Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

MettiamoSuBottega .relazione di monitoraggio.

14 Nov
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il progetto “MettiamoSuruoteBottega” ha mosso i suoi primi passi a partire dal mese di giugno 2011, sebbene avesse già da tempo iniziato a vivere a livello embrionale nei nostri discorsi, riflessioni e aspettative. Innanzitutto l’Associazione MettiamoSuBottega si è presentata al popolo del web tramite il blog http://mettiamosubottega.wordpress.com/ - in cui vengono periodicamente inseriti articoli e riflessioni che riguardano i temi attuali dell’architettura - tramite la pagina facebook e, da ultimo, il sito http://www.osservatoriourbano.org/, contenente un database, aggiornabile da chiunque, dove segnalare la presenza di spazi pubblici marginali (in Puglia e non solo), in stato di abbandono o degrado; c.d. SPAM. Attraverso la compilazione di una semplice scheda, infatti, è possibile inserire il proprio SPAM nel catalogo e proporne la candidatura per gli interventi rigenerativi del progetto Rue-lotte di MettiamoSuBottega, il cui obiettivo è quello di favorire il reinserimento di spazi pubblici marginali (SPAM) all’interno del tessuto urbano, attraverso un processo di rigenerazione partecipativo che stimoli lo sviluppo della Cittadinanza Attiva. Il primo luogo d’intervento è stato individuato in un’area della città di Trani, Piazza Gisotti, situata in un quartiere di consolidata espansione, dove il cemento e l’asfalto fanno da protagonisti e i nuovi palazzoni da sfondo. La Piazza in questione è da tempo oggetto dell’attenzione di Amministrazione e cittadini e su di essa, più volte, sono stati pensati, proposti ed anche approvati progetti. La sua naturale funzione è quella di spazio pubblico collettivo, ma da tempo Piazza Gisotti si presenta agli occhi di tutti come una semplice distesa d’asfalto. Da un’analisi approfondita del tessuto edilizio-sociale della zona, condotta anche tramite questionari da noi sottoposti agli abitanti del quartiere, è emerso che la funzione sociale propria della “piazza” viene in questa zona spesso sostituita dai cortili interni ai complessi edilizi, luoghi più sicuri dove far giocare i propri figli e dove “almeno c’è un po’ di verde…”.

Ci siamo domandate, allora, se avesse ancora senso credere nella forza e nel valore della città, così come abbiamo imparato a conoscerla fino ad oggi. Ci siamo chieste se fosse ancora possibile che una superficie asfaltata con pochi alberi lungo il perimetro, circondata da palazzine, potesse essere il luogo in cui la popolazione si incontri e trascorra del tempo insieme. Abbiamo creduto di sì, o almeno che ci fosse dell’ottimo potenziale affinchè i cittadini si riappropriassero della propria spontanea attitudine all’incontro, ed è nato LABCITTA’, Festival di Rigenerazione Urbana, che ha avuto luogo dal 5 all’11 Settembre 2011 proprio in Piazza Gisotti a Trani, grazie anche alla stretta collaborazione con l’agenzia di eventi Cartaelatte. Nell’ambito del Festival sono stati realizzati alcuni interventi con l’intento di lasciare un segno permanente di questa riflessione, tra cui:

CRACK GARDEN

ll lavoro si ispira alla tenacia e all’invasività di piante grasse ed arbusti facilmente adattabili a diversi tipi di terreno. La realizzazione è avvenuta sfruttando l’avanzato stato di degrado dell’asfalto che in alcuni punti della piazza ha permesso il manifestarsi di vegetazione spontanea. L’intervento di gardening ha previsto di colmare le sconnessioni della superficie con la piantumazione di piante grasse e corbezzoli, in grado di sopravvivere anche nell’asfalto, senza avere necessità di costante manutenzione.

PIANTUMAZIONE

1.compensativa: integrazione del verde preesistente con la piantumazione dei cinque lecci mancanti nelle aiuole lungo il perimetro della piazza.

2.alternativa: piantumazione di corbezzoli all’interno di quattro contenitori in latta riciclati (precedentemente utilizzati come recipienti d’olio) ridipinti.

ARREDO URBANO

Si tratta di pezzi unici, pensati site-specific per il preciso contesto della piazza, ma che possono facilmente reinventarsi e proporsi come soluzioni versatili in diverse situazioni. L’idea principale si basa sull’utilizzo di materiale riciclato e riciclabile, modulare e di facile assemblaggio. E’ stato quindi scelto l’uso di pallet e legname riciclato (OSB).

L’arredo urbano prevede:

- quattro panche in legno di grandezze e dimensioni differenti, al cui interno sono integrate piccole fioriere per piante aromatiche (timo – rosmarino), rifinite durante il festival negli interventi di rigenerazione con la partecipazione della popolazione.

-quattro pallet piani, “contenitivi”, con integrazione di fioriere con piante aromatiche.

-un tavolo da ping pong.

CAMPETTI CALCIO, PALLAVOLO, BASKET

Rielaborando l’idea progettuale dell’Amministrazione Comunale per tale sito e sulla base delle rilevazioni sociologiche effettuate in merito agli spontanei utilizzi della piazza, l’intervento ha previsto l’enfatizzazione dell’uso sportivo del luogo, tracciando tre campetti differenti sovrapposti contraddistinti da differenti colori: pallavolo, calcio e basket.

Nell’ambito della settimana di Festival l’intera piazza è stata ripensata per essere un luogo polivalente in cui gli spazi potessero essere contraddistinti da diverse funzioni compresenti nello stessa area. Grande importanza è stata data al terreno di gioco, che ha occupato circa la metà della superficie disponibile; la restante parte è stata dedicata a luogo di convivio e di socializzazione. Sono state installate diverse sedute oltre quelle permanenti, gli aperitivi e le merende sono stati curati nell’Area Food da Cartaelatte, MettiamoSuBottega ha installato la propria officina mobile aperta a tutti.

PRESENZA DELLA RUE-LOTTE

La Rue-lotte di MettiamoSuBottega, segno distintivo dell’inizio dell’intervevento rigenerativo sul territorio, ha assunto la funzione pratica di temporary office in cui svolgere attività di consulenza gratuita in tema di architettura e design. La popolazione è stata incuriosita da questo approccio più informale all’architettura, al punto tale che ci è stata anche commissionata una consulenza per l’arredo del terrazzo di un attico di un palazzo adiacente la piazza.

LABCITTA’ è il primo di tre interventi previsti dal progetto; i successivi interventi sono in fase di ideazione e progettazione.

alcune foto sono anche su http://www.flickr.com/photos/mettiamosubottega/

Letto 1141 volte Ultima modifica il Domenica, 20 Novembre 2011 10:49

Progetto collegato

tutte le news