Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

DIFFERENZIATA E PARTECIPAZIONE: MIX PER UN PAESE PIU' PULITO

05 Mar
Vota questo articolo
(0 Voti)

Vi proponiamo l'articolo apparso su www.lobiettivonline.it

di Vito Surico | 28/02/2010 |
Tre ingegneri (Cinzia Rondelli, Francesco Pace e Antonio Paciolla) ed un pedagogista (Josè Carrasso): questi i ragazzi vincitori del primo bando "Bollenti Spiriti" che hanno presentato il loro progetto nella sala consiliare del comune di Cassano nel pomeriggio di sabato.

Geopolis Energie Snc ha voluto riunire, come ha affermato Josè Carrasso, il pedagogista nelle vesti di moderatore e presentatore, gli attori del progetto: la cittadinanza e le istituzioni. Parola, dunque, subito a queste ultime con un breve saluto della sindaca Di Medio e l'introduzione di Annibale D'Elia dello staff di Bollenti Spiriti che, dopo essersi complimentato per l'importanza del progetto, passa a sottolineare (come già ha fatto a Cassano l’assessore regionale Guglielmo Minervini, in occasione dell'inaugurazione delle "Officine Culturali") i forti incentivi, non solo economici, che la Regione Puglia dà ai giovani, chiedendo i loro pareri perché "i ragazzi pugliesi non sono un problema, ma la più importante energia rinnovabile e pulita".

Visto il successo ottenuto dal primo bando di Bollenti Spiriti, preso a modello in molte altre regioni italiane e aziende private, D’Elia ha affermato che da metà della scorsa settimana è disponibile il nuovo bando.

Cinzia Rondelli, ingegnera gestionale, unica ragazza del gruppo, parla di un lavoro focalizzato sullo studio di fattibilità e la valutazione del territorio con il supporto dell’ATO Bari4 che non ha potuto mandare suoi rappresentati ma un comunicato in cui ribadisce l’attenzione e la massima disponibilità per la realizzazione del progetto.
Gli studi di fattibilità per quanto riguarda il territorio e l’aspetto economico vengono presentati da Francesco Pace (ingegnere meccanico) ed Antonio Paciolla (ingegnere gestionale). Il primo spiega che l’impianto funzionerebbe grazie allo sfruttamento delle biomasse e dell’anidride carbonica da esse prodotta: si tratterebbe, dunque, di sfruttare i nostri rifiuti per produrre la nostra energia. Come evidenzia anche Paciolla con gli studi di fattibilità economica effettuati: la speranza è ovviamente quella di far diventare Cassano un paese "virtuoso", cioè in grado di utilizzare tutto l’organico prodotto dai suoi cittadini (che per il 2023, seguendo le attuali statistiche di crescita della popolazione, dovrebbero essere circa 17000, per una produzione di 4000 tonnellate l’anno di rifiuti organici) per trasformarlo in energia. L’impianto che i ragazzi hanno in mente non sarà grandissimo (digestore da 188 mc), ma potrà arrivare a produrre fino a 100.000 kW di elettricità l’anno: quanto consumano in media le scuole del nostro paese. Dunque, grazie ad una corretta raccolta differenziata, si otterrebbe un risultato, anche eticamente, molto positivo: utilizzare i nostri rifiuti per "alimentare" le scuole in cui cresceranno i nostri figli. 
 

I ragazzi di Geopolis chiedono anche la partecipazione dei cittadini ed un dialogo tra questi ultimi e le istituzioni, come spiegano Josè Carrasso e Livio Chiarullo nella presentazione dei lavori di cittadinanza attiva e dei Focus Group: coinvolgimento che parte dalla richiesta di partecipazione della popolazione alle attività amministrative e passa per l’informazione e la consultazione per arrivare al vero e proprio coinvolgimento attivo fino alla partecipazione autogestita. Per questo Geopolis prevede dei Focus Group che si svolgeranno in due giornate (i prossimi 29 marzo e 12 aprile), saranno quattro incontri della durata di due ore l'uno in cui i cassanesi potranno confrontarsi con gli ideatori del progetto per portare esperienze e suggerimenti. Sarà poi importante il coinvolgimento delle scuole.

Molto attenti i presenti in sala e pronti, oltre che a complimentarsi per la felice idea, a porre questioni quali il successivo svolgersi del progetto, come ci si intende muovere una volta avviato, chi gestirà la raccolta e se questa iniziativa potrà essere poi ampliata ad altri comuni. Rispondono i ragazzi affermando che, dopo l’avvio dell’impianto, la gestione sarà dell’amministrazione che potrà decidere se mantenerla o affidarla a privati e per quanto riguarda l’allargamento ad altri comuni, per ora non è previsto in quanto il progetto è dimensionato per Cassano anche in base alle nuove normative per lo smaltimento dei rifiuti che prevedono l’autogestione da parte dei comuni.
Chiusura per la Di Medio che si complimenta e ringrazia il quartetto perché "stanno togliendo le castagne dal fuoco" al comune, in quanto il problema della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti sta davvero diventando preoccupante per la chiusura delle discariche di Altamura e Trani. I nostri rifiuti vanno ora ad Andria con spese esorbitanti, soprattutto per quanto riguarda il trasporto e la tassa per il cambio di provincia. La sindaca polemizza con l’ATO, buono solo a mandare comunicati, e sottolinea l’importanza della differenziata che bisogna promuovere altrimenti si corre il rischio di pagare, per il terzo anno di fila, l’ecotassa di 100.000 euro.

La Di Medio chiarisce che questi non sono discorsi politici, ma un problema che è "di destra, di sinistra, dell’alto, del basso...", potremmo sperare anche nel miracolo...

Senza scomodare la divina provvidenza, per muovere qualche piccolo passo auguriamoci che il progetto di Geopolis parta quanto prima possibile...

 

Letto 2145 volte Ultima modifica il Venerdì, 05 Marzo 2010 12:04

Progetto collegato

tutte le news