Stampa questa pagina

Multinazionali dei pesticidi protestano contro Michelle Obama

17 Giu
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

Qualche tempo fa Michelle Obama  per dare una mano all’ambiente, aveva coltivato nel  giardino della Casa Bianca un piccolo orto per auto-prodursi del cibo biologico.

Quest’iniziativa ha trovato immediatamente i consensi di mezzo mondo, tranne quello delle multinazionali dei pesticidi.

E’ di qualche giorno fa la notizia di una lettera recapitata alla Casa Bianca ed indirizzata alla signora Obama, in cui la MidAmerica CropLife Association, organizzazione che rappresenta le aziende venditrici di anticrittogamici, si lamentava della cattiva pubblicità fatta ai loro prodotti.

Nella lettera  si chiede a Michelle  di utilizzare nel suo orto dei pesticidi e additivi chimici per far vedere al mondo intero che non sono pericolosi, e far ritornare quella fiducia nei cibi preconfezionati che gli americani stanno cominciando ad evitare.

Speriamo che Michelle rimanga sulle sue decisioni e comunque con il biologico non solo ci quadagnerebbero tutti, in salute, ma anche la Terra... e se qualche produttore di pesticidi dovesse pur fallire potrebbe sempre coltivarsi il suo piccolo orto-biologico per sopperire alle sue necessità.

Letto 2815 volte Ultima modifica il Giovedì, 18 Giugno 2009 19:37