Stampa questa pagina

BIKE SHARING ED INTERMODALITÀ

13 Gen
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

 L’evoluzione della Ciclofficina Popolare Knos in Bicycle Center Knos ha fra i suoi punti di maggiore interesse lo sviluppo dell’intermodalità. Per raggiungere tale obiettivo, abbiamo realizzato lavori strutturali e di miglioramento dello spazio antistante la ciclofficina che corrispondo anche alla parte frontale e di entrata del Laboratorio Urbano. Creando la struttura per il posteggio delle biciclette nel giardino delle Manifatture Knos e del Cineporto, abbiamo aggiunto l’elemento mancante al già presente ampio parcheggio per autoveicoli utilizzato dai loro fruitori. Nel corso della sua costruzione lo scambio intermodale auto-bici ha potuto avere inizio presentadolo al pubblico spiegandone le funzionalità e lo scopo. Lo spazio è divenuto utile logisticamente per ciclo-escursioni all’interno della città e del territorio salentino e per la condivisione delle nostre bici con enti e associazioni con cui abbiamo collaborato. Siamo quindi riusciti ad andare incontro alle esigenze di turisti e cicloturisti divenendo un punto di riferimento. Chi aveva necessità di posteggiare il proprio veicolo ed usufruire del bike sharing ha trovato da noi il posto giusto per essere accolto, ricevere informazioni utili, conoscere luoghi ed itinerari da visitare e percorrere, ha potuto servirsi di una ciclofficina sempre attiva con tutti gli attrezzi utili per la manutenzione del proprio mezzo. Si è reso lo spazio pubblico maggiormente funzionale aumentando il numero dei visitatori, dei fruitori, di semplici curiosi ed avventori occasionali con eventi ed attività create da noi appositamente. Sfruttando la potenzialità delle nuove strutture abbiamo organizzato e partecipato nel 2017 ad eventi e attività volte a dimostrare l’efficienza e la praticità del Bicycle Center Knos. Fra i più significativi per la nostra formazione e crescita ci sono:

Teatro in bicicletta. Per organizzare questo evento ci siamo dovuti impegnare per la prima volta nella programmazione di percorsi cicloturistici urbani e con la formulazione e creazione del servizio di bike sharing. Abbiamo quindi realizzato 10 serate per promuove la mobilità sostenibile coniugandola alla passione per il teatro e la cultura. Un viaggio collettivo che partendo dal Bicycle Center Knos ha attraversato la città e raggiunto luoghi unici da scoprire, sconosciuti anche ai leccesi stessi.  Nella tappa finale, i Cantieri Teatrali Koreja, abbiamo offerto un cicloaperitivo ristoratore e poi abbiamo gustato la visione di uno spettacolo teatrale, o l’ascolto di un concerto.

“DUNYĀ. Casa come luogo che si apra” è stata una emozionante pedalata in gruppo rivolta a far socializzare ed integrare i migranti con la comunità attraverso la condivisione delle nostre bici. Si sono strette amicizie che ancora durano fra i volontari della Ciclofficina ed i migranti. Per la prima volta i ragazzi hanno avuto l’occasione di pedalare tutti assieme in una giornata destinata al puro gusto dello stare assieme in allegria. Un bellissimo evento realizzato insieme alla Fondazione Emmanuel Don Francesco Tarantini per le Migrazioni e il Sud del mondo, all’Associazione Culturale Rapsodia 8.9 e AMIS - Associazione Mediatori Interculturali Salento.

 

Il Carnevale Pedalato a Lecce e il 31° Carnevale della Grecìa salentina e 37° Martignanese sono stati due giorni di intense pedalate e di divertente carnevale. Abbiamo partecipato alle sfilate carnevalesche con le nostre biciclette messe in condivisione, ma agghindate e trasformate per l’occasione, creando una carovana di maschere in bici che partendo dal Bicycle Center Knos hanno raggiunto il centro della festa. Abbiamo partecipato a questi eventi collaborando con gli amici di Contro Pedale e le ragazze di Straccetti & Rivoluzione che lavorano nella sartoria popolare.

Letto 953 volte