Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

"STRATEGIE INNOVATIVE PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICO AMBIENTALE DEL PATRIMONIO EDILIZIO ESISTENTE"

01 Giu
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

RELAZIONE FINALE: COSA ABBIAMO REALIZZATO?

 

L’idea con la quale abbiamo partecipato al bando “Principi Attivi” aveva l’obiettivo di avviare un’attività professionale specializzata nel settore della sostenibilità in edilizia che potesse divenire un riferimento per chi sul nostro territorio si occupa o si interessa di simili tematiche.

Il finanziamento con il quale la Regione Puglia ha premiato la nostra idea ci ha permesso di creare delle solide basi per l’avvio di questo progetto che, ora, dopo un anno, ci vede ancora protagoniste del suo sviluppo.

Di seguito abbiamo cercato di riassumere in che modo ciò è stato possibile, raccontandovi il percorso che abbiamo seguito in questo arco di tempo.

Le attività svolte in questo anno per la realizzazione del progetto proposto sono riconducibili a tre fasi principali:

 

1.   Fase di avvio

Già prima di conoscere la graduatoria del bando “Principi Attivi” ci siamo impegnate nell’individuazione della sede della futura attività (via dei Mille n. 145, Bari) in cui ci siamo successivamente insediate provvedendo all’esecuzione di piccoli lavori di manutenzione ordinaria e all’acquisto di prime attrezzature che potessero rendere agibile la struttura.

Poi, con la vincita del finanziamento e a seguito della firma del contratto con la Regione, abbiamo subito provveduto a costituire l’associazione fra professionisti attraverso atto notarile sottoscritto in data 09/03/2009.

E così è nata ArcREA!

Assolte le pratiche burocratiche, abbiamo proseguito nell’allestimento della sede legale e nell’acquisizione della strumentazione tecnica fondamentale per l’avvio della nostra attività. Per questa esigenza abbiamo cercato di valutare attentamente le varie offerte presenti sul mercato, impiegando per questo più tempo del previsto al fine di ottimizzare la scelta da seguire sia dal punto di vista della qualità del prodotto sia dal punto di vista economico. Abbiamo acquistato alcuni software di diagnosi e certificazione energetica e abbiamo firmato un contratto per il noleggio di una termocamera digitale ad infrarossi, imparandone le funzioni e le tecniche di utilizzo attraverso la partecipazione ad un corso di formazione. 

 

2.   Fase di promozione

In questa fase si è provveduto, grazie anche alla collaborazione di un designer, a curare la veste grafica della nostra associazione, ideando il logo ArcREA, creando il sito web (www.progettoarcrea.it), che chiaramente continueremo ad organizzare  e ad aggiornare periodicamente, e realizzando bigliettini da visita e brochure con l’intento di farci conoscere e pubblicizzare la nostra realtà.

A tale scopo abbiamo anche seguito le pratiche amministrative per l’autorizzazione comunale all’affissione su strada pubblica della targa di studio e per la registrazione del marchio ArcREA alla C.C.I.A.A.

La fase di promozione non si è effettivamente conclusa nei primi mesi dall’avvio del progetto, ma, in realtà, durante tutto l’anno abbiamo sempre posto l’attenzione sulla necessità di doverci rivolgere ai principali fruitori della sostenibilità e dell’efficienza energetica, informandoli sulle nostre capacità e sui servizi che possiamo offrire: è per questo che abbiamo scritto, stampato  e spedito circa 1000 brochure informative accompagnate da una lettera dai contenuti differenti a seconda della categoria di utenza a cui ci si rivolgeva.

Il bacino di utenza scelto appartiene al territorio della città di Bari e dei maggiori paesi della provincia barese; le categorie coinvolte sono state quelle degli studi professionali, delle imprese edili, degli amministratori di condominio e delle agenzie immobiliari.

 

3.   Fase operativa

Nella fase operativa ogni membro dell’associazione ha messo a disposizione le proprie competenze specifiche per lo svolgimento di incarichi professionali commissionati da privati, imprese edili e studi tecnici, venuti a conoscenza della nostra realtà in parte tramite contatti personali, in parte attraverso il canale di informazione del web.

A privati, imprese edili e studi professionali sono stati resi servizi quali:

-  consulenza in materia di sostenibilità del costruito;

-  redazione di attestati di certificazione energetica;

-  assistenza nella compilazione di pratiche di detrazione fiscale del 55% (previste dalla Legge Finanziaria n.296/06 e s.m.i. a beneficio di interventi di riqualificazione energetica su immobili esistenti);

-  diagnosi e indagini termografiche.

Come era stato previsto, un canale di utenza estremamente interessante è risultato quello degli studi professionali, che abbiamo assistito nello svolgimento del processo progettuale, garantendo la competenza sui temi della eco-sostenibilità e bio-compatibilità e proponendo di volta in volta soluzioni finalizzate al risparmio delle risorse e al miglioramento degli standard qualitativi dell’ambiente abitato.

Tale attività si è andata definendo in maniera sempre più evidente a partire dai primi mesi del 2010, a seguito della Delibera n.2272/2009 della Regione Puglia – Assetto del Territorio -  con la quale si è definito il Sistema di Valutazione della Sostenibilità Ambientale (basato sul sistema di valutazione del Protocollo Itaca) degli edifici a carattere residenziale.

In tale delibera si è regolamentato il sistema di accreditamento dei tecnici certificatori di sostenibilità ambientale con l’istituzione di un albo, a cui due soci di ArcREA sono già iscritti.

Tale circostanza ha dimostrato quanta importanza ed influenza abbia il contesto normativo territoriale sullo sviluppo e sulla crescita di associazioni come la nostra che si propongono di divenire punto di riferimento in questo ambito.

