Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Manuela Maria Flavio Patrizia e Mariagrazia dalle montagne di Zlatibor, Serbia!

02 Set
Vota questo articolo
(1 Vota)

Dal 18 al 26 maggio 2014 un gruppo di 5 pugliesi provenienti da Fasano (BR) e Monopoli (BA) ha rappresentato l’Italia durante il corso di formazione “Perceptions of Europe”, curato dall’associazione CivilNet e tenutosi sulle montagne di Zlatibor, in Serbia.. Il lavoro è stato costante, dinamico e denso di attività orientate all'interazione culturale e al confronto su differenti tematiche come la situazione economica, il problema del lavoro, l'integrazione etnica, la condizione delle donne nei vari Paesi, il volontariato sociale, la solidarietà fra i popoli, l'aiuto per i soggetti in condizioni svantaggiate. A questo progetto hanno preso parte giovani provenienti da Serbia, Italia, Croazia, Albania, Kosovo e Turchia.

 

La “percezione” del training è stata diversa per ognuno di noi.

 

Manuela Della Campa era entusiasta e particolarmente interessata al tema in quanto futura mediatrice culturale, ha seguito le attività con gli occhi del professionista che si pone metaforicamente come un ponte tra lo straniero che ha deciso di insediarsi, per motivi di diversa natura, in un paese diverso da quello di nascita, e il popolo ospitante, cercando di creare le dinamiche giuste per far sì che la convivenza produca prevalentemente effetti positivi.

 

Per Maria Biasi questo training ha costituito una novità assoluta in fatto di esperienza a livello europeo sia in termini di svolgimento del corso sia per i paesi che vi hanno preso parte. Lo svolgimento delle lezioni era molto interessante ma difficoltoso per chi non ha una buona dimestichezza con la lingua inglese, ma capacità di alcuni partecipanti di essere molto attivi e protagonisti ha permesso che il corso raggiungesse comunque un livello molto alto. Ciò che secondo Maria ha reso la sua partecipazione al corso un'esperienza unica è stata la conoscenza di giovani provenienti da paesi come Kosovo, Lettonia, Albania, Turchia, Croazia: alcuni di loro erano ragazzi davvero molto giovani, con una preparazione sorprendente, con una discreta conoscenza di diverse lingue straniere e che  svolgono nei loro paesi lavori di prestigio.

 

Flavio Cantanna e Patrizia Fanizza hanno apprezzato particolarmente le tecniche non formali utilizzate durante il training che hanno contribuito a creare nei partecipanti una sensibilità nei confronti di più svariate condizioni sociali, alimentando una maggiore sinergia fra i ragazzi e un distacco dalle proprie condizioni individuali, puntando verso una visione più ampia del "soggetto all'interno di una comunità".

 

Per me, che avevo già partecipato ad altre esperienze simili, è stata un’ulteriore interessante occasione per migliorare il mio inglese, per conoscere ragazzi provenienti da altre nazioni e ricevere nuovi spunti di riflessione sulle questioni europee generali (il processo di integrazione dei paesi dei Balcani, l'inclusione dei giovani esclusi provenienti da differenti background culturali, le questioni etnica e religiosa). Abbiamo potuto apprendere tanto in merito a questi temi, non solo attraverso i metodi non formali, ma anche attraverso momenti di vita quotidiana a contatto con la popolazione locale, momenti che ci hanno permesso di cogliere, per esempio, l’esistenza di una difficile integrazione ancora esistente tra alcuni Paesi come Serbia, Kosovo e Turchia.

 

I componenti dell’associazione ospitante si sono mostrati sin da subito molto cortesi e disponibili, ma hanno partecipato poco alle attività giornaliere. Questo in parte è stato dovuto anche alla particolare situazione che in quei giorni una vasta popolazione della Serbia stava vivendo, ovvero una violenta alluvione che aveva portato il governo a dichiarare il lutto nazionale. Abbiamo pertanto trascorso la maggior parte delle serate in albergo dato che era vietato ai gestori dei locali rimanere aperti dopo una certa ora e ascoltare musica ad alto volume.

 

Attraverso dibattiti, confronti, giochi di ruolo, presentazione dei propri paesi di provenienza con degustazione di cibo e bibite tradizionali e la rappresentazione di momenti tipici di ogni cultura, quali sono matrimoni e funerali, abbiamo non solo trovato somiglianze e differenze tra i diversi paesi, ma soprattutto condiviso momenti che si riproporranno nella nostra memoria in situazioni future e che ora guarderemo con occhi diversi.

 

Complessivamente tutti noi abbiamo trascorso una settimana molto piacevole e interessante e consigliamo a tutti di provare un'esperienza di questo tipo. L'importante è partire con lo spirito giusto e la consapevolezza che non si tratta di una vacanza!

 

 

Letto 3731 volte Ultima modifica il Martedì, 02 Settembre 2014 11:39