandazione di rito.
La scadenza per la consegna dei progetti, lo ricordiamo, è fissata per lunedì 14 giugno 2010, alle ore 13.00.
Come da bando (art. 7), i plichi contenenti il formulario e tutta la documentazione necessaria dovranno pervenire a: Regione Puglia - Area Organizzazione e Riforma dell’amministrazione - Struttura di progetto
Politiche Giovanili - Via Celso Ulpiani, 10 70124 BARI.
Le candidature dovranno pervenire a mezzo lettera raccomandata A/R o a mezzo di posta celere con avviso di ricevimento, o essere consegnate a mano (art. 7). È possibile utilizzare corrieri e servizi di recapito.

Pubblicato in NEWS SU PRINCIPI ATTIVI
Martedì, 01 Giugno 2010 19:33

Articolo su I Principi Attivi di Capitanata

Articolo apparso su "L'attacco" del 14 gennaio 2009

Pubblicato in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Domenica, 30 Maggio 2010 12:04

Relazione finale Principi attivi

Progetto n. 170: “Framework gestione conoscenza”

L'idea alla base del progetto realizzato, nell’ambito del progetto “Principi Attivi – Giovani Idee per una Puglia Migliore” è consistita  nella realizzazione di un framework software basato su tecniche e strumenti avanzati di gestione della conoscenza a supporto dei processi decisionali dell’ impresa moderna. Essendo quest’ultima caratterizzata da una forte componente del capitale intellettuale e del know-how come risorsa strategica su cui fondare un vantaggio competitivo rispetto alle imprese concorrenti, è indispensabile pensare ad un sistema software che supporti l’impresa in quel processo di organizzazione e razionalizzazione della conoscenza di cui essa dispone.

L’Associazione tra professionisti “OTKBSs (On-To-Knowledge Business Strategies)” si è adoperata durante tutto l’arco di tempo del progetto ad affrontare molteplici step che hanno portatato al conseguimento degli obiettivi previsti.

 

Realizzazione e pubblicazione del sito web dell'associazione

È stato realizzato un portale comprendente una Home page riguardante le notizie generali sull'associazione e delle pagine descrittive delle unità di business dell'associazione:

1.            Sviluppo software (applicazione e web);

2.            Grafica computerizzata;

3.            Sviluppo applicazioni su cellulari;

4.            Consulenza su tecniche di knowledge management.

Sono state previste inoltre una pagina contatti e un’ area riservata.

Preparazione materiale pubblicitario.

Sono stati realizzate brochure di 4 tipi (e colori) diversi a seconda delle aree di interesse:

1.            Software development;

2.            Mobile Applications;

3.            Computer graphics;

4.            Knowledge Management.

Sono stati realizzate inoltre la Locandina su framework KM oggetto del concorso “Principi Attivi” e dei bigliettini da visita.

Partecipazione a “Principi Attivi Camp” maggio 2009

Ricerca e messa in attività di una sede operativa da adibire a luogo di esecuzione del progetto.

La sede operativa dove espletare le attività progettuali è stata fissata a Ruvo di Puglia; abbiamo provveduto all’adeguamento della struttura e sistemazione del materiale d’arredo e della strumentazione

Analisi del mercato

L’analisi di ercato ha previsto la ricerca di soluzioni e sperimentazioni legate alla gestione della conoscenza in ambito business e presso enti di ricerca come università ed altro e Installazione di software di altre aziende a fini di studio simili a quello in corso di realizzazione nell'ambito del progetto.

Promozione

La promozione delle attività di ricerca sul knowledge management si è rivolta prevalentemente presso università e aziende, oltre che alla promozione di attività di consulenza ICT presso enti privati.

Progettazione del framework

Il “core” del progetto ha previsto i seguenti passi operativi:

1.            Studio dell'architettura del framework;

2.            Progetto dell'interfaccia web e delle funzioni da esporre agli utenti;

3.            Definizione delle seguenti funzioni:

1.            Autenticazione e registrazione utenti;

2.            Creazione base di conoscenza;

3.            Creazione ontologia;

4.            Accesso e navigazione della base di conoscenza.

Partecipazione a “Principi Attivi Camp” 2010 con relativa presentazione nei camp tematici.

Realizzazione e pubblicazione

La realizzazione e la pubblicazione del progetto si sono articolate nei seguenti passi:

1.            Realizzazione Beck-end con accesso a DB su PostgresQL con tecnologia java-servlet;

2.            Realizazione front-end con tecnologia jsp;

3.            Realizzazione login/registrazione utenti;

4.            Realizzazione funzionalità di creazione/accesso alla knowledge base;

5.            Funzionalità supporto multiontologico.

Pubblicazione

1.            Componente gestione utenti pubblicata su siti di condivisione progetti open-source;

2.            Scrittura relativa documentazione su tale componente;

3.            Deployment dell'applicazione sul server web dell'associazione.

Scrittura documentazione framework

1.            Scrittura documenti di presentazione e progettazione del framework realizzato.

Attività di consulenza

L’attività di consulenza è stata prevalentemente di carattere informatico e gestionale per i clienti dell'associazione.

Prosecuzione del progetto

Per quanto riguarda il futuro del progetto si rafforzerà l’aspetto commerciale alla ricerca clienti e allo stesso tempo promuovere maggiormente il nostro progetto.

Pubblicato in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Venerdì, 28 Maggio 2010 10:27

per i PRINCIPI ATTIVI 2008

Il gruppo informale ARNISES nell'ambito di un progetto di gestione del Palazzo Marchesale di Arnesano (Le) chiama a roccolta i Principi Attivi 2008 che si occupano di attività creative, artistiche, ludiche e culturali.

 Il gruppo, infatti,prevede la possibilità di concedere temporaneamente e GRATUITAMENTE alcuni spazi del palazzo per la realizzazione di laboratori, spettacoli, attività, ecc. previste dai loro progetti. Sarà stilato, di concerto, un calendario delle attivit.

Per chi fosse anche interessato anche a trasferire attività e progetti dalle altre provincie pugliesi, contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Pagina 1 di 10

Progetto collegato

tutte le news