Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

ÜSÜ #quinto/ottavomese

23 Mag
Vota questo articolo
(3 Voti)

#primiquattromesi/sintesi

I primi quattro mesi sono serviti per adempiere alle formalità amministrative richieste dal bando Principi Attivi 2012 e ad affrontare nel dettaglio tutti i gap produttivi del nostro progetto d’impresa, e ciò anche grazie alla stretta collaborazione di artigiani ed imprese del territorio. Questo primo periodo di studio strategico e progettuale ci ha permesso di individuare le tecnologie disponibili sul mercato, più attinenti e vicine alle nostre esigenze produttive. Questa analisi indispensabile ci ha permesso di definire, nei mesi successivi, il dettaglio dei progetti esecutivi e la realizzazione dei modelli prototipali dei primi tre prodotti di casa ÜSÜ: la bottiglia Coulisse, la famiglia di utensili da cucina Majorette e lo slot per aperitivi e finger foods Fioretto.

#quinto/ottavomese
Sono state selezionate nuove tecnologie di produzione e sperimentate nuove collaborazioni, con l’obiettivo di:
- ampliare il network di produttori per consolidare la capacità produttiva del brand;
- acquisire la necessaria “prontezza di risposta” nei confronti delle nuove e potenziali commesse lavorative;
- ridurre i costi di produzione e conseguentemente il costo di vendita al pubblico degli oggetti;
- standardizzare le dimensioni dei manufatti per consentire la progettazione di un confezionamento ad hoc (packaging).


#planning

Individuate le tecnologie di produzione più idonee è stato migliorato il design dei prodotti ed elaborato il progetto esecutivo, dunque gli elaborati tecnici bidimensionali (piante, prospetti, sezioni e dettagli) e le immagini foto-realistiche tridimensionali degli oggetti (modelli 3d e rendering).  

Majorette Fioretto



#quotazioni economiche

La selezione delle imprese con cui avviare una collaborazione e lo studio di nuove tecnologie produttive, ci ha permesso di delineare un quadro molto dettagliato dei costi di prototipazione e produzione. La quotazione economica delle lavorazioni è stata uno strumento indispensabile per definire un prezzo di vendita al pubblico degli oggetti.


 


 

#network produttori

I laboratori e le imprese partner sono state selezionate in funzione della loro idoneità e conformità alle normative vigenti per la produzione di manufatti destinati all’'utilizzo in ambito alimentare. Con l’aiuto di un consulente legale è stato redatto il Contratto di Fornitura e l’Accordo di Riservatezza. Entrambi i documenti dovranno essere necessariamente sottoscritti dai fornitori incaricati di produrre oggetti per conto di ÜSÜ (spazioAM sas). Su indicazione del nostro consulente marketing, si è ritenuto di dover abbandonare la strada dell’analisi di mercato, ancora troppo prematura per un giovane brand come il nostro, a favore di una ricerca strategica tesa ad ampliare il network di produttori e a consolidare la capacità produttiva del brand.

 


#prototipazione #ilprogettodiventarealtà

#COULISSE

LA CERAMICA, CARATTERISTICHE GENERALI. La ceramica è un materiale composto inorganico, duttile allo stato naturale ma rigido dopo la fase di cottura; definita la forma e realizzato l’oggetto, usando differenti tecniche di lavorazione, lo si ripone ad essiccare. In questa fase, l’acqua presente nell’impasto argilloso evapora gradualmente comportando una generale riduzione del volume dell’oggetto, e di conseguenza – nel caso specifico della bottiglia - una generale diminuzione della capacità (cl). Evaporata l’acqua in modo del tutto naturale si procede alla prima cottura in forno alla temperatura di circa 1000 ° C. In questo passaggio si “fissa” definitivamente la forma dell’oggetto. Il manufatto cotto prende il nome di “biscotto” e presenta una colorazione variabile dal rosso al grigio al bianco a seconda del tipo di argilla utilizzata (argilla primaria = prodotta in laboratorio, argilla secondaria = di tipo naturale). Si procede di seguito alla smaltatura (rivestimento impermeabilizzante coprente a base vetrosa), all’applicazione della decalcomania ceramica (grafica, marchio o logo) e alla seconda cottura in forno con temperature variabili in funzione delle tinte selezionate (da 920 a 960° C).  In rari casi, quando cioè sono previste decalcomanie di grandi dimensioni (che presuppongono un maggior coefficiente di difficoltà in fase di applicazione sul manufatto) o colorazioni particolari come l’oro o i colori iridescenti a più strati, è richiesta una “terza cottura”, che solitamente viene eseguita a temperature più basse della precedente. Ognuna delle lavorazioni elencate incide in modo sostanziale sul costo finale del prodotto e per questa ragione è fondamentale pianificare con meticolosità tutte le fasi della produzione, trovando un giusto compromesso tra i costi e la riuscita qualitativa finale degli oggetti.

