Stampa questa pagina

GEOPOLIS ENERGIE: Prima analisi del questionario sulla raccolta differenziata

14 Apr
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

A distanza di un mese dalla presentazione del nostro questionario sulla raccolta differenziata, riportiamo i primi risultati numerici sull’andamento della partecipazione.

 

Ad oggi abbiamo raccolto quasi 150 adesioni, di cui circa 60 tramite il questionario on-line, altri 40 questionari sono stati raccolti durante la Settimana della Scienza svoltasi al liceo Scientifico di Cassano delle Murge, ed i restanti sono stati compilati durante i nostri Focus Group.

La partecipazione tra uomini e donne è quasi equamente ripartita, come si evince dal grafico seguente.

  

Per quanto riguarda l’età dei partecipanti, invece, possiamo denotare un’alta partecipazione della fascia giovanile, dove quasi l’80% degli interlocutori è al di sotto dei 30 anni. Per ulteriori dettagli si rimanda al grafico seguente.

 

 

Grazie al questionario on-line, inoltre, abbiamo potuto raggiungere un ampio pubblico su un territorio che è andato oltre quello di Cassano.

Il 50% dei nostri interlocutori, infatti, è di Cassano, a cui si aggiunge un ulteriore 38% proveniente dal resto della Regione ed un piccolo 13% di intervistati fuori Regione.

Per questo dobbiamo ringraziare, oltre agli studenti del liceo di Cassano che provengono dai Comuni limitrofi, tutti coloro che hanno risposto alle nostre domande tramite il link presente sul blog di Bollenti Spiriti e sulla nostra pagina Facebook.

Di seguito andiamo ad analizzare i primi dati sulle percentuali di chi effettua la raccolta differenziata limitandoci a considerare le risposte dei Cassanesi, oggetto del nostro progetto pilota.

 

 

 

Il grafico mostra un risultato purtroppo non buono sulla situazione della differenziata dell’organico a Cassano. Anche se a prima vista quasi il 50% ha risposto di SI, bisogna considerare che questo rappresenta il 50% di persone già sensibili sui temi della differenziata, in quanto si sono sentiti coinvolti dalla tematica tanto da rispondere al questionario. Se poi confrontiamo il dato con i risultati evidenziati nel grafico successivo, andiamo a confermare l’ipotesi precedente, in quanto l’85% degli intervistati pratica la raccolta differenziata di altro materiale che non sia l’organico. Se pensiamo che, a livello comunale, solo l’8% dei rifiuti totali a Cassano viene differenziato, diamo ulteriore supporto all’ipotesi che gli intervistati siano già sensibili alla questione.

 

 

Questo dato, quindi, ci spinge ulteriormente a portare avanti le nostre attività di sensibilizzazione sulle tematiche della differenziata e sulla valorizzazione dei rifiuti tramite tecniche quali il compostaggio e la produzione di biogas da FORSU.

 

Ulteriore supporto a questa nostra volontà ci viene dall’analisi dei dati del seguente grafico.

 

 

Nelle case in cui viene fatta la raccolta differenziata, infatti, nel quasi 50% dei casi è tutta la famiglia che si occupa e preoccupa di differenziare i rifiuti, indice questo di grande coscienza critica all’interno delle famiglie, e notevole sensibilità sulle tematiche ambientali.

 

È volontà di Geopolis Energie di continuare sulla strada intrapresa, convinti che sia possibile innescare circuiti virtuosi in tutte le famiglie cassanesi, per dimostrare che la volontà c’è, e che con una corretta formazione ed informazione è possibile arrivare a livelli di differenziata adeguati al nostro grado di cultura.

 

Geopolis Energie pubblicherà a breve i risultati completi dell’indagine svolta, andando a collegare i dati emersi durante i focus group con i risultati del sondaggio, al fine di analizzare e sviluppare tutte le idee emerse grazie al contributo di tutti i cittadini coinvolti.

 

Continuate a seguirci

www.geopolisenergie.com

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Letto 2250 volte