Stampa questa pagina

CUSTODI DEL MARE - Piccola Scuola Permanente di Cultura e Tutela del Mare

28 Feb
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’idea di istituire una “Scuola permanente” per la diffusione della cultura e della tutela del Mare, inteso come valore, risorsa, bene comune, ha rappresentato per noi il punto di partenza di un processo osmotico di acquisizione e diffusione allargata di saperi, conoscenze e competenze.

Custodi del Mare è, infatti, riuscita a intercettare e amplificare un potenziale inespresso di ascolto, sensibilità e apprendimento che le giovani generazioni avevano (e hanno) ma che in pochi e solo occasionalmente tentano di coltivare, assicurando continuità e legittimazione alle azioni promosse dai proponenti verso il sistema scolastico, la città, gli operatori del Mare, (ZonaEffe - DueMari / Centro di Educazione Ambientale Bisceglie) e dai suoi Partner (istituzionali e no, Movimento IoLogico su tutti) attraverso la strutturazione di una realtà permanente che capace di diventare un vero e proprio mediatore locale sui temi della cultura e della tutela del Mare.


Gli obiettivi che abbiamo perseguito? Avere un luogo di apprendimento orizzontale, collettivo, dove lo scambio continuo di saperi, esperienze, emozioni legate al Mare, alimenta la passione, l’amore, la cura, la tutela del Mare come bene comune. Partendo ovviamente dai più giovani.

Ci siamo proposti, e continuiamo a farlo, di ridestare l’attenzione collettiva su temi e problematiche legate al Mare, alla fruizione del litorale, alla riduzione di alcuni impatti ambientali, alla tutela e al recupero di alcune valenze locali (gli antichi argani in legno dello scalo alaggio per la piccola pesca locale nel porto di Bisceglie) e di alcuni siti di particolare pregio ambientale e naturalistico (Grotte di Ripalta, Cala Pantano);

Per fare questo abbiamo implementato le dotazioni permanenti del CEA ZonaEffe dotandola di una piccola imbarcazione in legno, un gozzetto di circa 6mt, riveniente da un percorso di recupero partecipato che ci ha consentito, innanzi tutto il racconto di una storia forgiata sull’acquisizione condivisa di competenze (grazie alle maestranze coinvolte nel recupero: carpentieri marittimi, maestri d’ascia, etc.), e quindi, la sua  destinazione a piccola imbarcazione-scuola capace anche di offrire e garantire piccoli servizi di turismo esperienziale, escursioni, attività didattiche, di contatto diretto col Mare, e acquisizione di conoscenze e competenze marinare da parte di bambini e adulti.

Per il recupero del gozzetto contiamo anche sul supporto di operatori economici sensibili, legati al Mare e capaci di intravedere in questa iniziativa l’opportunità di associare la loro impresa a un percorso etico e di forte impatto comunicativo, in grado di assicurare visibilità nel tempo e creare un immaginario positivo intorno al dibattito sugli scenari di sviluppo di una nuova economia del Mare.

La “Piccola Scuola Permanente di Cultura e Tutela del Mare”, come detto, è ospitata all’interno del Castello Svevo Angioino della città di Bisceglie, sede del Centro di Educazione Ambientale comunale, accreditato al Sistema INFEA Puglia e individuato tra i centri d’eccellenza a livello regionale. Il gozzetto, che abbiamo ribattezzato ZARA, è entrato a far parte del Museo Storico Galleggiante promosso dal Movimento IoLogico e ospitato nella darsena della Bisceglie Approdi SPA.

In parallelo a tutto questo, una variegatissima serie di attività didattiche e culturali (letture, laboratori, escursioni guidate, corsi di musica con strumenti autoprodotti con materiale spiaggiato, attività di sensibilizzazione, eventi, concerti, corsi di teatro per ragazzi, et.) ha popolato il Castello, all’interno del quale è nata, e oggi liberamente fruibile, la LIBROTECA DEL MARE, dotazione di albi illustrati per bambini e adulti, che arricchisce la Piccola Scuola permanete di Cultura e Tutela del mare “CUSTODI DEL MARE”.

Letto 211 volte