Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

POOYA. La Puglia comunica - Relazione finale

27 Dic
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Il Progetto "POOYA. La Puglia comunica", vicintore del Progetto Principi Attivi della Regione Puglia ID n. 1244, si è concluso il 31 ottobre 2010. A conclusione delle attività, tiriamo le somme del progetto e misuriamo l'efficacia delle azioni intraprese e del sistema creato.

Come previsto da progetto iniziale, POOYA è diventata un’agenzia di comunicazione e pubblicità da noi definita 2.0, in quanto esempio di applicazione di un nuovo modello economico e lavorativo di tipo partecipativo e condiviso su piattaforma comune. Un collettivo di giovani professionisti che producono e condividono creatività e che vivono il proprio lavoro con passione. POOYA ad oggi offre servizi innovativi ed efficaci di comunicazione, marketing e multimedia, ad aziende, istituzioni ed enti no-profit. Studia scenari e valuta le migliori opportunità di sviluppo proponendo soluzioni originali, economiche e non convenzionali. Prodotti di design e soluzioni internet low-cost, dal linguaggio fresco e accessibile, che permettono ai nostri partner di calibrare azioni di comunicazione professionali ed a prezzi contenuti.

POOYA sfrutta la professionalità e l’intelligenza creativa di un gruppo aperto di professionisti pugliesi della comunicazione. Grafici, web designer, copywriter, sviluppatori web, video maker, ecc. semplicemente creativi possono diventare pooyesi candidandosi alla nostra community. Ognuno di loro può accedere a reali attività di comunicazione, vedere i propri lavori pubblicati e ricevere un compenso per il lavoro svolto o anche per la sola partecipazione al processo creativo. Al committente POOYA da la possibilità di scegliere fra più idee creative realizzate da differenti autori, premiare i migliori progetti e ottenere servizi di comunicazione professionali e realmente low-cost.

Il gruppo di lavoro vincitore del bando principi attivi della regione Puglia ha costituito la società Pooya di F. Valenzano e c. s.a.s. il 13 luglio 2009 e stipulato l’atto d’impegno e regolamentazione con la regione il 03 agosto 2009. I primi due mesi di attività sono stati dedicati all’individuazione dei migliori fornitori e alla ricerca di una sede operativa. Le reali attività del progetto sono iniziate per tanto nel mese di ottobre 2009 con l’apertura di una sede operativa in via Cimmarrusti 8 a Bari e l’acquisto dell’attrezzatura e i servizi previsti da progetto. Nel dettaglio il progetto ha funzionato tramite la costruzione di un network, dapprima reale e infine sulla Rete, composto da operatori del settore, che hanno condiviso commesse di comunicazione e design tramite l'intermediazione e supervisione di POOYA. L'obiettivo è stato quello di creare e applicare un sistema di lavoro basato sulla partecipazione attiva e libera degli utenti con modalità di telelavoro, al fine di abbattere i costi di gestione dell'impresa e applicare questi benefici economici a prodotti di comunicazione "low-cost" per i clienti.

Il processo per la generazione di tale sistema si è svolto in 3 fasi. Nella prima fase, da agosto a ottobre 2009, il gruppo di lavoro ha analizzato e progettato l'architettura logica del progetto e le azioni da applicare nelle successive fasi. La struttura logica è stata costruita per essere applicabile ad una rete sociale reale di professionisti, con canali di comunicazione già esistenti (skype, MSN, e.mail, FTP, ecc.), e su Internet, tramite la successiva costruzione di una community, in collaborazione con uno degli sviluppatori web iscritti al network. Ogni strumento e azione è stata creata per essere perfettamente integrabile con i più noti e gratuiti strumenti di social networking e content-sharing presenti in Internet, al fine di ottimizzare al meglio i costi di funzionamento. Abbiamo ideato inoltre un contratto etico con il quale tutti i creativi pooyesi aderiscono al progetto e si impegnano a contribuire allo sviluppo del collettivo. Tale studio ci ha permesso inoltre di produrre il materiale promozionale e di comunicazione di POOYA. In tale periodo inoltre il gruppo di lavoro è stato impegnato nelle attività amministrative e organizzative per la costruzione di una sede fisica a Bari e delle infrastrutture tecnologiche necessarie all'attuazione del Progetto.

Il network è stato creato e verificato nella seconda fase, nella sua versione beta tramite canali di comunicazione provvisori e già esistenti. L'obiettivo di tale fase è stato la verifica, in ambiente simulato, del funzionamento del nuovo sistema di lavoro su un network chiuso di utenti. Si è proceduto dapprima ad individuare gli strumenti di comunicazione e file sharing necessari per il funzionamento della community reale. Sono stati scelti strumenti gratuiti e facilmente reperibili su Internet nonché applicazioni di social networking fra i più noti, come Skype, MSN, iChat, Facebook e Youtube, oltre ad un web server per la trasmissione file via FTP. Successivamente si è proceduto alla raccolta delle candidature degli operatori del settore e alla selezione dei primi utenti. I requisiti preferenziali richiesti sono stati le origine pugliesi, la comprovata ma minima esperienza nel settore, il domicilio fuori dalla Regione Puglia, l'assenza di impedimenti fiscali e legali per la partecipazione al progetto. Nello stesso tempo l'agenzia POOYA, tramite le azioni di comunicazione intraprese nella prima fase, ha cominciato ha raccogliere le prime commesse da parte di clienti pubblici e privati che hanno espresso la disponibilità a sottoporre le loro richieste al network, con particolare attenzione alle peculiarità territoriali e alla qualità dei progetti richiesti. Ogni commessa è stata organizzata in bando, definendo il settore di appartenenza, il briefing creativo, il compenso concordato, i destinatari e il materiale necessario per la partecipazione. Le modalità di individuazione dei vincitori e il compenso sono stati definiti come da progetto: il cliente avrebbe individuato il progetto vincitore, a cui sarebbe andato il 30% della commessa, e altri 2 progetti meritevoli di attenzione e ricompensati con circa il 5% l'uno dell'importo totale.

