Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Racale: il comune con delibera decide di adottare software libero

19 Dic
Vota questo articolo
(1 Vota)
Software Libero Comune di Racale
Software Libero Comune di Racale Salento Open Source

Passo importante per il Comune di Racale che con una delibera della giunta comunale decide di adottare software libero ed in maniera graduale abbandonare il software proprietario (ove possibile) ottenendo in questo modo, non solo un risparmio economico, derivante dal costo nullo delle licenze del software libero (in maggior parte gratuite e con licenze GPL, Generic Public Licence) ma a prescindere dalle implicazioni sociali, anche altri numerosi vantaggi rispetto al software proprietario:

  • essendo possibile modificare liberamente il software, è possibile personalizzarlo ed adattarlo alla proprie esigenze
  • il codice sorgente è sottoposto ad una revisione da parte di moltissime persone, pertanto è più difficile che contenga bachi e malfunzionamenti. In ogni caso, è sempre possibile per chiunque tenere un indice pubblico dei problemi, in modo che gli utenti li conoscano
  • se viene scoperto un baco o una falla di sicurezza, la sua correzione di solito è molto rapida
  • essendo il sorgente liberamente consultabile, è molto difficile inserire intenzionalmente nel software backdoor, cavalli di Troia o spyware senza che questi vengano prontamente scoperti ed eliminati, come invece è accaduto per alcune applicazioni commerciali (ad esempio il caso del database Firebird della Borland che conteneva una backdoor scoperta quando di tale software sono stati pubblicati i sorgenti)
  • non esistendo standard proprietari, le cui specifiche sono normalmente segrete, è molto più facile costruire software interoperabile
  • permettere a chiunque di modificare i sorgenti garantisce che ogni nuova funzionalità o copertura di un baco possa essere proposta da chiunque e immediatamente applicata dagli sviluppatori. Questo permette di avere rapidamente a disposizione un software che rispetta le esigenze di chi ha richiesto le modifiche in caso di necessità
  • la complessità e le dimensioni di alcune applicazioni di software libero (ad esempio, dei sistemi operativi) è tale che è necessario il supporto commerciale di un'azienda; il software libero si presta a creare nuove opportunità di business locale nel campo della formazione e del supporto, oltre che della eventuale personalizzazione del software.
  • collaborando con sviluppatori volontari e utilizzando il lavoro della comunità, anche le piccole e medie imprese sono in grado di sviluppare e vendere prodotti di alta qualità, senza dover ampliare il loro organico.

Adozione di formati aperti e liberi, per la diffusione e la conservazione dell’informazione

Uno degli aspetti più importanti dall'adozione di software libero e la conseguente adozione di formati aperti e liberi, per la conservazione dell’informazione, dei dati.

L’adozione di formati aperti e liberi permette di non dipendere da uno specifico fornitore e dalle sue scelte commerciali per quanto concerne l’accesso ai documenti passati e futuri: infatti, come è già accaduto, basta che il produttore di un software di videoscrittura abbandoni il supporto per un determinato formato proprietario che tutti i nostri file salvati in quel particolare formato non siano più accessibili.

E lo stesso vale nel caso di introduzione di nuovi formati proprietari: distribuire un documento in un nuovo formato proprietario costringe chiunque lo dovrà leggere ad aggiornare i propri software, con conseguenti costi (o comportamenti illeciti). Per i formati aperti, invece, non si corre né il rischio dell’obsolescenza, né quello della mancanza di alternative (spesso anche gratuite) per la loro fruizione. In questo modo i cittadini di Racale per accedere ai dati, informazioni, news, ecc. non saranno costretti ad acquisire licenze proprietarie per leggere i documenti a loro rivolti.

La trasparenza e la sicurezza delle soluzioni adottate

Dalle libertà di visione del codice sorgente, adattamento e diffusione delle migliorie, discendono la notoria trasparenza e maggiore sicurezza dei Software Liberi. Questi, infatti, sono sottoposti quotidianamente a un processo di revisione pubblico e distribuito del proprio codice sorgente, il che permette di conoscerne perfettamente il comportamento e garantisce l’assenza o la tempestiva eliminazione di quei difetti o comportamenti indesiderati che invece all’interno del software proprietario sono spesso nascosti, quasi sempre negati dai produttori e molto di rado corretti, con conseguenti danni per gli utenti degli stessi.

