Stampa questa pagina

Entra nel vivo il progetto “Le strade raccontano: storia, cultura e tradizioni”

15 Gen
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(1 Vota)

Co-finanziato dalla Regione Puglia (programma per le Politiche Giovanili Bollenti Spiriti –Avviso pubblico sostegno alla gestione di spazi pubblici per la creatività giovanile) e promosso nei mesi scorsi, il progetto “Le strade raccontano: storia, cultura e tradizioni” entra nel vivo da lunedì 21 Gennaio.

Dopo la fase di selezione dei partecipanti, la siglatura dell’atto d’impegno e la realizzazione del portale web www.lestraderaccontano.it, che ne ospiterà i contenuti digitalizzati,  il progetto prosegue con l’avvio delle attività pratico-teoriche che mireranno a rafforzare le competenze già in  possesso dei giovani selezionati.

Ciò affinché essi possano svolgere, attraverso il ricorso alle moderne tecnologie digitali, uno studio toponomastico di indirizzo storico che ripercorra la storia di personaggi, tradizioni ed eventi all’origine dei nomi delle strade di Capurso, Cellamare e Valenzano.

In un’ottica di inclusione sociale, è  previsto anche il coinvolgimento di tutti i cittadini che, avendo vissuto in quei luoghi, vorranno dare voce ai ricordi ed alle testimonianze storiche, rispondendo ad interviste o portando materiale (foto, cartoline, documenti, ritagli di giornale, ecc.) utile a riscoprire i luoghi del proprio paese.

Gli obiettivi del progetto includono: il risveglio nei giovani della coscienza storica e del senso di appartenenza a tali luoghi, l’avvicinamento e la creazione di sinergie tra generazioni diverse, l’acquisizione ed il rafforzamento di competenze nell’uso delle nuove tecnologie per la comunicazione digitale, lo studio della storia attraverso metodologie didattiche basate sull’apprendimento non formale, la nascita di vere e proprie redazioni e poli di aggregazione della comunicazione digitale che potranno supportare i giovani nella definizione delle idee e nella ricerca di fonti di finanziamento nell’ottica della sostenibilità e continuità progettuale.

Letto 2497 volte