 


IL CONCEPT. Coulisse è un oggetto platonico, dalla forma pura, in cui il dettaglio ha una doppia valenza estetico-funzionale. Dall’attento studio delle tecniche di lavorazione artigianali della tradizione ceramista pugliese e dalla ricerca progettuale di una forma essenziale nasce la bottiglia Coulisse, un oggetto realizzato con un materiale tradizionale e naturale, la ceramica, ora rivisitato in chiave contemporanea. La sagoma dell’oggetto è caratterizzata da una scanalatura incava sul corpo della bottiglia - che migliora l’ergonomia dell’impugnatura e da cui deriva lo stesso nome - e da un piccolo anello posizionato sulla sommità del collo con funzione di “rompi-goccia”.
Coulisse, solo l’essenziale.
COULISSE VERSIONE1.0 #PRE-PRINCIPIATTIVI
La versione 1.0 della bottiglia Coulisse è stata prodotta in via sperimentale e fuori dal contesto Principi Attivi 2012 mediante lavorazione artigianale al tornio presso “Bottega del Monaco” a Grottaglie, in provincia di Taranto. Il packaging era composto da scatola in legno naturale o mordenzato con apertura “a baionetta” e scatola in cartone Kraft micro-onda.
Seppur affascinante, questa tecnica di lavorazione ha rivelato i suoi limiti, su tutti la riduzione “incontrollata” del volume dell’oggetto in fase di essiccatura. Nella nostra esperienza, questa “deformazione” tridimensionale dell’oggetto, è stata causata principalmente dalla disomogeneità dello spessore del materiale che ha comportato di conseguenza una riduzione non omogenea del volume. Inoltre, i manufatti ceramici lavorati al tornio hanno spessori pari a 5/6 mm e ciò comporta un aumento della massa dell’oggetto che risulta quindi meno pratico ed ergonomico durante l’utilizzo. La risultante “casualità” dimensionale degli oggetti ci ha portati, inevitabilmente, a modificare in modo sostanziale le tecnologie di produzione.

 


