Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

“Non c’è lavoro senza riabilitazione e non esiste riabilitazione se non porta al lavoro” - Mos Maiorum

22 Gen
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

 

 

 

La nostra associazione di volontariato è composta da cinque membri: un esperto in beni culturali: dott.ssa Serena Garganese, una assistente sociale specialista: dott.ssa Giovanna Lucisani, una sociologa: dott.ssa Valentina Madaghiele e due giovani artisti con disturbo mentale stabilizzato: sig. Antonio D’Agnano e sig.na Maria D’Amone, afferenti alle categorie protette.

 

 

Eccoci la completo, la foto è stata scattata in occasione del mercatino natalizio "Artigianato arte e solidarietà"

 

organizzato dalle Cooperative Sociali ad inserimento lavorativo Città Solidale e Marana-thà.

 

 

La nascita del gruppo è germogliata dalla partecipazione attiva dei due giovani apprendisti d’arte ad una borsa lavoro di durata biennale all’interno di un laboratorio di vetreria artistica, gestito dalla Cooperativa Sociale ad inserimento lavorativo Marana-thà.

 

La fase produttiva è affidata al maestro d’arte esperto dei beni culturali e ai due apprendisti d’arte; mentre l’attività di supervisione, controllo e supporto sarà gestita dalla assistente sociale e dalla sociologa, che attiveranno una ricerca sull’inserimento lavorativo delle persone con disagio mentale e avvieranno una rete strategica per l’inserimento dei prodotti realizzati nella catena commerciale.

 

 

 

COSA INTENDIAMO REALIZZARE E PERCHÉ?

 

 

 

Il nostro intento è di avviare una vera e propria bottega d'arte volta alla produzione di un particolare merchandising d’arte. In un territorio ricco di potenzialità, il linguaggio iconografico vuole essere il mezzo attraverso il quale, nell'ambito della storia locale, si possa fare riferimento ricorrendo alla riproduzione di determinati manufatti elementi distintivi della nostra terra: la trozzella messapica e l'icona bizantina.

 

Un nostro obiettivo è di investire in progettualità specifiche da proporre a tutta la business community, al fine di implementare un modello di sviluppo sostenibile che colleghi ambiente, società e appartenenza culturale. Inoltre, l’inserimento lavorativo di persone con disagio psichico stabilizzato funge da strumento educativo; strumento clinico; strumento di politica sociale; e strumento di ricerca.

 

COSA ANDREMO A REALIZZARE.

 

Riproduzione delle trozzelle messapiche

 

La riproduzione vascolare vede protagonista la trozzella messapica, simbolo distintivo di una civiltà (i Messapi) la cui presenza è attestata in un territorio corrispondente alla Murgia meridionale e al Salento (province di Lecce, di Brindisi e parte della provincia di Taranto).

 

La collezione vascolare di riferimento è quella presente all’interno della Fondazione Casa-Museo Ribezzi Petrosillo (Latiano – Br), partner del progetto.

 

 

 

images689Q2LV0.jpgimg_0531.jpg.

 

In foto alcuni esempi di trozzelle messapiche conservate all’interno della

 

Fondazione Casa Museo Ribezzi Petrosillo.

 

 

 

La riproduzione artigianale prevede: la modellazione a mano libera del manufatto, la realizzazione per mezzo della tecnica a colombino, e infine per mezzo del tornio.

 

fasi di realizzazione della calamita.jpg

 

Il collage mostra i passaggi previsti per la riproduzione bidimensionale di una trozzella.

 

 

 

Il materiale scelto per la realizzazione del manufatto è il das terracotta: una pasta minerale modellabile, pronta all'uso, che non necessita di cottura perché essicca all'aria nel giro di circa 24 ore. Prima di utilizzarlo occorre manipolarlo un po' e inumidirsi le mani per lisciarlo e per facilitare l'unione delle varie parti.

