Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Relazione finale - WHO IS THW BOSS?FILM

18 Gen
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nasce la Rabid Film snc a luglio del 2009. I primi passi sono stati la costituzione formale della società e l’adempimento a vincoli burocratici.

Siamo partiti sin da subito con un forte entusiasmo e la voglia di mettere insieme un gruppo di lavoro, una troupe cinematografica. Molti amici e professionisti del settore hanno con entusiasmo accettato la nostra proposta di collaborazione e insieme abbiamo cominciato la nostra prima vera produzione.

“salva la cozza” è il nome del nostro primo progetto, un film documentario sull’antica tradizione di mangiare frutti di mare crudi in Puglia. Abbiamo pensato di realizzare un prodotto sia per la tv che per il cinema, scritto e poi diretto da Ascanio Petrini, socio della Rabid.
Approvata l’idea è cominciato un vero e proprio lavoro di sviluppo progetto e produzione, ognuno ha svolto il proprio ruolo nel completo rispetto dell’altro. Contemporaneamente abbiamo ideato e creato il logo della società, collaborato con il web designer alla realizzazione del sito internet (www.rabidfilm.it).

Una società di produzione cinematografica esiste nel momento in cui ha prodotto dei progetti audiovisivi, viene riconosciuta dal mercato audiovisivo nel momento in cui ha ricevuto riconoscimenti e premi del settore. Noi invece siamo andati in rete nonostante il nostro “misero portfolio”, ma ci siamo detti:”da qualche parte si deve pur cominciare”!!

Nonostante il budget vinto da Principi Attivi, abbiamo dovuto cercare sponsor e partner per realizzare “Salva la cozza”, soprattutto quando abbiamo deciso di renderlo lungo 70’.

Le nostre energie sono state investite principalmente nella realizzazione di questo film. Con “Salva la cozza” vogliamo raccontare la Puglia, i suoi paesaggi, i suoi volti, i suoi colori attraverso l’antichissima abitudine di mangiare frutti di mare crudi, che da secoli si tramanda da generazione in generazione. L’autore e regista, Ascanio Petrini, socio della Rabid ha voluto raccontare poeticamente e profondamente un’usanza, che ci rappresenta tutti, nel mondo, per imprimerla su nastro e fare in modo che non possa mai perdersi.

La ricerca di testi e fonti storiche che potessero attestare l’origine dell’abitudine di mangiare cozze crude, polpi sbattuti e arricciati, è andata di pari passo con i sopralluoghi fatti a Bari, Taranto, Gallipoli, gli incontri con biologi marini, direttori di asl, antichi ristoratori, pescivendoli e grossiti, il popolo che ci ha aiutato ad entrare completamente nella vita di chi rinuncerebbe a tutto, ma guai a non avere un piatto di cozze crude sulla tavola la domenica!

Abbiamo programmato e distribuito le riprese del film durante tutto l’anno 2009-2010, per poter riprendere e raccontare le quattro stagioni, ognuna con i suoi frutti e le sue sfaccettature. Dopo aver scritto il soggetto e aver ideato una semplice brochure del progetto, abbiamo cercato di coinvolgere personaggi noti, originari della Puglia che potessero raccontarci il proprio legame con la tradizione del crudo di mare. Senza alcuno sforzo abbiamo subito trovato l’entusiasmo e la collaborazione di Gianni Ciardo, Lunetta Savino e Gennaro Nunziante, successivamante di Nico Cirasola ed Edoardo Winspeare. La soddisfazione è stata enorme, perché ha vinto l’idea, non avendo un porfolio, ripeto è un po’ difficile essere presi in considerazione, ma ci siamo detti: “magari l’idea funziona davvero”.

A questo punto l’entusiasmo era alle stelle, perché si sa il personaggio tira e i film vanno venduti, questo è il mercato spietato del cinema, però l’originalità del nostro soggetto e la carica che ci ha accompagnato per tutto il progetto sono stati più forti di qualsiasi cosa.

La troupe man mano diveniva sempre più ampia e strutturata.

La sorpresa è stata grande quando con una mail di richiesta sponsor e la brochure di “Salva la cozza”, la Camera di Commercio di Bari ha accettato volentieri di partecipare al film dandoci un piccolo contributo liberale, successivamente la gazzetta del Mezzogiorno ha accettato di pubblicizzare l’uscita del film sul sito e sul giornale. La squadra si allarga sempre di più…e gli animi sono carichi…aumenta anche l’ansia, di non deludere, di fare in modo che il film funzioni…

Sono proseguite per tutti i mesi invernali, soprattutto in primavera e in estate le riprese . Abbiamo vissuto mesi con i pescatori di “n derr a lanza” a Bari, a Taranto con i cozzari, a Gallipoli tra il mercato del pesce e i grossisti, sugli scogli di San giorgio tra padri e figli che sbattono e arricciano polpi, a Savvelletri, patria dei ricci durante il periodo pasquale. Ci siamo emozionati in questi mesi, a volte anche commossi, abbiamo riso tanto e ci siamo tuffati in un mondo fatto di poche cose materiali, a volte puzzolente e fetido, ma carico di energia, di verità, di passione e di amore viscerale verso la propria terra, le proprie acque e i propri odori.

“Salva la cozza” si pone come obiettivo quello di far conoscere e allo stesso tempo salvare una tradizione, chi ha permesso che divenisse tale e chi da questo commercio sopravvive.

Il film è attualmente in fase di postproduzione, sarà pronto a febbraio 2011 e verrà proposto ai migliori Festival di Cinema internazionali.

L’obiettivo è riuscire ad esportare il nostro lavoro, vogliamo essere presenti sul mercato internazionale e principi Attivi ci ha dato la possibilità di crederci, noi lo abbiamo fatto, con tutte le nostre forze, ogni giorno durante questi 12 mesi, adesso stiamo a guardare.

In questo anno di attività abbiamo messo su anche una sede operativa, suggestiva e ideale location per lasciarsi ispirare, immersi nelle campagne di Polignano a mare abbiamo proposto a tutte le produzioni italiane e non impegnate nel territorio pugliesela nostra collaborazione,come società di produzione, ricerca sponsor, product placamento, ecc.. Abbiamo collaborato con società romane e pugliesi per la realizzazione di progetti audiovisivi da loro prodotti. Ed ecco che il nostro portfolio pian piano cresce,l’attività va avanti, si sviluppa…
Letto 1812 volte

Progetto collegato

tutte le news