Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Cos'è il Renew EnerGIS?

22 Giu
Vota questo articolo
(0 Voti)

Renew EnerGIS si propone di fornire una panoramica sulle possibili filiere di produzione di energia in particolare da residui agricoli in Salento, alla luce delle potenzialità del territorio, delle tecnologie disponibili per l'approvvigionamento e l'utilizzo energetico, delle condizioni di mercato per la commercializzazione di tali risorse e degli incentivi disponibili per la loro valorizzazione energetica.

Il nostro progetto si pone come obiettivo principale uno studio sistematico dei dati riguardanti la situazione odierna della biomassa nel territorio salentino, atto a fornire prime concrete indicazioni sulle zone a maggiore vocazione agro-energetica. Questa analisi è fondamentale a nostro avviso perché metterebbe a disposizione un primo concreto strumento di orientamento delle scelte dei decisori politici e delle imprese interessate, agricole ed industriali, in grado di incrociare gli strumenti di pianificazione territoriale ed i relativi investimenti, anche infrastrutturali, di derivazione comunitaria, nazionale e regionale. Essendo il nostro un territorio ad altissima vocazione agricola, le biomasse rappresentano una delle opzioni più concrete in termini di potenziale energetico e di sviluppo tecnologico. In aggiunta, potrebbero contribuire fattivamente al rilancio delle attività agricole che, nella regione, rappresentano un importante tassello dell'economia locale ed elemento prioritario di conservazione del territorio.

L'obiettivo, in termini di metodologia di studio, è quello di analizzare le potenzialità di biomassa, con riferimento a residui agricoli fornendo una distribuzione sul territorio delle tipologie e quantità di biomasse, attraverso l'utilizzo dei "sistemi informativi geografici (GIS)": in pratica una serie di strumenti tecnici come software e mappe satellitari e non del territorio che ci permettano di operare il nostro monitoraggio su cosa c'è e cosa non c'è realmente a disposizione sul territorio.
Alla fine del progetto, un report dettagliato dello studio sarà lo strumento concreto consultabile e fruibile da tutti quei soggetti coinvolti nel settore. Ma ulteriore nostro obiettivo (non secondario!) sarà l'informazione ad ampio spettro sui risultati ottenuti, attraverso i mezzi di comunicazione, campagne di diffusione con di azioni mirate di sensibilizzazione. In sintesi, il presente lavoro si propone di fornire una panoramica sulle possibili filiere di produzione di energia da residui agricoli, nel Salento. Per fare un esempio: pensiamo agli sterminati uliveti e vigneti che sono il panorama principale della nostra terra. A tutti gli effetti quello che attualmente si fa con gli scarti delle potature e della manutenzione dei campi è per lo più un interramento dei residui o una bruciatura in campo, all'aria aperta, con conseguente immissione in atmosfera di fumi e ceneri non filtrate (in pratica gli stessi fumi che escono dai comignoli di nostri camini). Non è affatto astruso pensare di usare questa forma di energia che non ci manca e che di base non sappiamo come smaltire, per produrne di altra, elettrica o calore, in modo da combinare due vantaggi in uno, costruendo delle piccole/medie centrali di produzione di energia che "brucino" questo combustibile e che contemporaneamente filtrino c'ho cha viene immesso in atmosfera. A differenza del petrolio la biomassa è "rinnovabile" nei tempi scala della vita di un singolo uomo. Sul concetto di rinnovabilità: io trasformo delle piante (gli scarti) in energia, e anidride carbonica, altre piante intorno riassorbiranno quella stessa anidride carbonica e diventeranno a loro volta e a loro tempo energia, in un ciclo sostenibile per l'ambiente ma anche per l'economia locale, prevedendo anche il recupero di materiale di scarto.
Il nostro lavoro non si propone assolutamente di essere esaustivo, ma di rappresentare piuttosto una base di partenza per un approccio integrato e sinergico al settore della bioenergia e delle "filiere agro-energetiche". Siamo mossi dall'entusiasmo e dalla convinzione che alcuni cambiamenti nella nostra realtà pugliese siano indispensabili per lo sviluppo del territorio nel massimo rispetto delle tradizioni, delle specificità e delle vocazioni del territorio stesso. Nel panorama energetico nazionale le bioenergie stanno assumendo un ruolo molto rilevante, e si pongono come una sfida di innovazione sostenibile (se applicate in maniera appropriata) a cui non possiamo sottrarci, soprattutto consapevoli delle potenzialità che il nostro territorio in questo settore, per sua stessa natura offre.
Letto 2112 volte Ultima modifica il Martedì, 23 Giugno 2009 23:22

Progetto collegato

tutte le news