Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

“INTERNO ABBADO”: MONOLOGO DELLA COMPAGNIA ITERMINI DI ROMA AL MAT DI SAN SEVERO

07 Lug
Vota questo articolo
(0 Voti)

Martedì 13 luglio 2010, alle ore 21.00, presso il Chiostro del MAT – Museo dell’Alto Tavoliere, in piazza San Francesco n°48 a San Severo (FG), andrà in scena la compagnia iTermini di Roma con lo spettacolo “Interno Abbado”.

La manifestazione, inserita nell’ambito della rassegna InChiostro a Museo 2010, ideata dalla direzione del MAT, chiude il ciclo di eventi organizzati dall’Associazione Giava di San Severo vincitrice di Bollenti Spiriti, programma della Regione Puglia per le Politiche Giovanili, con il progetto Colori del Sud. Viaggio in Capitanata.

“Interno Abbado” è un monologo scritto da Andrea Baracco e Claudio Storani, con la regia di Andrea Baracco. Gli autori rivisitano in chiave grottesca la sequenza finale di “Psyco” di Alfred Hitchcock ambientandola in un interno pugliese, dando vita a un gradevole testo meravigliosamente interpretato dall’eclettico Giandomenico Cupaiuolo, accompagnato  alla fisarmonica da Lucas Zanforlini.

Vincitore del premio MarteLive 2008, rappresentato con successo nei teatri di tutta l’Italia, “Interno Abbado” viene finalmente rappresentato a San Severo, città d’origine di Giandomenico Cupaiuolo.

L’ingresso al Chiostro del MAT – Museo dell’Alto Tavoliere di San Severo è gratuito.

 

Ufficio stampa

Associazione Giava

 

 

“Interno Abbado è un monologo. L’interprete è Giandomenico Cupaiuolo, un nome che non mi è affatto nuovo. Cupaiuolo è un bravissimo attore ed è accompagnato alla fisarmonica da Lucas Zanforlini (…). Ma quale sorpresa, infine, quando il nostro interprete si sfila la sottana e ci mostra qual è, un uomo vero e proprio, seminudo, non la signora Abbado, ma il signor Abbado”.

Franco Cordelli (“Corriere della Sera”)



“Il dialetto pugliese (molto bello, sodo, carnale, poetico). Una drammaturgia fitta di vestizione casalinga, ambiente kitsch e monologo epico da giornata particolare, e, a tessitura del tutto, un’idea di teatro desiderante e grottesco sono i punti di forza di Interno Abbado (…). Un lavoro del genere, già fuori convenzione per un inizio con messa a nudo del personaggio, cattura per i misteri musicali offerti dal vivo da Lucas Zanforlini, ma soprattutto per una struttura erotica e “zotica” applicata a un transfert meridionale alla Hitchcock. Da scoprire, da immaginare”.

 

Rodolfo Di Giammarco (“La Repubblica”)

 

 

“Un monologo d'autore quello proposto al Piccolo Jovinelli. Una storia drammatica e divertente al tempo stesso, come tutte le situazioni portate al paradosso. Drammaturgicamente studiato nei dettagli ed interpretato dall'eclettico Capaiuolo. Il sottofondo musicale accompagna spesso la voce decisa e sicura dell'interprete, indubbiamente creatore di un personaggio affascinante ed eroticamente complesso nel suo muoversi delicatamente tra la pazzia ed il dolore più acuto. Vincitore del premio MarteLive 2008, Interno Abbado sicuramente cattura lo spettatore già dalle prime battute catalizzandone l'attenzione con la messa a nudo fisica, per poi approdare nella fase finale nello svelarsi della più remota coscienza”.

 

Maria Domenica Ferrara (“Teatro.org”)

 


“Questo è teatro che ha bisogno di poco, di molto poco, di ancora meno, per risultare comunque vincente. Itermini giocano al ribasso, si liberano di orpelli scenografici, fanno a meno di tutto o quasi, lasciando la grande responsabilità alla voce, al corpo- quasi sempre fisso in un punto ma mai morto- e in generale alla presenza di Cupaiuolo, che si prende tutto il tempo per trasformarsi da uomo in donna, e poi nuovamente in uomo. Si resta piacevolmente colpiti da un corpo che lavora, che suda, che chiede se stesso tutto e tutto ottiene. La vicenda si tinge di giallo, chiama in causa gli stilemi del genere, senza mai abbandonarsi a facili soluzioni, sempre rigida in uno schema di pura sintesi teatrale. Suda lui, sudiamo noi. Muta lui, mutiamo noi. C’è il sapore del sud Italia e l’estro intellettuale di certo teatro nordico; soprattutto c’è il corpo che pompa la voce, elementi che di artificiale hanno poco, molto di biomeccanico. Ma non nel senso accademico del termine; qui non c’è spazio per i paroloni. Qui biomeccanica significa ingranaggio vitale. Andrea Baracco di questo “Interno Abbado” è regista severo, quasi sadico, puntiglioso, attento e alla ricerca, sempre, di una risposta pronta, da parte dell’attore e del pubblico. Con grande successo”.

Sergio Lo Gatto ( Krapp’s )

 


Per informazioni:
Associazione Giava
P.zza San Francesco, 48
Tel./fax 0882.334409
Cell. 340.4128286
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Facebook: Associazione Giava
http://www.facebook.com/group.php?gid=99077619761&ref=ts
Letto 2033 volte Ultima modifica il Mercoledì, 07 Luglio 2010 13:43

Progetto collegato

tutte le news