COULISSE VERSIONE2.0 #PRINCIPIATTIVI2012 #EVOLUZIONEPROGETTUALE #EVOLUZIONEPRODUTTIVA

01. TECNICHE DI LAVORAZIONE. Il secondo e definitivo modello della bottiglia Coulisse, dal design più slanciato rispetto alla precedente versione e messo a punto grazie al contributo di Principi Attivi, è stato realizzato utilizzando tecnologie produttive più complesse e in grado di garantire un maggiore livello di precisione nella riproduzione in serie. Sono state sperimentate due lavorazioni aventi in comune l’utilizzo di stampi in gesso. In particolare sono stati realizzati modelli prototipali mediante:
- colaggio in stampo di “terraglia”;
- modellazione manuale di film di argilla (primaria o secondaria) sulle pareti interne di un semi-stampo (mezza bottiglia).
02. REALIZZAZIONE DEGLI STAMPI. Gli stampi della bottiglia Coulisse sono stati realizzati in gesso, materiale ideale per questo specifico utilizzo in quanto consente un facile assorbimento dell’acqua e – se trattato correttamente con isolanti/distaccanti - un facile distaccamento da materiali argillosi. La realizzazione degli stampi in gesso richiede un alto livello di precisione oltre che una grande manualità ed una profonda conoscenza del materiale. Gli stampi sono stati realizzati dall’azienda Keramos di Eligio Nigro, a Grottaglie (Ta). La realizzazione dei prototipi di Coulisse, nella versione piccola da 500ml e nella versione grande da ¾ di litro, è avvenuta seguendo un iter ben preciso, e cioè:
02a. REALIZZAZIONE DEL MODELLO ORIGINALE IN GESSO.
Nel caso specifico si tratta della sagoma “piena” di Coulisse, caratterizzata dalla presenza di un tronco di cono sulla sommità del collo che fungerà, lo vedremo nei passaggi successivi, da foro di colaggio. Per sagoma “piena” si intende che il modello originale della bottiglia è un vero e proprio monoblocco in gesso, privo di aree vuote al suo interno. Una volta asciugato il gesso, si procede al trattamento della superficie con gommalacca, materiale isolante e distaccante per facilitare le successive operazioni di distaccamento dai manufatti in argilla.

02b. REALIZZAZIONE DELLO STAMPO MADRE IN GESSO (MATRICE).
Questa fase è propedeutica alla realizzazione dello stampo definitivo (punto 03) che sarà poi utilizzato per la produzione vera e propria delle bottiglie. Si imprime il modello originale al centro di un panetto di argilla, sino ad affondare la metà della sagoma e si posizionano le spine di registro, che serviranno successivamente a far combaciare perfettamente le due metà dello stampo. A questo punto si ricostruisce una vera e propria cassaforma in silicone o in lastre di piombo attorno al panetto di argilla. Si procede così al colaggio del gesso all’interno della cassaforma per la realizzazione di due semi-stampi madre, identici tranne che per le convessità o concavità delle spine di registro. Lo stampo madre deve essere conservato con la massima cura, poiché è da questo che si potranno ricavare gli stampi definitivi e che sarà possibile riprodurli infinite volte.

02c. REALIZZAZIONE DELLO STAMPO DEFINITIVO IN GESSO (STAMPO A PERDERE)
Utilizzando lo stampo madre come forma “positiva”, si realizzano due ulteriori semi-stampi concavi che – una volta accoppiati - saranno utilizzati come stampo per la produzione di serie delle bottiglie.

03. PLASMARE LA FORMA. La realizzazione vera e propria delle bottiglie Coulisse è stata sperimentata attraverso l’utilizzo di due tecniche di produzione, ognuna delle quali dotate di peculiarità che le rendono più o meno idonee rispetto a delle specifiche necessità produttive e commerciali.
03a. COLAGGIO. Questa tecnica di produzione è quella che rispetta in modo più fedele il disegno progettuale della bottiglia e che restituisce un manufatto maggiormente rifinito con spessori molto omogenei. La tecnica per colaggio consiste nel “rabboccare” all’interno dello stampo un liquido composto da terraglia ed acqua; quest’ultima viene assorbita “a perdere” dallo stampo in gesso, mentre la terraglia si deposita in modo omogeneo sulle pareti interne. All’apertura dello stampo l’oggetto appare già molto rifinito, e si può dunque procedere all’eliminazione della parte in eccesso (in corrispondenza del foro di colaggio sulla sommità del collo) e ad una rifinitura di superficie effettuata manualmente al tornio con una spugnetta umida. Il manufatto così prodotto risulta essere molto umido ed è per questa ragione che i tempi di essiccatura risultano più lunghi. L’alta percentuale di acqua presente all’interno del liquido di colaggio comporta, in fase di essiccatura, una consistente riduzione del volume complessivo dell’oggetto (circa il 10%); nel caso specifico la deformazione è stata prevista e calcolata prima di realizzare lo stampo madre definitivo.
VANTAGGI: Maggiore precisione ed omogeneità degli spessori, minor lavoro di rifinitura.
CONTRO: Tempi di essiccatura lunghi.

