Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

RSVP - puntata 2: tanta energia in un posto così piccolo

01 Feb
Vota questo articolo
(0 Voti)
[video:http://www.youtube.com/watch?v=Nt7NWqgvdPc 640x360]

All’inizio della scorsa settimana, ho parlato con Lyne Noella, CEO di Waveplay, che mi ha detto: “In un paese così grande come gli Stati Uniti, l’entropia, la creatività e la voglia di mettersi in gioco sono concentrate in un posto piccolissimo come la Silicon Valley, dove le persone sono diverse.” Poi ha continuato, dicendo: “non è meraviglioso il fatto che basterebbe creare l’atmosfera giusta per generare la stessa forza creativa, ovunque?”. E quando mi sono commosso pensando alla mia terra, lei ha provato timidamente a parlarmi in italiano: lo sta imparando con delle audiolezioni, è stata una volta nel nostro paese e non vede l’ora di tornarci. Nel frattempo, quando guida per le strade senza fine della California, ascolta e ripete frasi nella nostra lingua, e sogna l’Italia, ma probabilmente non quella delle ultime notizie.

Per quanti invece continuano a fare il contrario, in questa nuova puntata di RSVP, proverò a condividere un po’ di ciò che ho incontrato qui nell’ultima settimana, e in particolare, proporrò due elementi fortemente contrastanti. Innanzitutto, cercherò di portare il meglio della scienza e dell’innovazione della Silicon Valley a casa vostra. E poi parlerò di una proposta controversa per combattere le malattie sessualmente trasmissibili che sta nascendo qui negli Stati Uniti.

Innanzitutto vi presento una risorsa dedicata a chi è appassionato di scienza ed è stanco di guardare i soliti programmi televisivi. Il Palo Alto Research Center ospita periodicamente eventi in cui scienziati e ricercatori di altissimo profilo discutono dei progressi della ricerca e dell’innovazione tecnologica in tanti ambiti estremamente diversi l’uno dall’altro. Ad esempio, la settimana scorsa ho assistito dal vivo alla presentazione delle nuove tecnologie che permettono di realizzare circuiti, memorie, processori e display flessibili. Inoltre, questa tecnologia, consentirà di stampare schede elettroniche e display con apposite stampanti come se fossero documenti. Poi, un monitor potrà essere piegato o tagliato, e continuerà a funzionare. Notevole, vero?

Tutti gli incontri, più di 350, sono disponibili su Internet all’indirizzo del PARC Forum speaker series http://www.parc.com/events/forum.html. Dal 2009, i seminari vengono registrati e sono disponibili in streaming in versione integrale. Perciò, dato che si tratta di cibo buono per la mente, vi auguro buona visione e buon appetito!

Il secondo argomento che intendo trattare riguarda una proposta un po’ controversa che ho scoperto partecipando all’Health 2.0 Code-a-thon, una maratona ospitata da Google e rivolta a ricercatori, sviluppatori e designer che hanno in mente la realizzazione di soluzioni innovative per la sanità pubblica. La manifestazione era sponsorizzata da QPID.me, che è appunto il sito di cui voglio parlarvi. Il fondatore mi ha raccontato di aver realizzato il progetto per evitare la diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili nel caso di rapporti con partner occasionali.

Praticamente, funziona così: ognuno effettua il test dell’HIV, della sifilide o di altre malattie. Dopo essersi iscritto a QPID, l’utente autorizza il sito ad accedere ai risultati delle analisi. Poco prima di un rapporto con un partner ritenuto poco affidabile, è possibile chiedere a QPID di inviare via SMS i risultati del test al proprio partner, in modo da dimostrargli di essere negativi. Chiaramente, ci si aspetta che il proprio partner faccia lo stesso. In pratica, QPID agisce come un’authority che certifica che entrambi i partner non siano affetti da malattie sessualmente trasmissibili. La mia domanda è: che ne pensate? Voi lo utilizzereste? Quali sono le implicazioni?

Vi invito a commentare a scrivermi le vostre osservazioni. Inoltre, potete mandare richieste, commenti, consigli e critiche a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Vi ricordo che RSVP sta per “Rispondete, per favore” (e quindi, rispondete!) o, se volete, per Ricreiamo la Silicon Valley in Puglia. RSVP.

Letto 1678 volte Ultima modifica il Martedì, 01 Febbraio 2011 12:01

Progetto collegato

tutte le news