Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

DAI RIFIUTI ALL’ENERGIA - Un'opportunità per i Comuni - Relazione di metà percorso

10 Feb
Vota questo articolo
(0 Voti)

Geopolis Energie Snc è una società che nasce all’interno del progetto Principi Attivi della Regione Puglia. Strettamente inserita nel territorio, Geopolis Energie Snc studia sistemi di produzione di energia basati sul concetto di fonti rinnovabili, oltre che sistemi per il riciclaggio, smaltimento e valorizzazione dei rifiuti, con la convinzione che lo sviluppo di una comunità passi anche attraverso la consapevolezza e il rispetto del legame che questa ha con il territorio che la ospita.

L’obiettivo dello studio è studiare un modello eco-socio sostenibile di smaltimento, riciclaggio e valorizzazione dei rifiuti solidi urbani (RSU), in particolare della frazione organica (FORSU), nel Comune di Cassano delle Murge. Tale modello, basato sul coinvolgimento attivo della comunità cassanese e sulle sue effettive necessità, si propone di:

  • Formazione e coinvolgimento della comunità sulle problematiche socio-ambientali;
  • Incremento della raccolta differenziata fino al raggiungimento degli standard imposti da legge e normative europee con conseguente riduzione della percentuale di RSU destinati a discarica.
  • Sostanziale autosufficienza, a livello comunale, per lo smaltimento delle FORSU;
  • Favorire lo smaltimento dei rifiuti in luoghi prossimi a quelli di produzione e conseguente distribuzione dei carichi ambientali;
  • Studio di fattibilità per la realizzazione di un impianto di smaltimento FORSU e produzione di biogas, con conseguente produzione di energia elettrica e termica, e compost.

  

Al centro della fattibilità tecnica dell’impianto è stato considerato  il territorio, la comunità che lo abita e lo stretto legame che lega queste due entità. Non si è voluto dimensionare e progettare un processo industriale, una centrale elettrica il cui scopo è quello di produrre più energia (e quindi profitto) possibile. Il dimensionamento dell’impianto di smaltimento FORSU e produzione di biogas ha avuto come dati di partenza la produzione locale di FORSU forniti dal Comune di Cassano delle Murge poiché si è ritenuto giusto inserire questo processo all’interno dei cicli naturali del territorio e quindi non concentrare localmente la produzione di CO2: il trasporto della biomassa, la produzione di biogas e la sua conseguente combustione immettono in ambiente CO2 in alte concentrazioni.  A questo si aggiungono anche problematiche legate all’inquinamento visivo e acustico che un impianto di grosse potenzialità può arrecare a un paese dalla ricchezza naturalistica unica, tanto da far parte del Parco dell’Alta Murgia.

 

Quindi il dimensionamento dell’impianto è stato proceduto da una attenta analisi di pre-fattibilità ambientale nella quale si è studiato il territorio, i vincoli paesaggistici (partendo dal livello regionale fino a quello locale) e urbanistici, fino a individuare un lotto ottimale posizionato nella ZONA F (Piano Regolatore Generale del Comune di Cassano delle Murge) avente un’estensione di 13.700 mq.

All’analisi ambientale è stata affiancato lo studio sulla effettiva disponibilità dalla FORSU. La produzione di rifiuti solidi urbani del Comune di Cassano delle Murge è stata per l’anno 2009 di circa 7.400 t e, prevedendo una percentuale di differenziata pari al 50%, è possibile stimare una percentuale di FORSU di circa il 23% pari a 1.700 t/anno. E’ possibile incrementare la quantità di materiale destinato alla digestione anaerobica, per una quantità pari a 500 t/anno, integrando le FORSU con differenti materiali organici, come ad esempio i liquami zootecnici.

Il funzionamento dell’impianto sarà di 12 mesi l’anno e con fermo impianto legato alle necessità di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Considerando la produzione di FORSU sopraindicata, si ottiene un volume utile del digestore pari a 200 m3 (diametro del digestore pari a 7 m e altezza pari a 5m) per una produzione di biogas pari a 181.000 m3biogas/anno. L’unità di cogenerazione, considerando un reale funzionamento di 6.500 ore/anno, è di circa 50 kW con una produzione di energia elettrica pari a 121.204 kWeh e energia termica pari a 197.754 kWth.

 

La parte “operativa” quindi occupa solamente 500 mq del lotto; questa parte è composta dal pre-digestore, il digestore di circa 200 mc, il post-digestore, l’unità di cogenerazione da 50 kW e un magazzino di stoccaggio compost.

La restante parte del lotto è occupata da aree di movimentazione, un ufficio/portineria, magazzini e una zona espositiva/didattica.

Resta una parte del lotto, dedicata alla coltivazione di colture energetiche (girasoli, mais, ecc.) e arbusti,  per futuri eventuali ampliamenti dell’impianto.

Il 27 febbraio 2010 alle ore 18.00, presso la sala Consigliare del Comune di Cassano delle Murge, sarà presentato il progetto alla comunità cassanese: questa sarà la prima importante occasione di confronto con la comunità sui temi ambientali come la gestione sostenibile dei rifiuti, fonti rinnovabili, ecc.

Inoltre, con tale appuntamento, saranno lanciate le attività di cittadinanza attiva con la definizione dei Focus Group.

Approfondimenti

  • Con il termine biogas si intende una miscela di vari tipi di gas, per la maggior parte metano, prodotto dalla fermentazione batterica in anaerobiosi (assenza di ossigeno) dei residui organici provenienti da rifiuti, vegetali in decomposizione, scarti della macellazione, liquami zootecnici o di fognatura. Attraverso il processo di trasformazione naturale del materiale organico in biogas è possibile, attraverso una successiva combustione (sistema energetico), produrre energia elettrica, da immettere in rete e energia termica da poter utilizzare come calore di processo, calore per processi industriali, teleriscaldamento, ecc. La parte solida dei rifiuti, una volta terminata la fase di fermentazione anaerobica, può essere ulteriormente utilizzata per la produzione di compost.
  • Il compost, detto anche terricciato o composta, è il risultato della decomposizione e dell'umificazione di un misto di materie organiche (come ad esempio residui di potatura, scarti di cucina, letame, liquame o i rifiuti del giardinaggio come foglie ed erba sfalciata) da parte di macro e microrganismi in condizioni particolari: presenza di ossigeno ed equilibrio tra gli elementi chimici della materia coinvolta nella trasformazione. Il compostaggio tecnicamente è un processo biologico aerobico e controllato dall'uomo che porta alla produzione di una miscela di sostanze umificate (il compost) a partire da residui vegetali sia verdi che legnosi o anche animali mediante l'azione di batteri e funghi. Il compost può essere utilizzato come fertilizzante su prati o prima dell'aratura. Il suo utilizzo, con l'apporto di sostanza organica migliora la struttura del suolo e la biodisponibilità di elementi nutritivi (azoto). Come attivatore biologico aumenta inoltre la biodiversità della microflora nel suolo.
  • Un focus group è una forma di ricerca qualitativa, in cui un gruppo di persone è interrogato riguardo all'atteggiamento personale nei confronti di un prodotto, di un concetto, di una pubblicità, di un'idea, di un imballaggio o di un personaggio. Le domande sono fatte in un gruppo interattivo, in cui i partecipanti sono liberi di comunicare con altri membri del gruppo. I focus group sono uno strumento importante per l'acquisizione di feedback riguardo ai nuovi prodotti. Ciò può fornire informazioni inestimabili sull'accettazione del prodotto da parte del suo mercato potenziale.

 

Letto 2927 volte Ultima modifica il Mercoledì, 10 Febbraio 2010 14:04

Progetto collegato

tutte le news