03b. Modellazione Manuale in Stampo. Questa tecnica produttiva prevede la modellazione manuale di un film di spessore pari a circa 4mm (impasto modellabile di argilla primaria – bianca dopo la cottura – o secondaria – rossa dopo la cottura) sulle pareti interne degli stampi, ovvero le due metà ricavate dallo stampo madre. Le due “semi-bottiglie” cosi modellate e ancora umide vengono successivamente accoppiate e rifinite al tornio. La modellazione in stampo, a differenza della tecnica per colaggio, restituisce manufatti la cui riduzione del volume risulta essere quasi impercettibile, e ciò è dovuto al minor quantitativo di acqua presente nel materiale adoperato, che seppur modellabile, si presenta sotto forma di materia solida.
VANTAGGI: Tempi di produzione più rapidi
CONTRO: Spessori non omogenei e maggiori rispetto a quelli della ceramica colata, maggior peso.
Seppur con caratteristiche qualitative ed estetiche lievemente differenti, entrambe le tecniche consentono la produzione di manufatti con caratteristiche dimensionali standardizzate e garantiscono una generale riduzione dei tempi di produzione.
04.PACKAGING. La standardizzazione delle dimensioni dei manufatti ci ha permesso di studiare due tipologie di packaging con caratteristiche produttive e costi differenti.
04a. Packaging Standard. Confezione low-cost ed eco-friendly composta da scatola in cartone kraft ed imbottitura interna in pluribolle.
04b.Packaging Luxury. Confezione studiata per proteggere la bottiglia lungo tutto il perimetro, essendo la ceramica un materiale molto delicato. Si tratta di una vera e propria valigetta composta da cartone micro-onda accoppiato a cartone in pasta nera serigrafato ed imbottitura interna in Plastazote LD18 (polietilene espanso idoneo per il contatto diretto con oggetti destinati all’utilizzo in ambito alimentare). E’ un packaging che valorizza e conferisce maggiore importanza all’oggetto contenuto, capace di “trasformare” la bottiglia da comune oggetto d’uso a prestigioso oggetto da regalo.

05. ACCESSORI COULISSE
Gli accessori previsti nella versione 1.0 sono stati eliminati a favore di una maggiore qualità realizzativa dell’oggetto protagonista, la bottiglia. E’ stato invece introdotto l’accessorio CAPO, un tappo in legno massello d’ulivo italiano,
ispirato alle incudini in legno usate a mo’ di tappo nella tradizione pugliese come chiusure di particolari recipienti in ceramica (fiasche, giare…). Capo è prodotto mediante tornitura e rifinitura manuale. Allo scopo di preservare l’assoluta genuinità del materiale utilizzato, si effettua una lucidatura con olio d’oliva per garantire una protezione naturale della superficie esterna e conferire al tempo stesso maggiore brillantezza alla caratteristica venatura dell’essenza d’ulivo. Il packaging del tappo Capo è stato studiato per poter essere ri-utilizzato nel  Luxury Packaging, sul quale è appunto previsto un apposito scomparto. La scatolina del tappo è realizzata in cartone kraft micro-onda accoppiato con cartone in pasta nera serigrafato.

GRAZIE AL CONTRIBUTO DI PRINCIPI ATTIVI È STATO POSSIBILE:
01. REALIZZARE I MODELLI PROTOTIPALI DEFINITIVI DELLA BOTTIGLIA COULISSE IN DUE DIFFERENTI MISURE
-
REALIZZAZIONE DEI MODELLI ORIGINALI (500ml E 750ml);
- REALIZZAZIONE DELLE “FORME MADRI” (500ml E 750ml);
- REALIZZAZIONE DEGLI STAMPI PER LE PRODUZIONI IN SERIE (500ml E 750ml);
- REALIZZAZIONE DEI MODELLI PROTOTIPALI (500ml E 750ml);
- REALIZZAZIONE DEL MODELLO PROTOTIPALE DI CAPO;
02. REALIZZARE I PACKAGING
-
REALIZZAZIONE FUSTELLA E TELAIO SERIGRAFICO LUXURY PACK (750ml);
-
REALIZZAZIONE FUSTELLA E TELAIO SERIGRAFICO SCATOLA TAPPO CAPO_
- REALIZZAZIONE CAMPIONATURA CUSCINETTI IN PLASTAZOTE LD18 LUXURY PACK (500ml E 750ml);


