Stampa questa pagina

lab lab lab

20 Lug
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

anche se in ritardo sull'inizio effettivo delle attività laboratoriali ecco finalmente la locandina del laboratorio di riuso

Laboratorio permanente sul riuso

 Parte subito nei locali delle Manifatture Knos e in continuità con le attività già prodotte dall'Officine Kata Pelta un laboratorio permanente sul riuso.

La partecipazione è libera ed aperta a tutti e il lavoro prodotto sarà portato in mostra nelle stazioni della rassegna itinerante finale.

 

1.      ognuno potrà portare e sviluppare idee sul riuso che potranno avere carattere di compiutezza (esempio oggetti singoli di design o allestimenti) e quindi essere già pronte da portare in giro come esempi, oppure si possono pensare (ed è molto più interessante) progetti che possano essere in parte o del tutto realizzati dalle persone "inesperte" che vorranno cimentarsi nel lavoro dei laboratori all'aperto (che comportino quindi lavorazioni semplici e l'ausilio di attrezzature poco ingombranti e poco pericolose, es. taglierine, martelli, pinze, forbici, uncinetti, ecc);

2.      si individueranno alcuni filoni di ricerca:   ideazione di sistemi di riuso, ideazione e sviluppo di tematiche, riproposizione di vecchi riusi;

3.      ricerca su un materiale: oggetti di larga produzione usati che raccolti in grandi quantità possono diventare il materiale di base per realizzare rivestimenti, tessiture, riempimenti, ecc;

4.      ricerca su un oggetto: singoli oggetti in disuso rivisitati,riparati o catapultati;

5.      istallazioni e arredi urbani: le persone che interverranno ai laboratori saranno la fonte principale di ispirazione per l'intervento sul luogo. Ci prepareremo a cogliere i loro suggerimenti con la progettazione e la realizzazione anche parziale di "elementi  architettonici guida" che faranno da riferimento al loro intervento lasciando la possibilità di variarne la configurazione nello spazio    (es. una copertura ombreggiante, una parete tenda che separa, elementi puntuali tipo totem, un set scenografico, una foresta, una grotta, una bufera di vento, un ambiente sottomarino con funzione di screensaver, ecc.);

6.      verranno individuati dei "riusatori"  esperti, che per esperienza acquisita durante i lavori del laboratorio permanente saranno di riferimento per chi vorrà cimentarsi nelle pratiche di riuso proposte nei laboratori all'aperto della rassegna. Le persone che incontreremo  saranno probabilmente in parte già sensibili al tema e con una certa predisposizione a mettersi al lavoro, ma la sfida sarà quella di coinvolgere all'operazione più gente possibile e quindi i riusatori avranno anche il compito di coinvolgere ed in qualche modo istruire gli insicuri.

 

Letto 2046 volte Ultima modifica il Mercoledì, 22 Luglio 2009 14:54