Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

ASSOCIAZIONE CULTURALE “MATELE” RELAZIONE FINALE DEL PROGETTO “GIUSEPPE ALBANO: UN MUSEO VIRTUALE”

30 Set
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il progetto “Giuseppe Albano: un museo virtuale” ha portato alla nascita di una galleria virtuale all’interno della quale sono esposte le opere realizzate dallo scultore putignanese Giuseppe Albano che appartengono all’Amministrazione Comunale di Putignano in virtù di una donazione del 1968. Le fasi di realizzazione del progetto sono state molteplici a cominciare dal sopralluogo nel deposito comunale dove le opere erano custodite da molti anni; abbiamo immediatamente fotografato la situazione in quanto alcune opere erano state tratte fuori dalle casse giunte da Firenze alla morte di Albano. Si è proceduto ad una sommaria pulizia, a fotografare e misurare ciascuna opera per poi realizzare una scheda identificativa di ognuna; si è realizzata una prima catalogazione di quanto presente fuori dalle casse. Successivamente si è proceduto all’apertura di circa venti casse contenenti gessi di vario formato di Albano e di Trentacoste, maestro siciliano del nostro che gli lasciò in eredità quanto contenuto nel suo studio fiorentino alla sua morte. Anche queste opere sono state fotografate, misurate e si è deciso di richiuderle nelle casse fintanto che il Comune di Putignano non avrà individuato una sede più sicura per la loro collocazione. Tutte le opere sono state oggetto di schedatura e successiva catalogazione.

Grazie all’attiva collaborazione degli eredi Albano sono state individuate altre opere presenti nel cimitero cittadino e presso abitazioni private, nonché ci sono state fornite inedite informazioni biografiche su Albano e sulla sua formazione artistica ed accademica; ci è stato messo a disposizione l’archivio fotografico privato della famiglia Albano, tutte le pubblicazioni riguardanti le onorificenze e le esposizioni alle quali aveva partecipato Giuseppe Albano nonché gli originali dei titoli di studio conseguiti dallo stesso.

A seguito della ricognizione sul territorio cittadino, abbiamo intrapreso gli studi su quanto prodotto da Albano nella regione e sul territorio nazionale; sono state individuate opere rimaste allo stadio progettuale, e sono state fotografate e schedate opere celebri come i decori della sede della Banca d’Italia a Bari, il monumento funebre di Monsignor Farina nella Cattedrale di Foggia e del Vescovo Cavalla nella Cattedrale di Matera, le decorazioni per le campane in bronzo del Campanile di Giotto a Firenze.

È stato dunque necessario compiere dei sopralluoghi fuori regione recandoci a Roma dove, presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna, è stato individuato un carteggio tra Domenico Trentacoste e lo scrittore Ugo Ojetti, all’interno del quale vi erano missive di Giuseppe Albano circa la sua vita ed i rapporti con questi illustri personaggi della cultura italiana tra Otto e Novecento. Un’altra indispensabile meta è stata Firenze, sede dell’Accademia di Belle Arti frequentata da Albano a partire dal 1921 per ottenere il Diploma di Scultore. Presso l’Accademia sono emerse ulteriori notizie circa il percorso professionale di Albano come insegnante; sono stati visitati anche i luoghi dove egli visse e lavorò.

Tutto il materiale raccolto è confluito in un portale che raccoglie in maniera molto intuitiva la vita ed il percorso artistico Giuseppe Albano.

Il progetto si è inaspettatamente arricchito dell’inedita collezione di gessi e bronzetti di Domenico Trentacoste, celebre scultore siciliano e maestro di Albano a Firenze. Albano divenne discepolo ed amico di Trentacoste e lo assistette fino alla morte nel 1933 ereditando lo studio fiorentino del maestro e tutto quanto ivi contenuto; tali notizie, già note, sono state suffragate dall’individuazione delle opere ereditate, ammontanti ad una settantina tra targhe e calchi  in gesso di vario formato, busti di donne e giovani in gesso e bronzetti che costituiscono una delle più ricche raccolte di opere di Trentacoste presenti in Italia. Nel sopralluogo a Firenze è emerso che copie identiche nell’iconografia, ma di diverso materiale, presenti a Putignano fanno parte della Collezione della Galleria Pitti di Firenze.

Le scoperte fatte sia a Roma che a Firenze ci hanno permesso di datare e identificare meglio alcune opere si di Albano che di Trentacoste rendendo il sito e quindi la nostra catalogazione ancora più completa e precisa.

 

Letto 2496 volte

Progetto collegato

tutte le news