Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Apuliae Manuscripta work in progress: in che modo si intende continuare?

03 Ago
Vota questo articolo
(0 Voti)

Apuliae Manuscripta intende proseguire il lavoro appena iniziato proponendo ad istituzioni di vario tipo progetti capaci di soddisfare esigenze legate alla conoscenza, valorizzazione e promozione della storia arte e cultura del territorio. Le fonti documentarie relative al ramo pugliese degli Acquaviva d’Aragona di Epoca Moderna, recuperate ed organizzate, possono essere utilizzate in una infinità di modi per raggiungere tali obiettivi. La promozione del patrimonio territoriale non può prescindere da una lettura adeguata dello stesso, sono le fonti documentarie le uniche capaci di certificare il valore storico di questi elementi e di spiegarne il contesto sociale e la complessità alla base della loro creazione.

Durante la realizzazione dell’idea progettuale finanziata dalla Regione Puglia sono state create le basi per la proposta di nuovi servizi rivolti a due gruppi di utenti:

Il primo gruppo è costituito da una utenza specializzata, interessata alla ricerca storica e allo studio delle fonti documentarie recuperate: il sito internet è dotato di un motore di ricerca capace di localizzare le fonti documentarie di interesse inserendo parole chiave; sono a disposizione gli strumenti di corredo necessari alla ricerca storica, quali descrizioni delle unità documentarie, informazioni relative ad archivi e fondi di provenienza e altre informazioni utili; la maggior parte della documentazione riprodotta in digitale può essere visualizzata presso l’Archivio Diocesano di Conversano (previo appuntamento). Apuliae Manuscripta risponderà ad altre esigenze legate alla ricerca come la creazione di contatti fra gli utenti e gli istituti di conservazione, la realizzazione di ricerche storiche e archivistiche che rispondono a criteri tematici come personaggi, luoghi o avvenimenti chiave (relazionati alla famiglia Acquaviva d’Aragona e non),  trascrizioni e traduzione dall’italiano, latino, spagnolo di epoca moderna all’italiano attuale.

Il libro appena pubblicato, intitolato Le carte degli Acquaviva d’Aragona, conti di Conversano e duchi di Nardò, negli archivi spagnoli, offre agli utenti interesatti schede descrittive ed interventi di specialisti in grado di orientare gli studiosi solo in una parte della documentazione. Oltre a continuare con la ricerca delle fonti in altri archivi europeri, si intende proseguire con la redazione e pubblicazione di testi archivistici capaci di proporzionare gli sturmenti di corredo alla ricerca che fanno riferimento sia a fonti già recuperate in digitale che a fonti che potranno essere localizzate.

Il secondo gruppo è costituito da una utenza eterogenea che intende riscoprire e promuovere il patrimonio territoriale della propria regione. Si intende offrire un portale interrogabile capace di accompagnare il pubblico in percorsi multimediali tesi ad una lettura corretta dei fenomeni ritracciabili sul territorio. Si vuole, quindi, fare in modo che il fuitore giunga a comprendere la complessità degli oggetti sparsi sul territorio, il contesto nel quale sono stati creati, e lo si intende fare attraverso percorsi legati alle tracce lasciate sul territorio dalla famiglia feudale degli Acquaviva d’Aragona. Questi percorsi multimediali per la scoperta e la valorizzazione del territorio rappresentano uno strumento  nato dalla consapevolezza della specificità di competenze necessarie per l’analisi ed uso delle fonti documentarie, ma anche dalla consapevolezza dell’importanza delle informazioni che le fonti documentarie proporzionano. Tale strumento di lettura del territorio è stato pensato per rispondere alle esigenze di istituzioni pubbliche e private quali municipi, scuole, enti ecclesiastici, enti per il turismo, o singoli privati. Tali soggetti sociali potranno proporre percorsi e attingere le informazioni necessarie per perseguire i propri obiettivi relazionati per esempio a beni immobili o urbani, beni rurali, paesaggistici,  artistici, ecc.

Apuliae Manuscripta, concluso questa prima parte del progetto grazie alla Regione Puglia, si propone come mediatore culturale per risponde alle esigenze di soggetti sociali di vario tipo interessati allo studio e promozione del territorio pugliese.

 

Letto 1073 volte

Progetto collegato

tutte le news