Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Quando si parla dal dire al fare: il progetto

15 Apr
Vota questo articolo
(0 Voti)

In cosa consisteva (da formulario):

“Open doors to art. L’arte contemporanea nei luoghi del quotidiano” [da adesso in poi solo: Open doors to art] è un progetto di residenze d'artista che, nasce dal desiderio di voler valorizzare Palagiano e l'intero arco ionico tarantino, ai margini di quel movimento turistico che interessa l'intera regione. Per questo, si intende operare per promuovere uno sviluppo culturale, sociale, turistico ed economico del territorio attraverso il confronto con i linguaggi dell'arte contemporanea.

Si vuole partire dal coinvolgimento attivo della stessa comunità palagianese: le case di alcuni cittadini saranno i luoghi di accoglienza per gli artisti che vivranno per circa due mesi a Palagiano e gli spazi pubblici, le location delle loro installazioni site- specific, frutto delle suggestioni e delle interazioni che scaturiranno dal vivere i luoghi del quotidiano.

Il progetto è un'operazione culturale che crea nuove prospettive, salda i legami e senso di appartenenza, determina una nuova conoscenza di se stessi e un’apertura al pensiero e al linguaggio artistico della stretta attualità, mette in atto una nuova reinterpretazione dello spazio urbano e del patrimonio storico materiale e immateriale del territorio.

Inoltre, con la sensibilizzazione della cittadinanza e delle coscienze giovanili si cerca di ovviare al problema del vandalismo. La formazione e l'educazione per accrescere quel senso civico che sta alla base di ogni buona relazione umana: il rispetto della "res publica".

 

Cosa avete realizzato:

La presenza dei tre artisti - Maria Grazia Carriero, Paolo Carta, Angela Colonna - ha dato frutto a tre opere site spefic pensate e realizzate per Palagiano. Le relazioni e le suggestioni nate e intensificate durante le tre settimane di residenza tra gli artisti e i cittadini hanno “prodotto” tre installazioni collocate in tre aree scelte del centro storico:

 

Darkness di Maria Grazia Carriero- Un video intervista che l’artista ha realizzato a coloro che liberamente si sono prestati nella loro semplicità a confrontarsi su una tematica radicata nel Sud Italia: la JÚRJƏ o munaciedd, che condiziona attualmente il pensiero e il comportamento dei superstiziosi e non.

Il video è stato proiettato in una piazza pubblica su una parete di un palazzo, la cui fruizione all’ aperto esplicita quasi la volontà di esorcizzare la credenza. Tutto quello che è stato fino ad ora sottaciuto diventa in qualche modo pubblico e condiviso.

Il giardino della Stornata di Paolo Carta- Cinque fioriere in legno di abete che insieme profilano la Riserva Statale della Stornara a pochi chilometri dal paese. Osservatore attento della natura, come si definisce l’artista stesso, Carta ha voluto mettere in  luce un luogo poco valorizzato seppur di grande valore naturalistico ed esortare i cittadini alla tutela di questo polmone verde sulla costa ionica. Il valore massimo di questa operazione viene raggiunto durante la performance inaugurale, quando l’artista con l’ausilio di alcuni astanti interra delle piantine tipiche della macchia mediterranea (lentisco, rosmarino, ginestre).

I fatt di Angela Colonna – Una sorta di libreria della memoria a cielo aperto, realizzata con casse di legno utilizzate ancora oggi per la frutta e la verdura, che raccoglie fotografie, poesie, oggetti, mentre le voci degli stessi abitanti si susseguono in una narrazione continua. Storie d’amore, stornelli, ricette contro ogni malanno, raccontano e rivelano la storia del paese nel secondo dopoguerra. E’ la registrazione che l’artista ha realizzato durante i suoi giorni di permanenza agli abitanti di Palagiano.

 

Come lo avete realizzato:

Un bando di idee indetto sul territorio nazionale ha dato il via alla open call per tre artisti under 45 che sono stati protagonisti della residenza. Il supporto di una importante commissione scientifica, costituita da professionisti del settore (direttori di musei, curatori e docenti, critici) è stato fondamentale per la valutazione e la selezione dei tre finalisti.

Per tutto il periodo di promozione del progetto sostanziale è stato il supporto dei partner per la sua diffusione, assieme ad una proficua campagna pubblicitaria e all’ utilizzo dei social network.

Sono stati realizzati ad hoc diversi eventi culturali finalizzati ad offrire alla collettività la possibilità di avvicinarsi al mondo dell’arte contemporanea, da sempre visto come un mondo a sé stante, e prepararla all’ accoglienza degli artisti. Per questa operazione, fondamentale è stato il sostegno di diversi professionisti del settore (artisti, critici d’arte, giornalisti, docenti di accademie) e di alcuni membri della giuria scientifica che hanno contribuito attivamente ai vari momenti del progetto attraverso interventi diretti in pubblico. In questo modo è stato possibile approfondire delle tematiche specifiche legate al progetto come l’Arte pubblica, le Residenze d’artista, il processo creativo, lo sviluppo di un’opera e, allo stesso tempo, ascoltare l’esperienza diretta di alcuni artisti pugliesi, che operano nel territorio.

Il momento clou di Open door to art è stato l’avvio delle residenze che ha visto innescare processi virtuosi di collaborazione su più fronti: tra gli artisti, tra questi e gli abitanti, che gli hanno accolti, superando l’iniziale diffidenze, condividendo il loro pasto e le loro storie.

In particolare, alcune famiglie del territorio si sono distinte per aver accolto nelle proprie abitazioni gli artisti per tutto il periodo della residenza. 

L’entusiasmo di alcuni volontari che hanno collaborato alla realizzazione delle opere stesse e il supporto materiale offerto dagli sponsor tecnici per la realizzazione delle opere. Infine il prezioso aiuto di alcuni responsabili dell’amministrazione comunale nel superare le difficoltà logistiche presentate per la realizzazione e la collocazione delle opere.

 

 

Letto 910 volte Ultima modifica il Giovedì, 16 Aprile 2015 09:44

Video