Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Lo Yalla Shebab Film Festival si chiude nel segno della rivoluzione egiziana

14 Apr
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lo Yalla Shebab Film Festival si chiude nel segno della rivoluzione Sabato 14 e domenica 15 un focus sulla Primavera araba in Egitto


Una due giorni di incontri, mostre e proiezioni di corti e lungometraggi di autori italiani e arabi che raccontano gli eventi di Piazza Tahrir. In programmazione, tra gli altri, “Tahrir” di Stefano Savona, appena vincitore del David di Donatello come miglior documentario.


Ad aprire il ricco programma, sabato 14 alle 18 presso le Manifatture Knos/Cineporto, la proiezione di M.A.R.E. Storie di Mediterraneo, Arabi, Rivolte ed Europa di Loris Savino, Marco Di Noia ed Elisa Pierandrei. Lavoro compiuto tra febbraio e marzo 2011 in Egitto, Tunisia e Libia, inseguendo la caduta dei regimi arabi. Agli incredibili protagonisti incontrati lungo il loro viaggio, gli autori hanno chiesto di spiegare davanti alla videocamera le ragioni del loro dissenso.

 

Alle 19 alle Manifatture Knos/Cineporto, i cortometraggi selezionati dal "Masry Asly Film Fest", festival di cinema indipendente egiziano realizzato dalla ONG Ricerca e Cooperazione, all’interno del progetto “Rising Stars. Itinerant Cinema in Egypt”. A presentare i lavori sarà presente Paola Primavera, direttore del progetto.

 

Dalle 18 alle 23 alle Manifatture Knos/Cineporto “Volti di Tahrir”, audio-documentario di Marco Pasquini. Volti di Tahrir si compone di una serie di storie di piccolo formato, ritratti intimi che raccontano la vita di alcuni ribelli. Uomini e donne che hanno accettato di raccontarsi, di parlare non solo della propria esperienza o delle motivazioni individuali all’interno di un più ampio movimento rivoluzionario collettivo, ma anche di esprimere i sogni e le aspettative che li spingono a lottare per un Egitto libero e democratico.

 

Alle 21 al CineTeatro DB d’Essai, la regista Carolina Popolani presenta Cairo Downtown, finalista al Festival del documentario di Al Jazeera, che registra il clima esistente nella capitale egiziana nei mesi che hanno preceduto la rivolta. Parlano direttamente i bloggers egiziani che usano la rete per fare politica ed esprimere dissenso.

 

Alle 22 al CineTeatro DB d’Essai, “Tahrir” di Stefano Savona, vincitore del David di Donatello come miglior documentario. Presentato al Locarno Film Festival 2011, Tahrir è un film scritto con i volti, con le mani, con le voci di chi stava in piazza. La prima cronaca in tempo reale della rivoluzione, a fianco dei suoi protagonisti. Uno spettacolo insieme tragico ed esaltante. Il racconto inedito e appassionato di una scoperta: la forza dirompente dell’agire in comune. Diciotto giorni in Piazza Tahrir cambiano la vita a tutti, ma soprattutto ai giovani che questa rivoluzione l’hanno iniziata uscendo dal mondo virtuale di facebook dove per la prima volta si erano riuniti.

A chiudere la serata di sabato l’incontro “Talking about revolution”: intervengono i registi Carolina Popolani, Marco Pasquini e Stefano Savona.


Domenica 15 dedicata alla memoria di Vittorio Arrigoni, l’attivista italiano brutalmente assassinato esattamente un anno fa nella Striscia di Gaza.

Alle 19h al CineTeatro DB d’Essai, “Tahrir 2011” di Tamer Ezzat, Ayten Amin e Amr Salama. Presentato alla Mostra del Cinema di Venezia 2011 (fuori concorso) e al Festival di Toronto 2011 e premiato come miglior documentario al Films from the South Festival di Oslo, Tahrir 2011 racconta la rivoluzione egiziana da un punto di vista cinematografico unico, quello di tre registi egiziani. La storia della rivoluzione vista attraverso i loro occhi in tre capitoli diversi, dal titolo: Il Buono, Il Cattivo e Il Politico.

Alle 21 al CineTeatro DB d’Essai “18 days”. Selezione ufficiale al Festival di Cannes 2011 (fuori concorso), 18 days si compone di dieci cortometraggi sulla rivoluzione del 25 gennaio in Egitto. Dieci registi che raccontano altrettante storie che hanno vissuto, sentito o immaginato.

Alle Manifatture Knos/Cineporto dalle 18 alle 23, proiezione di M.A.R.E., dei cortometraggi selezionati dal "Masry Asly Film Fest", dell’audio-documentario “Volti di Tahrir”.

A testimoniare gli eventi di Piazza Tahrir, non solo proiezioni ma anche mostre: alle Manifatture Knos le foto dei “Volti di Tahrir” di Marco Pasquini. Foto scattate al Cairo, vicino Piazza Tahrir, lo scorso dicembre, ritratti dipinti sui muri di Via Mohamed Mahmoud, scena di combattimenti in seguito ai quali i rivoluzionari hanno rinominato quel luogo Strada dei Martiri. Sono volti ideali della rivolta egiziana: uomini e donne rappresentati con un occhio bendato, che hanno sacrificato il loro corpo in nome della libertà, della giustizia e della democrazia. La benda bianca è divenuta uno dei simboli della rivoluzione egiziana ancora in corso.

Al CineTeatro DB d’Essai “La rivoluzione delle rose”, dell’artista irachena Hadeel Azeez. Opere, fra installazioni e sculture, che rendono omaggio al coraggio e alla forza dei rivolu- zionari. I protagonisti: i giovani, motore del cambiamento. Rose e rivoluzione, due concetti apparentemente in contraddizione che esprimono allo stesso tempo forza e fragi- lità. Le opere di Hadeel colgono un momento preciso, quello della rivoluzione, ed un sentimento comune ai giovani, la voglia di cambiare il proprio Paese. Esse parlano di futuro, di speranza e del sogno, possibile, di mutamento.

Letto 2167 volte