 

Gli utenti selezionati e che hanno partecipato al network durante i 12 mesi di progetto sono stati 12, su 28 candidature ricevute, per la quasi totalità pugliesi e per una buona parte domiciliati fuori dalla regione:

 

  • Adriano G. (fotografo e grafico, Milano) 
  • Altea U. (grafico e illustratrice, Bari) 
  • Laura F. (illustratrice, Bari) 
  • Pierluca R. (sviluppatore web, Rimini) 
  • Roberto S. (sviluppatore web, Bologna) 
  • Marcello B. (sviluppatore web e flash developer, Parigi) 
  • Michele F. (sviluppatore web, Bari) 
  • Andrea N. (copywriter, Roma) 
  • Sandro G. (copywriter, Cagliari) 
  • Alessandro P. (fotografo e allestitore, Conversano) 
  • Luca D. (videomaker, Bari) 
  • Marco G. (videomaker, Roma) 

 

Due di questi, Marcello B. e Adriano G., grazie all'esperienza con POOYA, hanno deciso di tornare nella propria città di origine per lavoro. Sono state raccolte 18 commesse per progetti di comunicazione integrata, per una media di costo di 1.300 € a cliente, con una riduzione del 60% sui costi medi per azioni simili sul mercato pugliese (dato tratto da nostra analisi di mercato). In tale periodo, POOYA ha sottoposto al network progetti richiesti da Enti pubblici, aziende private e organizzazioni no-profit, quali campagne di comunicazione, servizi fotografici, prodotti di design, allestimenti e organizzazione di eventi, siti internet, azioni di web marketing, video, ecc. A conclusione di tale fase, è stata analizzata l'efficacia del sistema lavorativo ed economico, studiando la ricaduta in termini economici e qualitativi sull'agenzia di comunicazione, gli utenti del network e i clienti. Sono stati inoltre perfezionati i flussi di lavoro e di comunicazione fra i tre attori raccogliendo i loro feedback. Abbiamo inoltre continuato le attività di promozione e gestito la sede come hub fisico e virtuale del network, mettendo a disposizione degli utenti le risorse tecnologiche e informative dell'agenzia. E' nato dunque spontaneamente un gruppo principale di operatori che hanno promosso attività reali di animazione, quali la partecipazione a fiere ed eventi, sperimentazioni di lavoro, azioni di formazione. In questo modo POOYA ha offerto ai giovani creativi uno spazio di discussione e condivisione, un laboratorio di comunicazione dove far crescere giovani talenti e dar vita a uno stile pugliese. Ha avuto un grande successo il primo gadget da noi ideato e prodotto da Roberto De Fano, un guscio di cozza con occhi e lingua, che rappresenta non solo il marchio ma l’essenza stessa del progetto. È il nostro primo esperimento di prodotto promozionale ecosostenibile, realizzato con materiale di scarto e dai costi contenuti, grazie al coinvolgimento di un giovane talento pugliese.

 

Infine nella terza fase abbiamo corretto i bug nel sistema e nel network, individuati nella fase precedente, e applicato il sistema a una community on-line all'indirizzo www.pooya.it . La piattaforma on line è stata creata utilizzando tecnologia open source e in creative commons con licenza GPL. L'architettura logica del sito è divisa in 4 macro aree, l'agenzia, la community, il blog e la cozza. Ogni area è correlata alle altre ed è data ad ogni utente del network la possibilità di comunicare con gli altri utenti, partecipare ai bandi messi in rete dall'agenzia, condividere materiale di lavoro, creare contenuti redazionali per il blog, ecc. La community utilizza un'area protetta per tali attività, sfruttando servizi on-line già esistenti di file e content-sharing. Ogni attività inoltre è integrata a social network quali Facebook e Twitter. La conclusione del periodo di finanziamento è coincisa con la chiusura della fase di beta test della community e di caricamento dei dati. Tramite il blog inoltre gli utenti sono stati invitati a generare contenuti redazionali e tramite l'ultima sezione, POOYA promuove la vendita del gadget Coozza.

  

A tutt’oggi POOYA si è occupata della comunicazione di eventi quali il Galà di Natale della Bari Porto Mediterraneo, la mostra di quadri di Mimmo Ventrella e il party natalizio della BancApulia, oltre alle campagne di comunicazione di numerosi eventi come Pietre che Cantano 2001 (Cisternino) e Olandiamo in Puglia dell'Ambasciata olandese in Italia (Bari). POOYA ha inoltre curato la comunicazione di piccole e medie imprese come Informa s.c.a.r.l., I Viaggi di Salomone e Florestano Edizioni, di enti pubblici quali il Comune di San Severo e il Comune di Modugno, e di enti no-profit quali, fra gli altri, l’ass. CIME e la Fondazione Giovanni Paolo II.

Per il futuro prevediamo il consolidamento delle azioni intraprese nel progetto POOYA, tramite l'ottimizzazione della community. L'obiettivo reale è quello di diventare hub di un network ampio di professionisti pugliesi della comunicazione, che a loro volta creino una scuola di lavoro pugliese sulla creatività.

Letto 1776 volte

Progetto collegato

tutte le news