#MAJORETTE

IL LEGNO, CARATTERISTICHE GENERALI.
Il legno è un materiale facilmente lavorabile e modellabile con appositi strumenti manuali o meccanici, a seconda delle necessità produttive. Volendo realizzare un utensile rivolto al mercato del kitchenware  è stato necessario individuare essenze lignee idonee al contatto con alimenti. Il legno d’ulivo, di cui il territorio pugliese è particolarmente ricco, è privo di tannino e risulta essere di conseguenza un materiale ideale, al pari del legno di faggio utilizzato più comunemente, per la realizzazione di accessori e utensili per la cucina.
IL CONCEPT. Questo prodotto è ispirato essenzialmente a criteri di funzionalità, che ne definiscono allo stesso tempo la forma: utilizzare un solo utensile per la preparazione simultanea di due cibi. La famiglia di utensili comprende 3 versioni di mestolo ed un forchettone, combinabili nella versione a doppio terminale.
mod1.MESTOLO: la forma a goccia è pensata per raggiungere con facilità i bordi interni di qualsiasi tegame o pentola;
mod2.MESTOLO CREME: il foro centrale è pensato per agevolare l’ingresso di aria durante la preparazione delle creme;
mod3.MESTOLO SCHIUMAROLA: ideato per la preparazione  e l’assaggio di riso o zuppe di cereali.
mod4.FORCHETTONE: forchetta asimmetrica ideata per la cottura di paste tubolari (spaghetti, paccheri, …)


MAJORETTE VERSIONE1.0 #PRE-PRINCIPIATTIVI
I primi prototipi di Majorette sono stati realizzati sagomando, con l’ausilio di una sega a nastro, tavole di legno massello d’ulivo rettificate. Il taglio era effettuato seguendo su un tracciato bidimensionale (sagoma del mestolo) ricalcato con grafite direttamente sul materiale. I semilavorati così prodotti, ancora molto grezzi, subivano un lungo processo di rifinitura mediante l’utilizzo di “frese a pantografo”, “tupiè” per attutire le spigolosità dei bordi e sfinare le parti terminali dei forchettoni, e carta abrasiva per levigare ulteriormente le superficie a contatto col cibo. Seppur con risultati qualitativamente stupefacenti, la produzione completamente artigianale ha comportato tempi di realizzazione molto lunghi e di conseguenza costi di produzione eccessivi.


MAJORETTE VERSIONE2.0 #PRINCIPIATTIVI2012 #EVOLUZIONEPROGETTUALE #EVOLUZIONEPRODUTTIVA
01. TECNICHE DI LAVORAZIONE. La seconda e definitiva versione degli utensili Majorette, messa a punto grazie al contributo di Principi Attivi, ha visto un’evoluzione tecnologica del processo produttivo. I nuovi prototipi sono stati realizzati presso il laboratorio Lomartire Creazioni di Fernando Lomartire, a Sava in provincia di Taranto. Tutte le precedenti lavorazioni di taglio con sega a nastro, sono state “assorbite” in un’unica lavorazione automatizzata con fresa CNC a 3 assi (macchinario a controllo numerico) utensile di precisione capace di “leggere” un elaborato digitale 2d o 3d e di riprodurlo in modo fedele mediante sottrazione di materiale da una tavola di legno massello.

Questa tecnologia consente di riprodurre fedelmente ed in modo dettagliatissimo una stessa sagoma tridimensionale infinite volte.

