Stampa questa pagina

Darwin ed Agrogreen Service

17 Dic
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Finalmente anche l’estremo Sud verrà interessato da una mostra di una certa importanza. Dopo  Milano e Roma arriva a Bari, come ultima tappa italiana la mostra dedicata a Charles Darwin a cui si aggiunge un importante appuntamento, il 18 dicembre, dedicato alla biodiversità agraria. Promossa dalla Regione Puglia, la mostra è già stata visitata da due milioni di persone fra New York, Boston, Toronto, Londra, San Paolo, Rio de Janeiro, Tokyo, Auckland, Lisbona, Roma e Milano.

 

Infatti dal 24 novembre al 15 febbraio 2010 presso il Castello Svevo di Bari sarà possibile ripercorre i centocinquant’anni dalla pubblicazione de L’Origine delle Specie.

Tra le diverse iniziative che si svolgeranno nel Castello Svevo, vorrei ricordare l’incontro di venerdì 18 dicembre 2009 dal titolo “La biodiversità agraria e le azioni per la sua salvaguardia in Puglia”.

Interverranno, fra gli altri, Dario Stefàno (assessore alle Risorse Agroalimentari Regione Puglia), Luigi Trotta (Ufficio Innovazione e Conoscenza in Agricoltura, Regione Puglia), Pierfederico La Notte (Istituto di Virologia Vegetale, Consiglio Nazionale delle Ricerche), Pietro Santamaria e Francesco Serio (Dipartimento di Scienze delle Produzioni Vegetali, Università di Bari, ed Istituto Scienze delle Produzioni Alimentari, Consiglio Nazionale delle Ricerche, rispettivamente),  Giuseppe De Mastro e Luigi Tedone (Dipartimento di Scienze delle Produzioni Vegetali, Università di Bari) con una serie di relazioni sulla biodiversità agraria.

Sempre nel corso della giornata, verrà allestita una mostra pomologica di frutta, colture erbacee e ortaggi rari della nostra regione, nonché una mostra fotografica e prodotti sulle erbe spontanee commestibili pugliesi con lo scopo di fornire una piccola dimostrazione della grande biodiversità presente nel territorio pugliese. Per l’occasione ci saremo anche noi come Agrogreen Service per presentare l’importante biodiversità di legumi presenti in Puglia e in particolar modo la nostra punta di diamante sarà la “Lenticchia di Altamura“  ed il progetto Vincitore del Bando Bollenti Spiriti Principi Attivi “Biovani Idee per una Puglia migliore”.

Vi aspettiamo numerosi

Via| http://www.freshplaza.it/
Letto 2487 volte Ultima modifica il Giovedì, 17 Dicembre 2009 19:12