Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

MYolica presenta "Le Laertine"

17 Nov
Vota questo articolo
(1 Vota)

Scoprile su: http://www.myolica.it/services/le-laertine/

Le Laertine nascono dal desiderio di creare un mazzo di carte da gioco legato al territorio di Laterza e alla sua storia.
Essenziali, sobrie e innovative, si caratterizzano per un forte senso di unità visiva con le carte regionali napoletane, dalle quali prendono spunto. Sono certamente uno strumento di gioco ma anche un ricordo di viaggio per i turisti, un oggetto da collezione per gli appassionati d’arte ceramica, un veicolo conoscitivo per quanti avranno la curiosità di volersi avvicinare a questa importante tradizione artistica che ha reso celebre Laterza in tutto il mondo. Le Laertine sono state dipinte a mano, digitalizzate e prodotte da MYolica, brand nato dalla societàChiave di Volta, vincitrice del bando Regionale ‘Principi Attivi: giovani idee per una Puglia migliore’. Il mazzo è composto da quattro semi che traggono ispirazione dall’antica arte maiolicara locale e dal suo vasto repertorio decorativo, divenendone sintesi simbolica e identitaria. Il design del recto di ogni carta si richiama, ad esempio, al decoro presente sulla tesa di un piatto della Collezione Tondolo, databile al XVIII secolo.

Le figure dei re, delle donne e dei cavalieri traggono ispirazione dal vasto repertorio figurativo della Maiolica di Laterza. In particolare, i cavalieri si rifanno alle decorazioni del cosiddetto “istoriato laertino” sviluppatosi a Laterza tra il 1650 e il 1720 con rappresentazioni di scene mitologiche, di episodi storici, di battaglie e di scene di caccia, tratte da incisioni di noti maestri del ‘500 e del ‘600. Per i re e le donne si è invece attinto al vasto repertorio di “Belle” e ‘Gentiluomini’ ampiamente impiegati come decorazioni di piatti da parata, coppe, albarelli e altri oggetti. Queste figure vengono sempre rappresentate in primo piano, col busto di tre quarti o di profilo. Spesso sono ritratte nell’atto di compiere un gesto e sono abbigliate con vesti sontuose. Non raffiguravano necessariamente una divinità e non erano dei ritratti, ma piuttosto un ideale tipo umano, che poteva essere quello della dama, del musico, del condottiero, del gentiluomo.

ll seme di bastoni è ispirato ai petali della margherita, uno degli elementi più utilizzati per la decorazione di crespine, di piatti da parata, di albarelli e di mattonelle. Numerose sono le declinazioni cromatiche di questo motivo decorativo. Nel caso specifico è stata scelta la combinazione cromatica del bianco con inserti in blu turchino e giallo arancio, così come la ritroviamo su alcune mattonelle del lavabo Settecentesco custodito nella sacrestia del Santuario Mater Domini di Laterza.

ll seme di coppe è ispirato all’anfora, motivo decorativo sovente presente all’interno di piatti, lavabi e bacili da barbiere. Nello specifico il modello per questo seme è l’anfora che decora il bacile da barbiere della Collezione Tondolo, databile alla metà del XVIII secolo. Il bacile ha un’elegante forma a conchiglia con all’interno due simmetriche e frondose piante di vite a tronchi intrecciati e una grande anfora ornamentale centrale, impreziosita da un bouquet di tralci floreali. La base del vaso è ornata da un volto. Nei secoli passati questi soggetti antropomorfi o fitomorfi avevano il compito di allontanare o annullare gli influssi maligni assolvendo, quindi, a una funzione apotropaica.

ll seme di denari è stato ricavato da un particolare soggetto decorativo presente su una mattonella che compone la pavimentazione della cripta di Sant’Oronzo a Turi. Il pregevole pavimento risale all’inizio del XVIII secolo ed è composto da 238 mattonelle in maioliche di fabbrica laertina, splendida testimonianza del variegato repertorio decorativo utilizzato dai maestri ceramisti del passato. La particolarità del soggetto che ha ispirato il seme di denari è data dalla rappresentazione di un volto all’interno di un disco di colore giallo arancio, verosimilmente un sole apotropaico.

Il seme di spade è ispirato a un dettaglio che compone la stella a più punte, sovente presente su mattonelle come quelle che compongono l’antico lavabo nella sacrestia del Santuario Mater Domini di Laterza, o sul verso di alcuni piatti da parata (es. Collezione Tondolo). I colori predominanti per questo tipo di motivo sono il bianco e il blu turchino, ma si conoscono anche esempi in cui è presente il giallo arancio con inserti in verde ramina.


 

Letto 1843 volte Ultima modifica il Mercoledì, 19 Novembre 2014 21:26