 

Una volta che il nostro manufatto sarà asciutto, si potrà procedere con la scelta e la selezione di uno stile pittorico da riprodurre. L’oggetto realizzato è dipinto mediante acrilici, tempere o acquerelli. Nel nostro caso sono stati scelti gli acrilici. L’ultimo passaggio è la verniciatura.

 

 

calamita dipinta.jpgcollage calamite.jpg

 

Per essere un gadget completo a tutti gli effetti, abbiamo ritenuto necessario fornire a chi si approccia per la prima volta all’oggetto, o a chi semplicemente vuole saperne di più, informazioni utili per presentarlo. Perciò il nostro magnete a forma di trozzella ha un’etichetta che reca nella parte anteriore elementi che riconducano all’associazione, mentre nella parte posteriore, in maniera sintetica, informazioni riguardanti la trozzella. E’ stato già possibile poter pubblicizzare e diffondere il nostro progetto ed i manufatti realizzati sino ad oggi, grazie ad una serie di eventi pubblici realizzati in questo periodo, in particolare, le nostre trozzelle, sotto forma di magneti sono acquistabili presso la Libreria Piazzo, Corso Garibaldi 38/A Brindisi punto vendita della Libreria Lettera 22 – Mesagne.

 

Immagine2.jpg

 

 

https://fbcdn-sphotos-g-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn2/t1/1520695_436099983184206_1930206331_n.jpg

 

E’ stato già possibile poter pubblicizzare e diffondere il nostro progetto ed i manufatti realizzati sino ad oggi, grazie ad una serie di eventi pubblici realizzati in questo periodo, in particolare, le nostre trozzelle, sotto forma di magneti sono acquistabili presso la Libreria Piazzo, Corso Garibaldi 38/A Brindisi punto vendita della Libreria Lettera 22 – Mesagne.

 

 

 

 

Riproduzione di cicli pittorici medievali

 

Un’altra attività, in fase di avviamento, è la realizzazione sotto forma di icona su legno, di una serie di cicli pittorici attestati sul territorio brindisino: le scene cristologiche e le figure dei Santi presenti all’interno della Chiesa rupestre di San Biagio (Comune di San Vito dei Normanni) e in contrada Grottole a Latiano, la Madonna di Cotrino presente all’interno del monastero dei Padri Cistercensi.

 

Un successivo segmento produttivo, a sostegno economico del primo, sarà costituito dalla riproduzione delle suddette immagini pittoriche su vetrate artistiche di varie dimensioni, mediante la tecnica della vetro fusione.

 

 

Crediamo che tale produzione possa rappresentare l’avvio di una bottega volta alla produzione di un particolare merchandising d’arte, capace di intercettare sia l’interesse dei fedeli, per la qualità e le caratteristiche devozionali delle icone prodotte, sia l’interesse dei turisti. Il progetto attraverso l’avvio di una Bottega d’arte, gestita da persone con disturbo mentale stabilizzato sarà capace, da una parte di intercettare l’interesse dei fedeli e dei turisti in genere appassionati di beni culturali ed archeologia, e dall’altra parte di promuovere l’inserimento lavorativo di disabili mentali stabilizzati, introducendoli nel mondo del lavoro e rendendoli soggetti attivi e non più spettatori passivi della propria vita. Poter consolidare queste attività, concretizzandole in una attività produttiva, diffonderle come buona pratica è assolutamente importante, perché costituisce una risposta decisiva al benessere degli interessati e un imput efficace per la trasformazione del settore della psichiatria nella direzione dei diritti, della riappropriazione di dignità sociale e lavorativa e di parità di trattamenti, in risposta all’ancora predominante stigma nei confronti delle persone con disagio mentale.

 

 

 

“Non c’è lavoro senza riabilitazione e non esiste riabilitazione se non porta al lavoro”

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Letto 1548 volte Ultima modifica il Mercoledì, 22 Gennaio 2014 18:22