Stampa questa pagina

Relazione quadrimestrale Progetto "Colours - Tutti i colori della mente"

21 Feb
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)
In data 6 agosto 2013 si è dato formalmente avvio al progetto Colours mediante la costituzione della Blug The Brain S.r.l.. Da allora la società ha avviato le attività propedeutiche e necessarie alla realizzazione della App.
In primo luogo si è individuata la sede operativa mediante un contratto di servizi che consente ai proponenti di usufruire di uno spazio dotato di computer, arredi ed utilities varie (corrente, connessione internet etc).
Da un punto di vista operativo i proponenti hanno provveduto poi ad immaginare e definire praticamente una serie di elementi base della realizzanda App: il concept, l'utilità e la fruibilità, la logica di funzionamento, il progetto grafico. Questo lavoro in apparenza semplice ha delle implicazioni importanti per tutte le attività successive. Immaginare una App per smart phone da zero significa dar vita ad uno strumento che deve assolvere ad una funzione e produrre un'utilità, uno strumento inoltre che deve avere personalità, deve seguire un percorso logico chiaro e semplice nelle diverse videate e soprattutto deve essere in grado di attrarre e conservare il maggior numero di users.
Parallelamente a questo tipo di attività di concetto, il team ha avviato le attività tecniche per la programmazione e realizzazione della App. In particolare il team di PTB ha preparato i rendering grafici contenenti le diverse schermate. Questo lavoro è stato utile a tracciare un percorso per definire le funzioni della App, le caratteristiche principali, i passaggi logici.
Il team ha quindi definito l’ambiente di sviluppo e quella che si potrebbe definire l'ingegneria del software. Dopo di che il team di PTB ha finalmente cominciato a scrivere il codice.
Tra le attività svolte, importante è stata poi la creazione del database in quanto elemento centrale della App: ogni attività, dato, contenuto che viene utilizzato dalla App deve essere memorizzato e conservato seguendo una logica chiara e recuperato successivamente con comandi che non appesantiscano il funzionamento della App.
Altro passaggio degno di nota è connesso all’acquisto del server. In merito il team dopo un’attenta ricerca di mercato ha individuato il server sul quale far girare l'applicazione. PTB ha acquistato il Dell dual cs5 mediante contratto di servizi periodico e lo ha configurato. Successivamente si è proceduto con la instaurazione del database sul server e con lo sviluppo degli script php di interfacciamento con il database e con i servizi di reperimento files da server.
Si è poi proceduto allo sviluppo delle interfacce di codifica (classi e metodi) fino ad arrivare ad una prima versione della App che ancorché non scaricabile e funzionante è possibile farla girare su computer mediante emulatore.
Ultima curiosità, PTB è riuscita nell’implementazione dei Facebook SDK per l'integrazione di Colours con Facebook. Tradotto in termini pratici, gli utenti di Colours potranno con un semplice gesto pubblicare i propri post anche su Facebook. Si pensi al caso di Instagram che consente di pubblicare le foto realizzate con la App sul portale di Facebook.
In tutto ciò si consideri che il team in principio non aveva nessuna competenza specifica per la programmazione in ambiente IOS e che quindi è stato in grado di acquisire degli skills e delle capacità uniche nel loro genere.
In conclusione, l’impegno del team è totale e i primi risultati ci incoraggiano ad andare avanti e a fare un ottimo lavoro.
Letto 951 volte Ultima modifica il Venerdì, 21 Febbraio 2014 15:55