I manufatti così prodotti raggiungono lo stadio del “semilavorato”, ovvero prodotti non ancora completi per la commercializzazione ma già abbastanza rifiniti. I semilavorati subiscono così le ulteriori lavorazioni necessarie, ad esempio la foratura per le due varianti di mestolo, ed un meticoloso processo di rifinitura a mano con carta abrasiva che caratterizzano l’anima di vero prodotto handmade. Tutti i prodotti della famiglia Majorette sono infine lucidati con olio d’oliva naturale, per preservare l’integrità e la naturalezza del materiale, fornire protezione alla superficie in legno e mettere in risalto la caratteristica venatura del legno d’ulivo.
02. PACKAGING. La standardizzazione dimensionale dei prodotti e la precisione dei dettagli ci ha consentito di studiare un apposito packaging per valorizzare la caratteristica “duplicità” d’uso di questo oggetto. Il packaging progettato risponde alla necessità di poter utilizzare una confezione per tutti i modelli previsti nel catalogo ÜSÜ. La scatola è stata realizzata in cartone cannettato nero o bianco con copertina in cartoncino kraft serigrafato.

 

 

 

 

 

 


 

GRAZIE AL CONTRIBUTO DI PRINCIPI ATTIVI È STATO POSSIBILE:
01. REALIZZARE I PROTOTIPI DI TUTTI I MODELLI MAJORETTE
-
INGEGNERIZZAZIONE PER LA LAVORAZIONE CON FRESA A 3 ASSI CNC;
-
REALIZZAZIONE DI 10 MODELLI IN LEGNO D’ULIVO;
- REALIZZAZIONE DI VARIANTI IN LEGNO DI FAGGIO.
02. REALIZZARE I PACKAGING
-
REALIZZAZIONE FUSTELLA E TELAI SERIGRAFICI;

 


 

 

#FIORETTO Accessorio da cucina per aperitivi e finger foods
Acquisito il necessario know-how sulle lavorazioni della ceramica e del legno si è potuto definire il progetto esecutivo di Fioretto, ora riconcepito in tre differenti misure e caratterizzato da un’ampia gamma di colori lucidi e satinati. Come per la bottiglia, la realizzazione del prototipo di Fioretto ha richiesto la realizzazione di uno stampo in gesso. La piccola antenna metallica che contraddistingue il prodotto, e che ha offerto uno spunto per lo stesso nome, è la novità tecnologica che stiamo studiando e affrontando per la realizzazione di questo prodotto. E’ stato infatti studiato un sistema che permette l’assemblaggio “ a sandwich” di materiali, come la ceramica e l’acciaio, di norma difficilmente combinabili. La lavorazione delle parti metalliche, ottenute per tornitura cnc di barre d’acciaio successivamente filettate nelle parti necessarie, è stata affidata all’azienda System Tech di Ceglie Messapica, con la quale stiamo effettuando alcune prove di laboratorio per individuare le lavorazioni superflue che possano incidere in modo negativo sul costo finale di Fioretto. Le parti metalliche sono realizzate in acciaio AISI 304/316, materiale idoneo per l’utilizzo alimentare ma di per sé molto costoso.
Il packaging ed eventuali accessori a corredo saranno definiti a completamento del prototipo.

… Coming soon …

 

 


 

#ÜSÜ DESIGN FOR #TUPPERWAREITALIA #ILCASONE1729 #ROTARYINTERNATIONAL
L’intuizione di lavorare nel segmento di mercato dei contenitori in ceramica, e più in generale nel settore houseware e kitchenware, si è rivelata vincente anche grazie alla scarsa presenza sul mercato nazionale di prodotti ed aziende competitor. Questa scelta ci ha permesso di avviare delle importanti collaborazioni con aziende multinazionali e resort esclusivi, attirati dalla possibilità di personalizzare i prodotti con la sigla “ÜSÜ Design For” accompagnata dal marchio o logotipo dell’azienda committente. Come previsto nel piano strategico aziendale preliminare questa scelta di mercato ci consente di operare non solo come design brand, ma – attraverso l’ampia possibilità di CUSTOMIZZAZIONE dei nostri prodotti - anche come produttore “terzista” per committenti selezionati. Attraverso le prime attività promozionali e di pubbliche relazioni legate al marchio ÜSÜ, la nostra società ha avviato rapporti di collaborazione con:

- Tupperware Italia – bottiglia Coulisse commemorativa per il 50enario della sede italiana

- Il Casone 1729 – bottiglia Coulisse versione Luxury Pack, per contenere il prestigioso olio prodotto sulle colline di Pian di Mommio (Lucca).

