Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Inizio fase sperimentale

18 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)

La seconda fase del progetto W.O.R.M. consiste nella parte più consistente ed importante del progetto. Dopo n. 8 mesi dalla firma del contratto sarebbe dovuta essere in via di conclusione. Infatti se alla prima fase si è dedicato n. 1 mese per la ricerca di informazioni preliminari, nella seconda invece ne erano previsti n. 7 mesi.

Purtroppo però, durante la fase di realizzazione dell’impianto pilota, su cui condurre le prove fulcro del progetto, è stato necessario smantellare l’impianto dalla sede in cui era stato montato e, nostro malgrado, installarlo nuovamente in un’altra sede. La motivazione di suddetto spostamento, come illustrato nella richiesta formale di variazione inviata da noi e accordataci, risiede nella necessità di allocare l’impianto in un’azienda che produce autonomamente i liquami che ci proponiamo di trattare e sui quali condurre le sperimentazioni. Diversamente avremmo dovuto trasportare liquami prodotti in altre aziende e questo avrebbe portato a delle grosse difficoltà anche di tipo autorizzativo visto che i suddetti liquami sarebbero stati inquadrati come rifiuti da smaltire in idoneo impianto di smaltimento. Inoltre l’impianto pilota di nostra realizzazione avrebbe dovuto essere soggetto, come un normale impianto di depurazione delle acque, ad autorizzazioni da parte degli enti preposti alla gestione dei rifiuti, seguendo procedure molto complesse e con tempi assolutamente incompatibili con la durata del nostro progetto.

Il rimontaggio dell’impianto pilota presso la nuova azienda agricola è avvenuto ex-novo, per cui ha sensibilmente dilatato i tempi di inizio delle prove. Infatti, nonostante il nuovo sito di realizzazione permettesse una discreta semplificazione costruttiva, poche parti sono state recuperate.

In questo tempo è stata finalmente realizzata la vasca in cui avverrà la filtrazione, la quale è realizzata in materiale trasparente così da permettere un’indagine visiva agevole dei diversi strati filtranti. La realizzazione di tale vasca, affinché rispondesse alle necessità del progetto nel migliore dei modi, ha comportato qualche difficoltà a causa della scarsità di maestranze capaci di realizzare, a costi contenuti, prodotti con determinate caratteristiche di valenza scientifica, nonostante siano progettati con materiali di uso comune.

Ulteriori difficoltà sono state riscontrate nel reperimento di una centralina datalogger che gestisca vari sensori di misura e di allarme. Infatti al fine di un monitoraggio che abbia valenza scientifica, ci si è posti il problema di condurre delle misure (idrauliche, di temperatura, di umidità, di ph) a intervalli di tempo regolari e ravvicinati e creare una banca dati. Tali informazioni, a seguito delle analisi chimiche e microbiologiche condotte sugli effluenti dall’impianto, sarebbero fondamentali per ricostruire le condizioni al contorno di ciascun campionamento.

Purtroppo però, nonostante siano stati presi contatti con innumerevoli aziende che si occupano di sensoristica, ad oggi ancora non si è giunti al reperimento di un preventivo soddisfacente in termini di qualità e di prezzo. Infatti, mentre nella maggior parte dei casi non è risultato difficile reperire sensori semplici come quelli di temperatura, lo stesso non si può dire per i sensori di ph e contenuto di acqua del terreno.

In alternativa, al fine di partire il più presto possibile con le prove, probabilmente si opterà per delle misure manuali condotte con apparecchiature portatili contestualmente al prelievo del campione di effluente da analizzare in laboratorio. Infatti tali apparechhiature sarebbero di più facile reperimento, però di contro condurrebbero ad una banca dati delle condizioni al contorno sicuramente meno popolata. La sensibile riduzione dei dati conseguente all’utilizzo di apparecchiature non programmabili, produrrebbe dati comunque soddisfacenti e non influirebbe negativamente sulla qualità e sulla attendibilità delle misure.

Nel momento in cui si scrive, l’impianto pilota è stato ultimato in tutte le sue parti, e in pochi giorni ci si potrà dedicare al perfezionamento dell’impianto e a tutte le regolazioni e tarature che si renderanno opportune. Si effettuerà una prova immettendo nel circuito acqua pulita per provare la risposta dell’impianto e di tutte le sue parti idrauliche e meccaniche.

 

Successivamente, ma comunque a breve, si preparerà l’unità di filtraggio componendo i vari strati drenanti all’interno della vasca di cui sopra, e infine si procederà all’acquisto dei lombrichi che andranno a popolare l’unità di filtraggio e saranno alimentati dai reflui oggetto delle prove.

Letto 728 volte Ultima modifica il Lunedì, 19 Maggio 2014 09:54