Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Così unici da riuscire a ragionare insieme

21 Feb
Vota questo articolo
(0 Voti)

[video:http://www.youtube.com/watch?v=BqQ1y2MKa1k 480x360] 

Quando mi capita di accendere la televisione qui in Silicon Valley, noto sempre tantissime reclame che pubblicizzano antidepressivi e centinaia di altri medicinali. Ma un numero considerevole di spot promuovono studi legali e class action contro farmaci ritirati dal mercato a causa delle loro contro indicazioni, generando una reazione a catena.

Sei depresso? Compra questo medicinale. Hai preso un farmaco e sei stato male? Cita in giudizio la ditta farmaceutica con il nostro studio legale. Hai perso una causa? Denuncia il tuo avvocato grazie al nostro consulente. Il tuo conto in banca è stato dilaniato dalle spese legali? Chiedi un prestito e noi te lo concediamo subito.  Sei depresso perché non riesci a restituire i soldi alla finanziaria? Prova con gli antidepressivi.

In fondo ogni paese ha le proprie contraddizioni, e l'America non fa eccezione. Ma io sono qui per cogliere gli spunti positivi offerti dell’esperienza del Fulbright BEST. Non solo: il senso di RSVP è proprio quello di fornire l’opportunià a tutti di interagire con il meglio della Bay Area. A tale proposito, in questa puntata, voglio suggerire un’iniziativa molto interessante per permettervi di venire qui in Silicon Valley.

Si tratta del Graduate Studies Program della Singularity University (http://singularityu.org/programs/graduate-studies-program/), un programma di studio intensivo di tre settimane presso il NASA AMES Research Center, nel cuore della Bay Area. Incuriosito dall'iniziativa, ho parlato un po' con Ross Shott, addetto alle relazioni pubbliche della Singularity University. Ross mi ha spiegato che l'obiettivo del programma, e più in generale quello della Singularity University è far dialogare i migliori giovani cervelli di tutto il mondo. Farli ragionare insieme è il modo migliore per facilitare lo sviluppo di tecnologie che possano aiutare risolvere i problemi che l’umanità si troverà ad affrontare nel prossimo futuro (ad esempio, cambiamenti climatici, distribuzione della ricchezza, emergenze sanitarie, fonti di energia e di sostentamento).

Il Graduate Studies Program è rivolto a ragazzi dai 19 ai 35 anni ed è particolarmente utile per i neolaureati e per i dottorandi al primo anno di attività. Ha una durata di 10 settimane, durante le quali i partecipanti hanno la possibilità di assistere a lezioni tenute da professori dell’Università di Stanford, di Berkeley e da scienziati della NASA. Il crash-course consta di materie che spaziano dalla robotica alle neuroscienze, dalle energie rinnovabili alla fisica, dall’economia alla giurisprudenza. In questo modo, i partecipanti hanno la possibilità di arricchire le proprie competenze, in modo da poter iniziare a guardare lontano nel futuro.

Inoltre, gli studenti partecipano ad attività di gruppo che aiutano a socializzare e a rafforzare il senso di team. Durante l’arco delle 10 settimane sono previste anche attività ricreative e percorsi di intrattenimento, visite presso aziende, gite nei parchi e nelle mete turistiche della California. In questo modo, oltre che avere l’opportunità di imparare e di lavorare insieme, gli studenti hanno la possibilità di assorbire la cultura locale e di migliorare il proprio inglese.

Il programma si svolgerà dal 18 giugno al 27 agosto 2011 e le iscrizioni sono ancora aperte! Perciò invito quanti sono interessati a visitare il sito della Singularity University e a documentarsi meglio sul programma e sul processo di selezione. Se la cosa vi convince, accogliete l’invito di RSVP e inviate in fretta la vostra candidatura (http://singularityu.org/apply/)!

Il processo di selezione mi sembra particolarmente serio perché i candidati vengono esaminati non solo sulla base della loro proposta scritta, ma anche tramite interviste informali che hanno lo scopo di conoscere meglio gli aspiranti studenti. Ross ricordava il nome di una mia amica che ha partecipato alla scorsa edizione del programma, a testimoniare l’attenzione verso le persone. Infine, voglio tranquillizzare quanti pensano di non farcela: il fatto che una domanda venga scartata non preclude nè inficia la possibilità di ricandidarsi il prossimo anno.

A giugno dovrei essere ancora qui in Silicon Valley, perciò faccio un “in bocca al lupo” a coloro che si cimenteranno nella domanda e concludo con l’augurio di poter passare il testimone di RSVP a qualcuno di voi.

Vi ricordo che RSVP sta per “Rispondete, per favore” (e quindi, rispondete!) o, se volete, per Ricreiamo la Silicon Valley in Puglia. RSVP.

Letto 1629 volte

Progetto collegato

tutte le news