- Rotary International Roma – bottiglia personalizzata accessorio tabletop per eventi Rotary (trattativa in corso)

 

 


 

#CORPORATE BRAND
La necessità di interfacciarsi con il mercato e dunque con le prime commesse lavorative ha reso indispensabile il completamento dell’immagine coordinata aziendale, dunque l’elaborazione digitale di tutti i documenti che compongono l’identità visiva aziendale. In particolare è stata curata la grafica dei siti web e dei documenti aziendali, sia per il soggetto giuridico spazioAM sas, sia per il brand ÜSÜ. In particolare si è provveduto a:

- Riprogettare il marchio ÜSÜ seguendo criteri grafici e proporzioni geometriche matematiche (esiste ora un rapporto di proporzionalità tra la larghezza e l’altezza del logo. Per fare un esempio pratico ad una larghezza 10 corrisponderà un’altezza 11, 20-22, 30-33, e così via…)

- Progettare i documenti aziendali indispensabili per l’esercizio dell’attività sociale: carta intestata, biglietti da visita, copie commissione, fatture…

- Progettare il layout grafico definitivo del listino/catalogo 2014 (in corso di revisione)

- Progettare il layout grafico dei siti web spazioam.com e laboratoriousu.com

- Progettare label grafici dotati di QR-Code, da apporre sui prodotti ÜSÜ in occasione di eventi ed esposizioni (il codice QR-Code è un codice elettronico per smartphone capace di indirizzare, attraverso un normale lettore ottico ed in modo automatico, un utente verso il sito web ÜSÜ o la pagina aziendale Facebook)

 

 

 


 

 

#WEB #SOCIALMEDIAMARKETING
Sono state improntate le attività di progettazione grafica e coding per la definizione delle interfacce dei siti web della società spazioAM sas e del brand ÜSÜ Design, già attivi e raggiungibili dagli utenti web agli indirizzi:

spazioAM sas: www.spazioam.it , www.spazioam.com

Laboratorio ÜSÜ: www.laboratoriousu.it, www.laboratoriousu.com

Entrambi i siti web sono stati realizzati su piattaforma CMS Wordpress  per consentire una rapida e facile gestione e garantire una totale interazione tra sito aziendale e mondo dei social network. Per migliorare il posizionamento dei nostri siti web nel ranking google e di altri motori di ricerca, sarà necessario un costante lavoro di CEO marketing, i cui risultati saranno apprezzabili nel corso dei prossimi mesi. E’ stata creata la pagina aziendale social di Facebook, sulla cui bacheca sono state pubblicate tutte le attività salienti svolte negli ultimi mesi dal gruppo di lavoro.

Link FB: www.facebook.com/laboratoriousu

 


 

#OPENHOUSE2014
Tra le attività promozionali messe in atto dalla nostra società, spicca la partecipazione ad Open House 2014, manifestazione di rilievo internazionale svoltasi a Roma lo scorso 10-11 maggio, e rivolta ad un pubblico di appassionati d’architettura e di design. In occasione dell’evento i nostri oggetti sono stati esposti presso la casa-studio Laibe di Susan Berardo e presso la Casa Gazometro di Maria Adele Savioli, emergenti architetti della capitale. L’occasione è servita per promuovere il nuovo sito e-commerce del brand ÜSÜ, operativo per gli acquisti online dallo scorso 10 maggio in concomitanza con l’apertura di Open House. Le statistiche sulle visualizzazioni del sito hanno registrato una media di 100 visite al giorno durante la settimana della manifestazione e dei picchi di 250 visitatori circa durante le due giornate di manifestazione. Anche la pagina Facebook ha subito una notevole impennata durante la settimana di Open House registrando un aumento di interazioni spontanee del 500% circa.


Letto 9673 volte Ultima modifica il Venerdì, 23 Maggio 2014 18:02