A contribuire a rendere ancora più visibile la nostra realtà professionale è stata la decisione di sponsorizzare un convegno dal titolo “Edilizia sostenibile - nuovi scenari normativi in Puglia” tenutosi a Bari il 03/09/2009 presso il Fortino S.Antonio.

Il convegno, organizzato dalla Sezione Provinciale di Bari dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura® (INBAR) con il patrocinio di Regione Puglia, Comune di Bari e Ordini Professionali, ha inaugurato l’avvio di un corso di formazione di Bioarchitettura, di cui ArcREA è stata sponsor.

Nel 2009 l’associazione ArcREA è divenuta anche socio del “Distretto Produttivo dell’Edilizia Sostenibile” promosso da ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) e Regione Puglia.

Il Distretto aggrega più di 150 attori pubblici e privati e ha l’obiettivo di diffondere sul territorio un nuovo modo di costruire finalizzato a realizzare un prodotto edilizio più evoluto che minimizzi l’ utilizzo delle risorse ambientali.

La partecipazione attiva a questa realtà ci ha permesso di iniziare a stringere rapporti e partnership con importanti realtà istituzionali e aziendali del panorama della sostenibilità in edilizia.

Poi, in linea con gli obiettivi dichiarati, anche se con un po’ di ritardo sui tempi preventivati, a partire da novembre la nostra associazione è stata impegnata nelle fasi di studio ed elaborazione di un “progetto pilota di riqualificazione energetico ambientale di un edificio pubblico”. Ciò è stato possibile tramite la sottoscrizione di un “Protocollo d’intesa”  con il Comune di Bari in data 13/10/2009,  avente come oggetto di studio l’Istituto scolastico IX Circolo didattico Japigia 1 - Plesso San Francesco sito in Viale Peucetia n.50 a Bari.

L’iniziativa ha consentito di allacciare un primo rapporto con un ente pubblico, affrontando un tema di progetto esemplificativo dell’attività svolta dallo studio e mostrando l’applicazione di una metodologia di lavoro replicabile in altri contesti urbani.

Tutto l’iter affrontato e i risultati conseguiti saranno a breve divulgati attraverso la realizzazione di una pubblicazione e di un incontro-convegno, da concretizzarsi mediante il patrocinio della Pubblica Amministrazione.

Purtroppo, dato il tardo avvio al lavoro di studio e la lentezza delle procedure amministrative, non è stato possibile riuscire ad organizzare tale convegno di presentazione ufficiale dei risultati entro i 12 mesi del finanziamento regionale.

Siamo comunque fiduciose che con  la realizzazione di questa attività si possa  promuovere anche alle Amministrazioni Pubbliche i servizi che l’associazione è in grado di offrire contribuendo a sensibilizzare il tessuto sociale sulle tematiche della sostenibilità ambientale.

 SVILUPPI FUTURI

Il primo anno di vita dell’associazione è stato determinante per avviare e promuovere l’idea iniziale e, nel contempo, per testare il mercato a cui si rivolge la nostra attività professionale.

La continua evoluzione del panorama normativo regionale nel nostro settore di riferimento fanno ben sperare nella prosecuzione dello sviluppo dell’idea progettuale.

Ne sono prova i contenuti delle ultime delibere approvate dal consiglio regionale in materia di certificazione energetica e di sostenibilità ambientale degli edifici e che fanno riferimento alla L.R. n.13 (“Norme sull’abitare sostenibile”) e ai decreti normativi nazionali (D.Lgs. 192/2005 e s.m.i.).

Il continuo aggiornamento su tali temi, attraverso la partecipazione a convegni e tavoli tecnici, ci permetterà di dimostrare alla committenza la nostra competenza, guidandola nell’adozione di scelte sostenibili e vantaggiose in materia di incentivi.

La realtà del Distretto dell’Edilizia Sostenibile ci permetterà, inoltre, di consolidare ed ampliare la rete di contatti tra gli operatori soci di tale organizzazione, potendo così proporre nuove idee di sviluppo realizzabili anche grazie a finanziamenti regionali (Programmi operativi regionali, Fondo europeo per lo sviluppo regionale, etc.) a cui poter accedere in partnership con altri enti.

Nel nostro percorso di crescita non sarà sottovalutata la collaborazione che abbiamo istituito con il Comune di Bari, con il quale cercheremo di portare a termine quanto prima possibile, in occasione di un prossimo convegno, il lavoro di pubblicazione dei risultati raggiunti nello studio del progetto pilota di riqualificazione di un edificio pubblico.

Con la stipula della convenzione istituita lo scorso ottobre 2009, abbiamo infatti creato un’opportunità di dialogo con la realtà di un ente locale dimostrando come sia possibile proporre una metodologia di lavoro e un’attività di studio e di consulenza sui temi della sostenibilità replicabile anche per altri edifici e in altri contesti urbani.

Altro importante settore nel quale la nostra associazione continuerà ad impegnarsi sarà sicuramente quello della formazione, promuovendo eventi e attività di sensibilizzazione degli operatori del settore immobiliare, progettisti, costruttori, pubbliche amministrazioni affinché diffondano una cultura del costruire basata sul risparmio e sull’efficienza energetica degli edifici (attraverso l’organizzazione di convegni, la distribuzione di materiale informativo promozionale).

Pensando infine più concretamente all’attività di studio avviata in quest’anno gli incarichi aventi quale oggetto la prestazione di servizi di consulenza energetica e indagini termografiche, hanno costituito la fonte di guadagno immediato dell’attività e continueranno sicuramente ad essere il traino per gli sviluppi futuri.

Letto 1571 volte Ultima modifica il Martedì, 01 Giugno 2010 13:45

Progetto collegato

tutte le news