Stampa questa pagina

Relazione finale progetto Green Utopia 2/12/16 - 2/12/17

24 Nov
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(1 Vota)

Durante questi 12 mesi abbiamo cercato di prenderci carico dello spazio, in stretta collaborazione con l’ente gestore e con la Città di Copertino, e abbiamo cercato di raggiungere l’obiettivo principale, ovvero la riapertura e riattivazione del Laboratorio Urbano Green Utopia, sito in Via Montale a Copertino.

Per prima cosa, è stato fondamentale rendere gradevole ed accogliente lo spazio, ed è stato necessario un riallestimento e riorganizzazione delle sale a disposizione: sala uffici, sala formazione, sala multimediale/polifunzionale, sala coworking con area relax.

Questo è stato fatto nei primi mesi del progetto attraverso il laboratorio di progettazione e autocostruzione del nuovo spazio di coworking che ora caratterizza il nostro LU. Tavoli, sedie, librerie, fioriere, attaccapanni e bancone/reception, tutto realizzato in legno in un’ottica green di recupero dei materiali di scarto. Il nuovo coworking è ora disponibile con 12 postazioni indipendenti a disposizione di liberi professionisti e associazioni. Il laboratorio ha coinvolto soprattutto i giovani del quartiere Spallanzani (zona popolare di Copertino in cui sorge il LU), i ragazzi richiedenti asilo dello SPRAR di Copertino e Veglie e i ragazzi del Liceo Scientifico Don Tonino Bello di Copertino, durante un progetto di alternanza scuola-lavoro.

Il potenziamento del laboratorio urbano, come previsto inizialmente, è  avvenuto attraverso l’attivazione di una serie di attività formative, informative e di sensibilizzazione legate al tema della tutela del paesaggio e del rispetto dell’ambiente. Tra cui:

  • Attività di sensibilizzazione sui temi ambientali:
  1. Indagine “No Littering, No More!” sul fenomeno del littering con questionari e analisi e diffusione dei risultati a livello cittadino (febbraio-novembre 2017);
  2. Organizzazione di una mostra sul design creativo e sostenibile nell’ambito della manifestazione denominata “Quinte Visive – Festival del Paesaggio” (aprile 2017);
  3. Azioni mirate alla informazione e sensibilizzazione sulla raccolta differenziata, con allestimento di banchetti informativi in collaborazione con le aziende addette alla raccolta dei rifiuti a Copertino (maggio  e novembre 2017, rispettivamente in corrispondenza del Festival del Paesaggio e dell’evento conclusivo, lo Swap Party);
  4. Organizzazione di uno SWAP Party (baratto di indumenti, oggetti e piante) in corrispondenza della SERR 2017, Settimana Europea della Riduzione dei Rifiuti con tavola rotonda dei partner del progetto per una valutazione conclusiva  e per la presentazione dei risultati dell’indagine “No littering, no more!”(18 Novembre 2017).
  • Attività informative e formative (per un totale di 170 ore):
  1. Incontri aperti d’informatica, dedicati ad utenti base e a coloro che vogliono approfondire il tema dell’open source (ottobre-novembre 2017, totale di 15 ore per 5 incontri);
  2. Laboratorio d’introduzione all’audiovisivo (ottobre-novembre 2017, totale di 20 ore per 8 incontri);
  3. Laboratorio di autocostruzione, progettazione e design sostenibile per l’allestimento dello spazio di coworking all’interno del LU Le attività, principalmente rivolto ad un target giovanile (gli incontri si sono svolti tutti i giovedì -ore 16:30-20:30 - e i sabati - ore 10:00-16:00 -  dei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2017 per un totale di 25 incontri e di 125 ore totali;
  4. Workshop di agricoltura sociale sul tema dei GAS “I Gruppi di Acquisto Solidale: cosa sono e come funzionano” (ottobre 2017, totale di 6 ore per 2 incontri);
  5. Degustazioni guidate di vino in collaborazione con le cantine vitivinicole locali (ottobre 2017, totale di 3 ore per 1 incontro).
  • Attività per la tutela del paesaggio e la rigenerazione urbana, con interventi sul quartiere:
  1. Scrittura e pubblicazione del bando “Ripensare l’acqua” per la riprogettazione della casetta dell’acqua sita nel quartiere Spallanzani, nei pressi del LU (gennaio-febbraio 2017);
  2. Selezione dei progetti vincitori e pubblicazione graduatorie (marzo 2017);
  3. Realizzazione del prototipo in scala ridotta e successivamente in scala 1:1 del progetto vincitore, realizzato dal giovane Architetto di Palermo Renato Lombardo, dal titolo “TOTAL_W²” (marzo-maggio 2017).

E’ stato un anno molto intenso di lavoro che ci ha fatto conoscere meglio il contesto in cui abbiamo operato e ci ha consentito di attivare nuove professionalità e nuovi percorsi all’interno dello spazio. 

E’ stato molto importante il supporto dei partner coinvolti che insieme a noi hanno preso a cuore il destino di questo LU, allargando e diversificando i target destinatari delle azioni.

Letto 989 volte Ultima modifica il Lunedì, 27 Novembre 2017 09:57