Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Relazione quadrimestrale

13 Mar
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’associazione per la promozione sociale INUIT è nata con l’obiettivo di offrire a enti e associazioni workshop gratuiti di pratiche audiovisuali e documentaristiche per gruppi di minoranze (culturali, sociali, religiose, ecc.), con lo scopo di educare all’autorappresentazione mediatica e all’emancipazione all’uso del mezzo audio visuale, favorendo il processo di attribuzione di senso necessario per il racconto di sé, base per il reciproco riconoscimento delle diversità sul piano socioculturale.

Nei primi mesi di attività, il nostro primario interesse è stato quello di occuparci delle questioni burocratico - amministrative necessarie alla costituzione dell’associazione e al Patto Etico con la Regione Puglia; successivamente abbiamo curato il settore della comunicazione, sia a livello di progettazione grafica, sia con la creazione della piattaforma web e della pagina Facebook; di lì in poi abbiamo cominciato a stringere contatti con le singoli associazioni partner del nostro progetto e con altre associazioni del nostro settore.

A questo proposito è stato importante per noi partecipare all’iniziativa LaboratoridalBasso con un workshop di quattro giorni, “Video Ergo Sum”, tenutosi dal 25 al 29 novembre 2013, il quale non solo è stato un momento di alta formazione per il nostro gruppo (grazie alla partecipazione di ospiti internazionali di grande rilievo quali l’antropologo visuale spagnolo José González Morandi, il regista etiope Dagmawi Yimer e il collettivo londinese Postcode Films), ma è anche stato un modo per farci conoscere nella nostra rete territoriale e attrarre studiosi e interessati di antropologia visuale nella nostra città.

Subito dopo il termine di questa avventura, appena ricevuta la prima trance del finanziamento, abbiamo cominciato a prepararci al primo dei quattro workshop in cantiere, acquistando i materiali per le lezioni: cavalletti, un registratore, un microfono e tre handycam. Ed è proprio in questi giorni che si sta svolgendo la prima esperienza laboratoriale di Inuit, presso la struttura “Area 51”, mensa per i senza fissa dimora della Cooperativa sociale “Caps Bari”. Per entrare in un rapporto di fiducia e collaborazione con la struttura e con i suoi operatori, avevamo dapprima dato il nostro contributo all’organizzazione dell’evento della cena sociale “Di che materia è fatta la tua vita?”, tenutasi il 17 ottobre 2013, in concomitanza con la Giornata mondiale della povertà. Grazie a questo evento abbiamo potuto farci conoscere dagli utenti, sia facendo loro delle foto che abbiamo proiettato durante la cena, sia allestendo uno spazio libero dove poter raccontare la propria storia (mettendo a disposizione una telecamera per gli utenti), sia producendo una video-testimonianza della serata. In questo modo è stato più facile raccogliere adesioni per il nostro workshop, iniziato il 21 gennaio con un gruppo nutrito di una decina di persone, otto di queste presenti fedelmente a ogni incontro e molto interessate al progetto. In vista dell’evento che sarà organizzato dopo l’ultimo incontro del workshop (27 febbraio), in cui sarà proiettato il video prodotto dagli utenti di Area 51, stiamo con loro dando forma al racconto della propria storia, preparandoli tecnicamente e supportandoli umanamente.

Le prime impressioni scaturite da questa esperienza sono più che positive, e sottolineano l’importanza dell’uso della telecamera come strumento di riflessione sul sé, di espressione, come specchio per guardare se stessi dal di fuori e l’altro dal di dentro. Vogliamo concludere la relazione con le parole degli utenti di Area 51 in una delle attività fatte negli scorsi giorni. Alla domanda “A cosa pensi se ti dico video?”, Vito ha detto che la parola video gli fa venire in mente la conoscenza, il sapere, la verità e il sognare. Vedere un video significa imparare una cosa nuova, fa pensare, sperare di essere tu il protagonista della storia. Inoltre fa sognare, perché smuove la curiosità, che è la spinta dell'essere. Marco ha detto che il video è lo specchio della vita di ogni giorno. Ma grazie al video la realtà si incontra con la fantasia. Sabino ha detto che il video significa conoscere noi stessi, che tiriamo fuori ciò che abbiamo dentro. Adams ha detto che il video per lui significa felicità: collega il video a situazioni di serenità collettiva, tipo quella che stava vivendo in quel momento. Altri hanno associato l'idea del video a dei fatti che vorrebbero raccontare. Valentina ha parlato del bisogno di rivedere sua figlia, e di raccontare la propria storia in Romania. Ibra ha detto di voler raccontare la pericolosità del suo viaggio. Jo, infine, ha associato il video al suo bisogno di capire perché, quando si reca in Piazza Umberto, la gente gli chieda se abbia della droga da vendere e la polizia gli chieda perché si trova lì. Si chiede perché per un ragazzo di colore stare a Piazza Umberto significhi essere confuso con uno spacciatore.

Letto 1281 volte