Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Il progetto è terminato. Ma per noi si continua...

01 Ott
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il progetto “Soluzioni innovative per la valorizzazione dei prodotti alimentari tipici Pugliesi” ha permesso la costituzione di Innovative Solutions S.r.l., la prima impresa nel contesto regionale e tra le prime in un contesto europeo che opera nell’ambito della valorizzazione dei prodotti alimentari mediante la definizione dell’impronta digitale dell’alimento con la Risonanza Magnetica (NMR).

 

Cosa si intende per impronta digitale di un alimento?

L’impronta digitale è l’insieme di tutte quelle caratteristiche chimico-fisiche che rendono unico un alimento e che dipendono da fattori genetici, ambientali e tecnologici. Definire l’impronta digitale con la Risonanza Magnetica significa definire quali sono le sostanze che costituiscono l’alimento e determinarne la quantità, in altre parole definire il profilo metabolico dell’alimento. La natura chimica e la quantità delle sostanze che costituiscono, ad esempio, un frutto dipendono da fattori quali la genetica della pianta, il suolo dove la pianta viene coltivata, la tecnica agronomica utilizzata e il clima. Per i prodotti ottenuti da trasformazione di materia prima, come ad esempio il vino, anche i fattori tecnologici rivestono un ruolo importante nella determinazione del profilo metabolico. Disporre quindi di informazioni sulle correlazioni tra i suddetti fattori e le caratteristiche di un alimento, significa poter certificare con metodi scientifici ed oggettivi la qualità, la tipicità e l’origine geografica e varietale dei prodotti.

 

Perché definire l’impronta digitale con la Risonanza Magnetica?

La Risonanza Magnetica è una tecnica analitica che consente di conoscere, con un solo esperimento, la natura e la quantità delle sostanze presenti in un campione analizzato senza conoscere a priori ciò che è contenuto nel campione. Questo aspetto la rende unica tra le tecniche analitiche. Infatti, con le altre tecniche attualmente in uso è possibile effettuare valutazioni molto affidabili su un determinato campione purché si conosca la sostanza da determinare. Questo implica che per ogni sostanza da ricercare sia condotta un’analisi con il rischio di non valutare alcune caratteristiche del prodotto per il semplice fatto che non è stata ricercata la sostanza corretta.

Con un’analisi di Risonanza Magnetica si conosce l’intero profilo metabolico dell’alimento in tempi estremamente brevi (da 10 minuti a qualche ora!).

 

Come si usa l’impronta digitale per la certificazione di un alimento?

L’impiego dell’impronta digitale prevede due fasi:

-       Fase 1. Realizzazione dell’impronta digitale del prodotto di riferimento (autentico).

Si esegue l’analisi NMR dell’alimento che si vuole valorizzare facendo uso di un adeguato numero di campioni. Quindi si realizza un database con tutte le informazioni relative al prodotto e con le corrispondenti caratteristiche NMR. È definita così l’impronta digitale per la certificazione del prodotto.

-       Fase 2. Certificazione

Si esegue l’analisi NMR dei campioni che si vogliono certificare e si valuta se possiedono caratteristiche NMR confrontabili con quelle del campione autentico. In caso affermativo si può certificare il nuovo prodotto.

 

Cosa abbiamo realizzato con il nostro progetto?

Abbiamo realizzato l’impronta digitale di quattro varietà di uva da tavola, di due varietà di ciliegie e di dieci vini. Grazie a queste impronte digitali, Innovative Solutions è in grado di erogare servizi che permettono, con metodo scientifico ed oggettivo, di:

- certificare la qualità, la tipicità, l’autenticità e l’origine del prodotto;

- formulare soluzioni innovative tese all’ottimizzazione dei processi di produzione, conservazione e trasformazione dei prodotti agroalimentari.

 

Fasi di realizzazione del progetto

Fase 1. Stipula di accordi con enti e imprese

Innovative Solutions ha sviluppato numerosi e proficui rapporti di collaborazione con imprese, associazioni di categoria e centri di ricerca. In particolare, tra gli accordi stipulati ufficialmente si evidenziano:

- un accordo di collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria delle Acque e di Chimica del Politecnico di Bari per l’impiego dello spettrometro NMR di cui il suddetto dipartimento è dotato;

- accordi di progetto con alcune aziende Pugliesi operanti nel settore vitivinicolo;

- un accordo di progetto con la sede regionale di Confcooperative;

- un accordo di progetto con il CRA di Barletta;

- un accordo di progetto con le sedi italiana (Milano) e tedesca (Rheinstetten) della multinazionale Bruker Biospin (società che fornisce strumentazione e servizi basati sulla Risonanza Magnetica).

Inoltre, è importante evidenziare che Innovative Solutions ha sviluppato concreti rapporti di collaborazione con lo studio agronomico Agriproject S.r.l. di Rutigliano e con alcuni ricercatori che operano presso il CRA di Turi e presso importanti laboratori di ricerca delle Università di Bari, Lecce, Torino e Roma.

