Stampa questa pagina

Avviso pubblico per il sostegno alla gestione di spazi pubblici per la creatività giovanile: chiarimenti

25 Nov
in NEWS SUI LABORATORI URBANI

In riferimento all'Avviso pubblico per il sostegno alla gestione di spazi pubblici per la creatività giovanile, abbiamo ricevuto in questi giorni alcuni quesiti e sollecitazioni riguardo all'interpretazione dell'art. 2 dell'Avviso denominato "Soggetti proponenti".

La domanda ricorrente, semplificando, è: se una organizzazione partecipa a due associazioni temporanee di imprese (ATI) o di scopo (ATS) , le stesse ATI/ATS possono concorrere all'Avviso con due differenti proposte?

Abbiamo consultato i legali del nostro Servizio e la risposta fornita è la seguente.

"Dal tenore letterale della previsione dell'art. 2 "Soggetti Proponenti" appare evidente che ciascun soggetto proponente può presentare, in forma singola o associata, una sola proposta progettuale.

Giova a questo proposito ricordare che il Raggruppamento/Associazione Temporaneo di Imprese/Scopo non è - per sua natura - soggetto giuridico autonomo, da momento che nell'ambito del raggrupamento stesso le singole organizzazioni che lo compongono mantengono la propria soggettività, limitandosi ad attribuire (a seguito della stipula di un contratto di mandato collettivo di rappresentanza) ad un soggetto capofila l'incarico di rappresentarle e, in caso di aggiudicazione del contributo, di gestire tutto i rapporti con l'Ammnistrazione.

Pertanto, l'eventualità di proposte presentate da raggruppamenti al cui interno sia presente la stessa organizzazione (sia come mandataria che come mandante) comporterebbe la non accoglibilità delle proposte in questione".


La risposta, dunque, è negativa.

 

Letto 9334 volte Ultima modifica il Mercoledì, 07 Dicembre 2011 12:43