Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Un contributo della termografia e del georadar allo studio del complesso monastico di Santa Maria di Sovereto, Terlizzi(BA)

19 Dic
Vota questo articolo
(0 Voti)

Oggigiorno, un approccio moderno ed il più possibile completo dei beni culturali non può prescindere da uno studio multidisciplinare che contempli anche i contributi delle scienze applicate.

In particolare sempre più di frequente, metodi di indagine non invasivi sono impiegati nella ricerca archeologica e nel campo della diagnostica applicata ai beni culturali. Essi costituiscono un formidabile strumento per guidare con successo operazioni di scavo e nella valutazione dello stato di conservazione.

L’impiego di strumentazioni moderne e lo sviluppo di sempre nuove metodologie per l’elaborazione e rappresentazione bi/tridimensionale dei segnali misurati hanno reso le tecniche geofisiche particolarmente efficaci.

Data la ricchezza di questo importante sito archeologico, l’approccio indiretto e sinottico nello studio della distribuzione e della tipologia dell’insediamento, costituisce il modo più efficace e rapido per ottenere informazioni utili a ricostruire i paesaggi antichi. Attraverso l’applicazione del georadar e della termografia, è stato possibile sia riconoscere e definire con grande dettaglio la forma e la planimetria di strutture sepolte che lo stato di conservazione degli affreschi presenti nell’abside e nella sagrestia del santuario di S.M. di Sovereto.

Il  lavoro di tesi si sviluppa in tre capitoli. Il primo, verte sull’ inquadramento storico del complesso monastico di S.M. di Sovereto. Nel secondo capitolo, vengono illustrati i principi della tecnica georadar, con particolare attenzione ai risultati ottenuti nel santuario e nella corte del complesso e la metodologia eseguita. La terza parte del presente elaborato, invece, riguarda l’indagine termografica degli affreschi presenti nell’abside e nella sagrestia, al fine di valutare lo status quo degli stessi per una migliore conservazione, rivolta principalmente all’individuazione di zone umide che metterebbero in serio pericolo la loro sopravvivenza; saranno illustrati inoltre alcuni esempi applicativi eseguiti sulla Basilica di San Nicola (Bari), indagini volte a verificare la diversa risposta termica su materiali differenti da quelli analizzati nel santuario di Sovereto.

Il risultati finali sono stati molto soddisfacenti. Grazie all'investigazione del sottosuolo con il georadar è stato possibile mettere in evidenza la presenza di tombe e di cavità naturali, nel santuario,e strutture di natura antropica, nella corte.

Questo lavoro nel 2012, è stato corredato con i risultati ottenuti con l'impiego del metodo geolettrico, che ha permesso di confermare le anomalie già individuate con il georadar, e ha contribuito ad evidenziare nuove strutture antropiche.

info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 2055 volte Ultima modifica il Giovedì, 21 Marzo 2013 16:48

Progetto collegato

tutte le news