Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

E’ NATO IN PUGLIA IL PRIMO ALLEVAMENTO DI SPIRULINA

13 Giu
Vota questo articolo
(2 Voti)
Ecco il cibo del futuro made in Puglia
Ecco il cibo del futuro made in Puglia

La seconda fase del progetto “SPIRULINA – Cibo degli dei” è stata dedicata in particolare all’avvio del primo allevamento in Puglia della microalga spirulina.

A seguito della formalizzazione della partnership scientifica tra i partner di progetto è stato proseguito il confronto e il lavoro congiunto con l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, in particolare: con il DISAAT – Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali per l’adattamento della serra messa a disposizione e con il Dipartimento di Farmacia per l’analisi della spirulina presente in commercio.

Successivamente alla progettazione dell’impianto e alla realizzazione della vasca di tipo race way da 2.500 lt., già realizzata durante il primo quadrimestre del progetto, sono state realizzate altre due vasche da 300 lt. e un fotobioreattore da 60 lt.: un sistema chiuso per l’allevamento della microalga spirulina. Lo scopo è stato quello di realizzare un sistema aperto e uno chiuso al fine di poter confrontare costantemente due impianti di allevamento di tipo diverso, incrociare i dati e i parametri di crescita della microalga. Contemporaneamente è stata realizzata la fornitura di attrezzature per l’allevamento e la creazione di un laboratorio in serra per l’analisi della spirulina.

L’allevamento è stato avviato attraverso la coltivazione in vitro con provette a volume crescente nel primo periodo di crescita; successivamente è stato preparato l’inoculo in terreno di coltura a partire da campioni di volumi ridotti della microalga per il riempimento delle vasche e del fotobioreattore; viene costantemente effettuato il mantenimento del ceppo algale.

Al momento sono state inoculate tutte le vasche e il fotobioreattore secondo il ciclo di crescita della spirulina; in questa fase viene assicurato il mantenimento della concentrazione ottimale (fase esponenziale durante la quale si registra la concentrazione massima dell’alga).

Sono state già realizzate le prime raccolte della biomassa per filtrazione e successivo lavaggio in acqua pura; si è proceduto anche alla riduzione dell’umidità attraverso la tecnica dell’essiccamento a temperatura ambiente. Successivamente verranno realizzate altre tecniche come quella della liofilizzazione nel laboratorio messo a disposizione dal Dipartimento di Farmacia.

Successivamente a tale fase partirà quella dedicata alle analisi chimico-biologiche della biomassa ottenuta e quindi della caratterizzazione della qualità nutraceutica della spirulina made in Puglia. Tale fase sarà propedeutica a promuovere il processo di follow up del progetto.

Parallelamente alla fase tecnica è stata implementata la fase di comunicazione, attraverso la preparazione del materiale informativo e comunicativo, nonché la promozione di diversi incontri con realtà potenzialmente interessate al nostro prodotto, con cui avviare in questo momento collaborazioni scientifiche e successivamente anche commerciali.

Il progetto prevede attività di informazione e sensibilizzazione per un’alimentazione più sostenibile ed in equilibrio con l’ambiente circostante, finalizzate a suscitare negli altri, soprattutto nei più giovani, una maggiore sensibilità per le problematiche ecologiche, ad acquisire comportamenti responsabili, un maggiore senso critico ed una più grande coscienza nella scelta dei prodotti alimentari. Apulia Kundi ha chiuso questo quadrimestre di attività realizzando il 1° workshop di Apulia Kundi sul tema “Le microalghe per uno sviluppo sostenibile” – Alimentazione, Innovazione, Cooperazione mercoledì 11 Giugno è previsto c/o Villa La Rocca, 27 Bari. Il gruppo Apulia Kundi ha presentato la mission del progetto nonché tutte le fasi e le attività realizzate per la nascita del primo allevamento in Puglia di spirulina. Hanno preso parte al seminario oltre ai partner progettuali anche l'Assessore Minervini e il Dirigente D'Elia. Sono stati affrontati i temi dell’Alimentazione, Innovazione e Cooperazione attraverso l’intervento di esponenti scientifici dell’Università di Bari, Foggia e Napoli. L'evento ha riscosso un particolare successo sia nella partecipazione, oltre 100 presenze, che dal punto di vista mediatico.

Continua l’attività di creazione e rafforzamento del partenariato sia su scala locale che nazionale ed internazionale; l’interesse che riscontriamo costantemente e l’entusiasmo che trasmettiamo ci continuano a dare energia per coltivare il nostro sogno e la spirulina.

Ecco il cibo del futuro made in Puglia!

Letto 3758 volte Ultima modifica il Sabato, 14 Giugno 2014 11:02