Stampa questa pagina

RSVP – Puntata 6: Sfida al primo pitch in Silicon Valley style

14 Mag
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)
[video:http://www.youtube.com/watch?v=wE7vXhIh6yE 640x360]
Uno degli aspetti più interessanti di questa telecronaca intermittente della mia esperienza in Silicon Valley è dato dai riscontri che mi stanno arrivando da tanti miei conterranei che mi scrivono per parlarmi delle proprie idee e dei propri progetti. È fantastico ricevere feedback e percepire che nella mia terra c’è voglia di fare. In questo modo, dare il mio contributo per seminare bene diventa ancora più gratificante. E allora in questa puntata di RSVP vi racconto come vengono presentate le idee qui in Silicon Valley, per poi sfidarvi a raccontare la vostra idea.
Innanzitutto iniziamo a costruire il vocabolario partendo dalla parola pitch. Qui ognuno racconta se stesso o la propria idea imprenditoriale con il pitch. Un pitch non è altro che una presentazione che deve avere due caratteristiche: deve essere breve ed efficace. L'America, si sa, è un paese dinamico dove il tempo è tutto e dove i ritmi sono così frenetici che mezz'ora può cambiare completamente il resto della tua vita. Perciò, immaginate di parlare con il più grande investitore della Bay Area, o con un importante manager di Google o di Apple. In un tempo compreso tra 30 secondi e due minuti dovete riuscire a raccontare chi siete, a descrivergli a quali bisogni risponde la vostra idea imprenditoriale, e parlargli di come la state realizzando e di quali benefici vi aspettate di apportare. Ovviamente dovete anche indicare di cosa avete bisogno: un lavoro, un aiuto economico, una consulenza, una partnership o un’informazione. Il tutto deve essere preparato in modo sufficientemente accattivante da catturare l'interesse della persona in questione. Pertanto, il pitch deve essere ordinato, chiaro e persuasivo. Deve fare breccia nel cervello del vostro interlocutore, in modo da aggiudicarsi tutta l'attenzione possibile. Per farvi capire di cosa si tratta, provo con il pitch della mia idea.
Sono Nicholas Caporusso, dottorando in ingegneria informatica, fulbright scholar, co-fondatore e responsabile tecnico-scientifico di QIRIS, un’organizzazione non-profit per la ricerca scientifica indipendente nel campo dell’interazione uomo-macchina e gestione del rischio ospedaliero. QIRIS è una piattaforma partecipativa e multidisciplinare per lo sviluppo di idee di ricerca applicata. In pratica, laureandi, laureati e ricercatori possono portare la propria idea in QIRIS e svilupparla insieme agli altri, collaborando anche attraverso il web. In questo modo, è possibile ridurre i costi, mitigare il rischio associato alla start-up, migliorare la qualità dei progetti, e aumentare l’attenzione della collettività verso la ricerca scientifica. In due anni, abbiamo attivato 5 linee di ricerca, avviato 8 progetti, pubblicato 11 articoli e avviato oltre 25 nuove pubblicazioni, come è possibile leggere su www.qiris.org. Attualmente cerchiamo partner internazionali, grant, finanziatori e persone motivate che ci aiutino a portare avanti la nostra missione.
60 secondi netti. Ora che ho preparato il pitch, devo continuare a praticarlo, per migliorare la mia capacità di pitchare un investitore, un altro imprenditore o anche solo per raccontare in breve la mia vita a qualcuno.
Adesso lancio una sfida a tutti i Principi Attivi e a tutti gli intraprendenti. Provate a condensare la vostra idea imprenditoriale, il vostro progetto, o la vostra iniziativa in un video pitch di 60 secondi netti. Una volta registrato, caricate il video su YouTube e poi sul blog di Principi Attivi e condividetela sulla community. Mi raccomando, siate chiari e spontanei. E sorridete! Preparate scrupolosamente il testo e abbinatelo al video, in modo che chi non può accedere ai video possa leggerlo.  Mi rivolgo ai nuovi progetti appena partiti, ma non solo. Facciamo conoscere le nostre idee, diffondiamole con entusiasmo, utilizziamo i social network per coinvolgere conoscenti e per fare arrivare lontano la nostra rivoluzione creativa. Fate girare questo video in modo da estendere ai vostri amici questa sfida. Fate RSVP adesso e registrate oggi il vostro pitch, non richiede che 60 secondi netti del vostro tempo. Vi ricordo che RSVP sta per “Rispondete, per favore” (e quindi, rispondete!) o, se volete, per Ricreiamo la Silicon Valley in Puglia (e non solo). RSVP.

Letto 1717 volte Ultima modifica il Sabato, 14 Maggio 2011 12:23