Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

RSVP – Puntata 6: Sfida al primo pitch in Silicon Valley style

14 Mag
Vota questo articolo
(0 Voti)
[video:http://www.youtube.com/watch?v=wE7vXhIh6yE 640x360]
Uno degli aspetti più interessanti di questa telecronaca intermittente della mia esperienza in Silicon Valley è dato dai riscontri che mi stanno arrivando da tanti miei conterranei che mi scrivono per parlarmi delle proprie idee e dei propri progetti. È fantastico ricevere feedback e percepire che nella mia terra c’è voglia di fare. In questo modo, dare il mio contributo per seminare bene diventa ancora più gratificante. E allora in questa puntata di RSVP vi racconto come vengono presentate le idee qui in Silicon Valley, per poi sfidarvi a raccontare la vostra idea.
Innanzitutto iniziamo a costruire il vocabolario partendo dalla parola pitch. Qui ognuno racconta se stesso o la propria idea imprenditoriale con il pitch. Un pitch non è altro che una presentazione che deve avere due caratteristiche: deve essere breve ed efficace. L'America, si sa, è un paese dinamico dove il tempo è tutto e dove i ritmi sono così frenetici che mezz'ora può cambiare completamente il resto della tua vita. Perciò, immaginate di parlare con il più grande investitore della Bay Area, o con un importante manager di Google o di Apple. In un tempo compreso tra 30 secondi e due minuti dovete riuscire a raccontare chi siete, a descrivergli a quali bisogni risponde la vostra idea imprenditoriale, e parlargli di come la state realizzando e di quali benefici vi aspettate di apportare. Ovviamente dovete anche indicare di cosa avete bisogno: un lavoro, un aiuto economico, una consulenza, una partnership o un’informazione. Il tutto deve essere preparato in modo sufficientemente accattivante da catturare l'interesse della persona in questione. Pertanto, il pitch deve essere ordinato, chiaro e persuasivo. Deve fare breccia nel cervello del vostro interlocutore, in modo da aggiudicarsi tutta l'attenzione possibile. Per farvi capire di cosa si tratta, provo con il pitch della mia idea.
Sono Nicholas Caporusso, dottorando in ingegneria informatica, fulbright scholar, co-fondatore e responsabile tecnico-scientifico di QIRIS, un’organizzazione non-profit per la ricerca scientifica indipendente nel campo dell’interazione uomo-macchina e gestione del rischio ospedaliero. QIRIS è una piattaforma partecipativa e multidisciplinare per lo sviluppo di idee di ricerca applicata. In pratica, laureandi, laureati e ricercatori possono portare la propria idea in QIRIS e svilupparla insieme agli altri, collaborando anche attraverso il web. In questo modo, è possibile ridurre i costi, mitigare il rischio associato alla start-up, migliorare la qualità dei progetti, e aumentare l’attenzione della collettività verso la ricerca scientifica. In due anni, abbiamo attivato 5 linee di ricerca, avviato 8 progetti, pubblicato 11 articoli e avviato oltre 25 nuove pubblicazioni, come è possibile leggere su www.qiris.org. Attualmente cerchiamo partner internazionali, grant, finanziatori e persone motivate che ci aiutino a portare avanti la nostra missione.
60 secondi netti. Ora che ho preparato il pitch, devo continuare a praticarlo, per migliorare la mia capacità di pitchare un investitore, un altro imprenditore o anche solo per raccontare in breve la mia vita a qualcuno.
Adesso lancio una sfida a tutti i Principi Attivi e a tutti gli intraprendenti. Provate a condensare la vostra idea imprenditoriale, il vostro progetto, o la vostra iniziativa in un video pitch di 60 secondi netti. Una volta registrato, caricate il video su YouTube e poi sul blog di Principi Attivi e condividetela sulla community. Mi raccomando, siate chiari e spontanei. E sorridete! Preparate scrupolosamente il testo e abbinatelo al video, in modo che chi non può accedere ai video possa leggerlo.  Mi rivolgo ai nuovi progetti appena partiti, ma non solo. Facciamo conoscere le nostre idee, diffondiamole con entusiasmo, utilizziamo i social network per coinvolgere conoscenti e per fare arrivare lontano la nostra rivoluzione creativa. Fate girare questo video in modo da estendere ai vostri amici questa sfida. Fate RSVP adesso e registrate oggi il vostro pitch, non richiede che 60 secondi netti del vostro tempo. Vi ricordo che RSVP sta per “Rispondete, per favore” (e quindi, rispondete!) o, se volete, per Ricreiamo la Silicon Valley in Puglia (e non solo). RSVP.

Letto 1693 volte Ultima modifica il Sabato, 14 Maggio 2011 12:23

Progetto collegato

tutte le news