Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

LE FAMIGLIE SONO COME MELOGRANI

22 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

La seconda fase progettuale, quella centrale rispetto ai dodici mesi previsti, hanno visto impegnate le tre cooperanti di Stipa delle fate nel tessere ulteriormente una rete diffusa, territoriale e non, per rendere maggiormente sostenibile l’idea di ‘Dare una famiglia ad una famiglia’ nel territorio dell’Ambito n.5 Martina franca-Crispiano, nel contesto più generale della provincia di Taranto e della Valle d’Itria.

 

Andando in ordine sparso, si sono susseguiti incontri di rete e non solo con i soggetti partner progettuali, ma anche partecipato ai tavoli di concertazione per il nuovo Piano sociale di zona che vedrà – primo nel territorio pugliese – l’innovativo ‘affiancamento familiare’ protagonista delle politiche sociali a favore delle famiglie.

 

 

L’ascolto ed il confronto

 

È continuata una fase lunga di ascolto e confronto con esperienze recenti e mature che possono intrecciarsi con la nostra proposta pratica di creare abbinamenti tra famiglie accoglienti e quelle che versano nel disagio non conclamato, ossia le famiglie vulnerabili di Crispiano e non solo, quelle che ragionevolmente potrebbero rischiare di finire nel girone infernale della fragilità nell’arco di un medio periodo (un anno o poco più) se non adeguatamente sostenute, seguite, consigliate, messe in rete.

Questa fase di ascolto ha riguardato esperti provenienti dal mondo del Consorzio di consorzi di cooperative sociali CGM di Brescia (in particolare Valerio Luterotti, attualmente nuovo presidente di Federsanità Lombardia e colonna storica del coooperativismo di Federsolidarietà), gli esperti del Comune di Ferrara-Centro per le famiglie, dal quale abbiamo emulato questa buona prassi.

Abbiamo coltivato il nostro rapporto con la Fondazione Paideia di Torino nel quale storicamente nasce l’idea dell’affiancamento un decennio orsono. L’ipotesi allo studio è quello di sottoscrivere un atto di intesa e di collaborazione: se raggiungessimo tale risultato entro il termine progettuale di Principi attivi sarebbe per noi un traguardo importante, perché varrebbe a sancire – primi nel Sud Italia – la discesa nel Mezzogiorno di questa piccola ma solida fondazione piemontese, molto vicina alle tematiche dell’infanzia, delle famiglie e delle disabilità.

L’ascolto ed il confronto attivo si è fatto ulteriormente progetto e finalità anche grazie all’avvio del mentoring (sempre nell’ambito delle politiche del Programma regionale Bollenti spiriti) grazie alla preziosa collaborazione di Piero D’Argento di Conversano, consulente della Regione Puglia per le tematiche del welfare generativo e delle politiche socio-sanitarie.

 

 

Le famiglie sono come melograni…

 

L’idea dell’affiancamento piace molto sulla carta: obiettivamente riscontriamo invece difficoltà nel reperire famiglie volontarie. I motivi sono all’ottavo mese più chiari: i nuclei più sensibili, più attenti e pronti a recepire la nostra proposta sono già impegnati fortemente nel sociale nei propri contesti soliti (dalle parrocchie alle altre organizzazioni di terzo settore locale). Ciò non ci scoraggia, perché sappiamo che la perdurante crisi socio-economica necessita di risposte pratiche fatte di scambio, di dono, di solidarietà attiva, di orizzontalità tra simili. Abbiamo insistito dunque nel nostro peregrinare tra realtà del volontariato per parlarne, offrire le competenze acquisite, moltiplicare gli sforzi organizzando piccoli eventi spesso informali per parlarne, innescare il passaparola, dimostrare efficacemente che spesso l’affiancamento tra famiglie di fatto avviene già in maniera non formalizzata (intrafamiliare, tra le famiglie di compagni di classe, tra vicini di casa e di strada, ecc.) e qui si tratterebbe unicamente di monitorare tale processo, renderlo consapevole.

 

 

Le prospettive progettuali

 

Resta fermo il nostro obiettivo di portare a casa il risultato di almeno tre abbinamenti tra famiglie entro il termine progettuale previsto ad inizio autunno 2014. La prospettiva non è delle più rosee allo stato dell’arte. Non ci fasciamo la testa, perché essere penetrati in così poco tempo in almeno tre ambiti socio-sanitari differenti (oltre al nostro di riferimento, ossia il Distretto n.5) anche in quello di Taranto-Paolo VI (Distretto n.4) grazie alla nostra partnership all’insieme di gruppi della ‘Rete Gens’ vincitrice del Programma regionale ‘Puglia capitale sociale’ attualmente in fase di start up (la conferenza stampa di inizio attività è prevista per giovedì 29 Maggio 2014 in Camera di Commercio a Taranto) ed in quello n.2 di Massafra-Castellaneta e soprattutto comprendente il nostro comune più prossimo che è Statte: qui in particolare abbiamo sperimentato tra dicembre e febbraio il coinvolgimento di una rete molto forte di partner pubblico-privati (dal Consorzio solidale di coop. sociali a Confcooperative Taranto, da tutte le scuole pubbliche di Statte a parrocchie e Amministrazione comunale) su una progettualità collegata ad un bando della Fondazione Con il Sud dedicato all’Educazione dei giovani. Questo intenso lavorio di rete ci ha permesso di parlare di affiancamento familiare, di fare attecchire anche lì la pianticella della tematica a noi cara, di rilanciarlo ulteriormente attendendo l’esito di questa forte progettualità entro luglio 2014.

 

 

Aver introdotto le pratiche dell’affiancamento familiare garantisce alla nostra équipe e complessivamente al progetto ‘Dare una famiglia’ un respiro lungo anche oltre i dodici mesi progettuali di Principi attivi. Stiamo attrezzandoci per i prossimi raccolti di melograni…

Letto 1080 volte Ultima modifica il Giovedì, 22 Maggio 2014 17:44