 

Fase 2. Realizzazione delle impronte digitali

Per l’annata 2009 sono stati prelevati ed analizzati più di 600 campioni di uva da tavola differenziati per varietà nelle province di Bari e di Taranto. Per l’annata 2010 sono stati eseguiti più di 150 esperimenti su campioni di ciliegie differenziati per varietà. Più di 100 campioni di vino di diverse varietà e distribuiti su diverse annate sono stati analizzati ed è stata avviata la realizzazione dei relativi database.

Con i database realizzati è stato possibile discriminare diversi fattori legati alle tre famiglie di prodotti analizzati. In particolare, con le impronte digitali realizzate, Innovative Solutions è in grado di:

1 - distinguere le uve e le ciliegie in funzione della varietà;

2 - distinguere le uve in base al territorio di produzione;

3 - distinguere le uve in base alla tecnica agronomica utilizzata per la produzione;

4 - monitorare lo stato di maturazione dell'uva e delle ciliegie;

5 - controllare i metaboliti che generano il deperimento del frutto al fine di determinarne lo stato di conservazione.

 

Fase 3. Impiego dell’impronta digitale: i primi successi ottenuti

Innovative Solutions, grazie alle impronte digitali delle uve e delle ciliegie realizzate nell’ambito dei principi attivi, ha potuto erogare servizi alle imprese di produzione. Tali servizi hanno consentito di valutare ed individuare le modalità più opportune per la somministrazione di alcuni fitonutrienti impiegati nella produzione di uva da tavola e di ciliegie.

Innovative Solutions ha aderito come partner ad un progetto sulla tracciabilità del vino presentato da una laureata in Chimica nell’ambito del bando regionale “Ritorno al Futuro”. Il progetto è stato finanziato!

 

Fase 4. Promozione del progetto

Poiché i servizi della società costituiscono una novità assoluta nel mercato regionale, Innovative Solutions ha deciso di cogliere diverse opportunità per rendere nota la propria attività.

Innovative Solutions ha partecipato alla Start Cup Puglia 2009, la competizione che individua e valorizza i progetti d’impresa maggiormente innovativi, ed è stata selezionata tra le migliori 10 aziende pugliesi partecipando alla finale della competizione (24 ottobre 2009, Teatro Margherita - Bari).

Il 6 e 7 febbraio 2010 ha partecipato al Bollenti Spiriti Camp, mentre dal 25 al 28 marzo 2010 ha esposto con il Politecnico di Bari i risultati del progetto nell’ambito della manifestazione Euro&Med Food 2010 (Foggia). Innovative Solutions, infine, ha co-organizzando con il DIAC del Politecnico di Bari il workshop “La chimica di base al servizio del territorio” che si è tenuto il 30 Aprile 2010 nell’aula Magna “A. Alto” del Politecnico di Bari. Durante la manifestazione rivolta a istituzioni, enti e imprese sono stati presentati i risultati raggiunti durante i primi 8 mesi del progetto e le potenzialità della Risonanza Magnetica in campo agroalimentare.

Grazie all’attività dei Principi Attivi amici di Logos Apulia, le attività di Innovative Solutions sono state presentate in Polonia, in occasione di due fiere: la fiera Mleczna Rewia di Danzica dal 12 al 14 maggio e la fiera Wine & Spirits tenutasi il 26 e il 27 maggio a Varsavia.

 

Le difficoltà incontrate

Sebbene tutti gli interlocutori e i partner di Innovative Solutions abbiano contribuito con entusiasmo al progetto permettendoci di realizzarlo senza particolari problemi, l’unica grande difficoltà incontrata durante la realizzazione del progetto e non ancora del tutto superata è legata allo scetticismo dei potenziali clienti che vedono il nostro servizio “troppo bello per essere vero!”.

 

Si continua

Sulla base dell’esperienza maturata durante il primo anno di attività, abbiamo deciso di proseguire il progetto puntando la nostra attenzione su due aspetti principali:

  1. implementazione delle impronte digitali già definite per le uve da tavola, per le ciliegie e per i vini e l’avvio della definizione delle impronte digitali delle uve da vino;
  2. erogazione di servizi basati sull’impronta digitale.

Il primo punto è fondamentale per rafforzare e rendere sempre più robuste le impronte digitali per la certificazione dei prodotti alimentari, ma anche per consentire l’erogazione di servizi al territorio.

Nel caso dei vini, proseguendo con la definizione dell’impronta digitale, potremo certificare non solo la qualità, la tipicità e l’origine geografica, ma anche l’annata. Questo, oltre a costituire un importante elemento di innovazione nell’ambito delle certificazioni, consentirà ad Innovative Solutions di fornire servizi ad un mercato di medio-alta qualità.

Infine, la definizione dell’impronta digitale delle uve da vino e dei vini prodotti dalle stesse uve, permetterà di conoscere la relazione tra la materia prima e il prodotto finito e consentirà ad Innovative Solutions di erogare nuovi servizi nell’ambito della tracciabilità dei prodotti.

 

Letto 1385 volte Ultima modifica il Venerdì, 01 Ottobre 2010 23:44

Progetto collegato

tutte le news