Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

cheFare – premio per la cultura

25 Set


Riceviamo e volentieri pubblichiamo: "doppiozero lancia cheFare, un premio che – attraverso il contributo di 100.000 euro al progetto vincitore – promuove la coniugazione dei valori di sostenibilità economica, coesione sociale e cultura".

"cheFare è una piattaforma partecipativa per la mappatura, la votazione e la realizzazione di progetti di innovazione culturale realizzati da imprese sociali profit e non profit in Italia. Con questa iniziativa doppiozero favorisce la nascita e lo sviluppo di nuove reti della cultura.

Oggi, 24 settembre 2012, si apre ufficialmente il bando.

cheFare si rivolge al mondo della cultura, dell’innovazione sociale e alla società civile, con particolare riguardo alle imprese sociali, alle fondazioni e alle associazioni e organizzazioni culturali profit e non profit.
L’idea nasce dalla necessità di trovare nuove formule adatte a sostenere il mondo della cultura e insieme quello delle imprese che lavorano sull’innovazione.

Siamo convinti che la via per uscire dalla crisi non passi solo dall’economia: la diffusa convinzione che non sia possibile far nulla per contrastare la sfiducia e la mancanza di prospettive è per noi soprattutto un problema culturale.

Mentre il mondo delle start-up è in crescita grazie alla sua natura profit, il mondo della cultura in Italia è abituato da decenni a relazionarsi principalmente con le istituzioni pubbliche per attingere a fondi e contributi. Oggi questo modello è in crisi ed è dunque quanto mai fondamentale immaginare e sperimentare nuove formule.
cheFare intende favorire la creazione e lo sviluppo di reti tra imprese culturali con alto contenuto di innovazione e ad alto impatto sociale e attivare la costruzione di nuovi modelli di business economicamente e socialmente sostenibili, incentivandone le dinamiche positive. In questo senso, condividiamo l’attenzione posta al futuro del paese espresse dal manifesto per la cultura della Domenica del Sole 24 Ore. A quelle domande, cheFare risponde con azioni concrete, aperte e indipendenti.

I criteri richiesti ai progetti sono quelli che riteniamo centrali per la cultura contemporanea: promozione della collaborazione; ricerca di forme innovative di progettazione, produzione, distribuzione e fruizione della cultura; scalabilità e riproducibilità; sostenibilità economica nel tempo; promozione dell’equità economica; impatto sociale territoriale positivo; impiego di tecnologie e filosofia opensource; capacità di coinvolgere le comunità di riferimento e i destinatari del progetto presentato nella comunicazione delle proprie attività.

La prima fase del bando (24 settembre – 3 novembre 2012) consiste nella raccolta dei progetti, che verranno poi selezionati da un team di esperti (4 – 11 novembre 2012). Nella seconda fase (12 novembre 2012 – 13 gennaio 2013) i 40 migliori progetti saranno messi on-line al fine di essere votati dal pubblico direttamente sul sito di cheFare.
Durante questo periodo gli utenti avranno la possibilità di finanziare i progetti preferiti, sostenendoli tramite il crowdfunding (in collaborazione con Eppela), indipendentemente dalla vittoria del premio o dal numero di voti ricevuti. Tutti i partecipanti avranno modo di autonarrarsi attraverso l’uso di una piattaforma per l’informazione partecipativa (in collaborazione con Fondazione <ahref) e loro interviste verranno pubblicate sulla principale rivista on-line di economia culturale (Tafter).

I cinque progetti che avranno raggiunto il più alto numero di voti verranno valutati da una giuria (Andrea Bajani , Roberto Casati , Paola Dubini , Gianfranco Marrone , Armando Massarenti ) che sceglierà il progetto migliore e secondo gli scopi e i requisiti del bando.

La proclamazione del vincitore avverrà il 29 gennaio 2013.

Il progetto vincitore avrà l’opportunità di farsi coadiuvare da una struttura specializzata (Avanzi) nella misurazione delle proprie performance sociali e ambientali. Avanzi e Make a Cube cureranno periodicamente il buon andamento del progetto vincitore (sostenibilità sociale ed economica), assistendolo nella rendicontazione delle spese sostenute. Durante il percorso si svilupperanno, inoltre, momenti formativi sui temi dell’innovazione sociale (in collaborazione con Meet The Media Guru).

cheFare è un progetto di doppiozero ed è co-prodotto in collaborazione con: Avanzi , Make a cube , Fondazione <Ahref , Tafter , Meet the Media Guru , Eppela .

Media partner: Domenica – Il Sole 24 Ore .

doppiozero è un’associazione non profit composta da autori, editori, studiosi, critici (e non solo) che ha a cuore le sorti della cultura e dell’editoria. doppiozero è un progetto editoriale, una rivista culturale on line, una casa editrice di e-book, un laboratorio di idee e, soprattutto, una comunità di lettori e scrittori".


Contatti:
www.che-fare.com
Facebook: PremioCheFare
Twitter: che_fare

Letto 6096 volte Ultima modifica il Martedì, 25 Settembre 2012 17:55

Aggiungi commento




Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA