Stampa questa pagina

Balena Mangialibri_Festival di letteratura e illustrazione per l'infanzia | 11-14 Marzo 2010 Ex Upim-Lecce

04 Feb
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nei mari del Salento, giù giù  fino a che l’Italia finisce, vive tronfia e gonfia una Balena.

Nuota libera nelle acque più blu del blu tra trote e gamberetti, sirene e pesci palla, stelle di mare e polipetti. Una balena sempre affamata che mangia né crostacei né molluschi e se ne infischia dei pesciolini che non hanno alcun sapore. Sono i libri il suo piatto preferito, pagine e pagine di inchiostro e di carta... al solo pensiero le viene un languore! Quando era piccola la mamma le preparava gustosissime leccornie misto mare ma lei niente, preferiva di gran lunga un bel romanzo, ma che fosse almeno di centomila pagine. Ha divorato tonnellate di libri e ora, porta in pancia migliaia di incredibili storie e tra i suoi fanoni sono incastrati una miriade di racconti e di favolette. Com’è e come non è questa Balena qui ha deciso di aprire le sue fauci e far vedere a tutti che cosa contiene la sua gigantesca pancia.

“Ma son vere queste cose che voi dite?!”ci chiederete.

Ahh piccoli monelli increduli! Lo potete vedere da voi! Dall’11 al 14 marzo venite a Lecce! Venite a vedere con i vostri stessi occhi quanti libri è riuscita a divorare questa strana Balena!

Ma attenti non nuotarle troppo vicino… potrebbe scambiarvi per un libro!

 

 

 

La Balena Mangialibri è un festival di letteratura e illustrazione per l’infanzia organizzato dall’Associazione Fermenti Lattici e finanziato dalla Regione Puglia attraverso il bando Principi Attivi nella sua edizione 2009-2010. Il Festival si pone l’obiettivo di avvicinare i bambini alla letteratura e all’illustrazione attraverso il contatto diretto con l’oggetto-libro, gli incontri con autori, illustratori, editori, ma anche tramite la partecipazione a laboratori creativi, spettacoli, eventi a loro dedicati.

Luogo biblico, luogo fiabesco, luogo d’orrore ma anche di meditazione, il ventre della balena ospitò il profeta Giona chi ne rimase imprigionato per ben tre giorni e tre notti. Molti secoli dopo una balena inghiottì Pinocchio, e l’enorme stomaco divenne per Mastro Geppetto il luogo dell’attesa dell’incontro tanto desiderato col figlio. Il grembo della balena, forse il più grande che un mammifero possieda, è immagine del ventre materno dove si gesta una nuova vita o del luogo ritirato dove si pensa ad un cambio di esistenza. Ispirandoci a questo immaginario vorremmo che il nostro festival diventasse uno spazio d’incontro e di scambio che possa restituirci un mondo pieno di libri e di bambini lettori.

 

 

www.balenamangialibri.it

Letto 2008 volte Ultima modifica il Sabato, 06 Febbraio 2010 14:23