La drastica riduzione delle spesa di gestione

L'offerta di pacchetti di automazione d’ufficio liberi è ricca e sicuramente competitiva (se non quasi sempre superiore) agli equivalenti proprietari.

Basti pensare alla suite OpenOffice.org e a LibreOffice (che include tutto, dall’editor di testi al software per presentazioni, dal programma di grafica vettoriale alla composizione guidata di database, fino al foglio di calcolo). Ma ci sono anche altre alternative forse meno note ma altrettanto valide, come Abiword (editor di testi), Gnumeric (foglio di calcolo), Inkscape (grafica vettoriale e impaginazione), Gnucash (contabilità).

 

Altri esempi: software proprietario vs software libero

Descrizione

Software Proprietario
(costo delle licenze a postazione PC)
Software Libero
(zero spese per le licenze)
Suite d'ufficio: elaboratore testi, presentazioni,disegno, fogli di calcolo, database)
Microsoft Office da € 250 a € 800 (~) OpenOffice.org LibreOffice
Programma di foto ritocco e manipolazione delle immagini Photoshop € 1.200 (~) The Gimp
programma di produzione editoriale Microsoft office Publisher € 189 (~) Scribus, LaTEX
applicazione di desktop publishing Adobe InDesign € 1.400 (~) Scribus, LaTEX
applicazione di desktop publishing Microsoft office Publisher € 189 (~) Scribus, LaTEX
software di montaggio video Adobe Premier € 1.200 (~) Kino, Cinelerra, OpenShot
programma di grafica vettoriale tridimensionale e animazione Autodesk 3d Studio Max € 5.000 (~) Blender
programma di grafica vettoriale tridimensionale e animazione Autodesk Maya € 9.000 (~) Blender
software di masterizzazione Nero € 80 (~) K3b, Brasero, GnomeBaker
applicazione di Desktop Publishing Quark Xpress € 800 (~) Scribus, LaTEX
software CAD (computer aided design) per produrre disegni
bi/tridimensionali in ambito ingegneristico, architettonico, meccanico, etc.
AutoCAD € 1.300 (~) Archimedes, Qcad, FreeCAD BRL-CAD, SketchUP
Sistema Operativo

Windows 7 Starter Edition - 199.95 dollari americani .
Windows 7 Home Premium Edition - 259,95 dollari.
Windows 7 Enterprise - 299,95 dollari.
Windows 7 Ultimate Edition - 319.95 dollari.
Windows 7 Home Basic e Business - intorno ai 200-250 dollari.

GNU/Linux distribuzioni: Ubuntu, Ubuntu Server,

Debian, Fedora,

Suse Linux, Mandriva

Edubuntu, Xubuntu, Kubuntu

(~) Il costo può non essere preciso al 100%

Cosa dice il Governo sul Software libero e Open source?

«I prodotti open source (per caratteristiche intrinseche derivanti dalle stesse modalità di sviluppo e di evoluzione) determinano vantaggi in termini di:

* contenimento dei prezzi
* trasparenza (e quindi sicurezza)
* non dipendenza da un singolo fornitore
* elevata riusabilità
* accessibilità per le piccole realtà di sviluppo (economie locali)»
.

Come associazione siamo felici di poter fornire tutte le nostre competenze tecniche per la realizzazione di questo importante progetto e ringraziamo il vice sindaco di Racale Francesco Cimino che fin dall'inizio ha creduto in questo progetto impegnandosi in prima persona affinchè si arrivasse a questo punto di svolta informatica nel Comune di Racale ed ovviamente tutta quanta la giunta che ha votato questa delibera.

 

Letto 2050 volte Ultima modifica il Lunedì, 19 Dicembre 2011 16:21