Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Let's Start

07 Gen
Vota questo articolo
(0 Voti)

Dopo tanto penare finalmente abbiamo iniziato a lavorare sulla nostra creatura, e nonostante i vari ritardi, siamo riusciti a mettere in moto tutta la macchina organizzativa. Ad oggi sono state fatte tante cose, tra cui alcune partnership per noi molto importanti, ma che in sede di presentazione del progetto non erano state previste, abbiamo incontrato altri startuppers pieni di voglia di vincere e pieni di idee come noi, abbiamo trovato soggetti interessati anche tra le istituzioni pubbliche ed abbiamo contagiato con del sano ottimismo verso il domani tutti coloro che sono entrati in contatto con noi. Ma andiamo con ordine ed esaminiamo tutto quello che è stato fatto.

Innanzi tutto è stato costituito un soggetto giuridico che rispondesse ai nostri obiettivi: l’associazione Rhubbit, il cui nome non è casuale ma significa “Rapid Hub It” ovvero:  “aggregazione rapida”, una volta terminata la  fase burocratica del progetto abbiamo ricominciato a studiare, creandoci un percorso formativo tarato sulle nostre esigenze e finalizzato alla riuscita di questo ed altri progetti, dopo tutto si sa che l’appetito vien mangiando. Così abbiamo studiato rudimenti di economia, marketing, business model e business plan, oltre che a nuove tecniche di progettazione del software e gestione dei progetti. Insomma come primo step ci siamo dotati degli strumenti necessari per poter gestire risorse sia umane che di altra natura; questa fase di studio ha generato una nostra evoluzione sia sul piano personale che professionale e che dovrebbe  sfociare in un’ulteriore possibilità di erogare servizi di formazione, proprio negli ambiti da noi presi in esame. Nel contempo che i nostri studi andavano avanti, è sorta la necessità di dotarsi degli strumenti informatici necessari per la comunicazione, la gestione e la condivisione di esperienze e progetti, così ci siamo dotati innanzi tutto di una finestra sul mondo costruendo un sito internet multilingua e di tutti gli strumenti a noi più congeniali dopo averne provati diversi.

Durante questo periodo, incapaci di star fermi, abbiamo fatto networking ed illustrato il progetto Rhubbit nel suo insieme ed il progetto Engigna Tecnology Communication Marketing che sarà la nostra punta di diamante a dei soggetti terzi. Questi si sono mostrati molto interessati ad entrambi e così siamo riusciti a stringere un accordo di partnership con l’Università degli studi di Bari e precisamente con il dipartimento di Informatica – facoltà di scienze MM.FF.NN. Tale accordo di partnership non era inserito nella proposta di progetto al momento della consegna. Ma non abbiamo dialogato solo con le istituzioni; infatti sfruttando anche i nostri viaggi per lavoro abbiamo fatto tesoro delle esperienze maturate sia in Italia che all’estero ed abbiamo creato network laddove non esisteva nulla, abbiamo conosciuto gente, sperimentato format, strumenti e prodotti, quindi siamo tornati nella nostra terra natia ed abbiamo messo a frutto tutto quello che abbiamo appreso. Così, in questo vortice di eventi ed esperienze, abbiamo conosciuto altri startuppers mossi dai nostri stessi ideali e così ultimamente è nata la partnership con l’associazione QIRIS (Qualità Innovazione Ricerca Istruzione Sicurezza). Il frutto di queste collaborazioni e partnership porterà, nell’immediato, alla realizzazione nella città di Bari, di un evento dedicato allo sviluppo di app; questo evento si chiama BeMyApp Italia e vedrà ben tre date italiane.

Il progetto da noi proposto e finanziato da Principi Attivi è decisamente molto complesso e fa uso a piene mani di tutto quello che è tecnologia, quindi poiché dalla presentazione del progetto al termine di tutto l’iter burocratico è trascorso parecchio tempo, ci siamo rimboccati le maniche ed abbiamo intrapreso, da un punto di vista prettamente informatico, un percorso di formazione continua che ci consenta di essere al passo coi tempi e di poter proporre un prodotto tecnologicamente  adeguato. Quindi visto lo sforzo fatto e visto il percorso di studi che ci siamo fissati, per ridurre le possibilità di errore, abbiamo creato innanzi tutto un’app, ovvero un software disponibile su uno dei market dedicato al mondo del mobile, che ci permettesse di verificare in prima battuta quanto studiato ed in seconda battuta alcune nostre idee in merito a certi modelli di business che avevamo preso inizialmente in considerazione. Contestualmente abbiamo studiato i dieci migliori business model attualmente esistenti ed abbiamo verificato quale potesse essere quello da prendere ad esempio. Ovviamente nessuno di quelli esistenti aderiva perfettamente al nostro progetto e ne stiamo studiando uno che calzi a pennello al nostro progetto. Dopo aver individuato quindi delle parti atomiche relative al nostro progetto abbiamo quindi individuato un punto di inizio per la scrittura del codice sorgente ed abbiamo iniziato a lavorare sulla parte server in quanto è quella cruciale da cui tutto dipende.

Letto 1171 volte