Stampa questa pagina

Reactivicity|Reloaded - Co.Making Cities

15 Dic
Scritto da  in BLOG BOLLENTI SPIRITI
Vota questo articolo
(0 Voti)

Durante il modulo Co.Making Cities del Laboratorio Dal Basso Reactivicity|Reloaded abbiamo esplorato, assieme ai partecipanti e agli amici di Pop Hub, le diverse strade di rigenerazione urbana riguardanti tre luoghi della città di Bari.

Alla fine, dopo esserci confrontati con i docenti invitati da varie città d'Italia nonché dall'estero, con i rappresentanti delle istituzioni, con la cittadinanza che ogni giorno vive quei luoghi, abbiamo prodotto tre mappe concettuali che costituiscono un primo approccio per innescare i processi di rigenerazione nei luoghi abbandonati presi in esame.

SPAZIO ARX

Lo Spazio Arx, situato nel rione San Cataldo a Bari, ha mostrato come problematica principale la difficoltà nell'ottenere dal Comune un mandato per la gestione dello spazio.

La domanda che ci siamo posti è stata: come facciamo a convincere le istituzioni dell'importanza sociale che potrebbe assumere questo luogo?

La carenza di servizi nei dintorni, in un quartiere che ha uno scopo puramente residenziale, è stata individuata come asse di intervento principale, per un lavoro che includa contestualmente interventi rilevanti su istruzione, legalità, tutela dell'ambiente e che abbia ricadute positive sulla riqualificazione (sociale e ambientale) della periferia e sul coinvolgimento della cittadinanza all'interno di un luogo che ha tutte le carte in regola per diventare un punto di riferimento per l’intero rione.

CASINA DELLA PINETA DI SAN FRANCESCO

La struttura presente all'interno della Pineta di San Francesco (Bari, quartiere San Girolamo) dopo essere stata utilizzata come bar/pizzeria è ora chiusa da anni.

Nel confronto con le associazioni sportive e i cittadini che frequentano il luogo è emerso che la funzione di "crocevia", ossia di posto che incroci i vari interessi delle persone, è probabilmente quella più adatta per riqualificare la Casina.

Il flusso di persone all'interno della Pineta, allo stato attuale notevolmente ridotto, potrebbe essere rimpolpato se la Casina venisse utilizzata dalle associazioni come campo base per iniziative, riunioni o anche semplicemente magazzino. È necessario, comunque, rinvigorire le attività da svolgersi nella Pineta anche semplicemente reintroducendo servizi e funzioni che, col tempo, sono venuti meno (non ci sono più campeggi estivi né punti di ristoro).

L'intervento attiverebbe un meccanismo virtuoso che avrebbe una ricaduta positiva sia sulla qualità degli spazi (un flusso costante garantirebbe presidio costante, onde limitare situazioni quali vandalismo, danneggiamenti, incuria) sia sulla qualità dei servizi.

ARENA MODERNO

L'Arena Moderno, a Bari, nel quartiere Libertà, è un posto a cui la cittadinanza locale è ancora molto affezionata, nonostante abbia perso ormai da tempo la propria funzione principale di cinema all'aperto.

Ragionando su questa situazione particolare, ossia quella di un luogo estremamente radicato nell'immaginario collettivo del quartiere nonostante l'estrema incertezza che ne caratterizza le funzionalità e la gestione, abbiamo provato a pensare a diversi rami d'azione che potrebbero riguardare l'immediato futuro dell'Arena.

La parola d'ordine, in una situazione come questa, è "coinvolgimento": una gestione condivisa e flessibile degli spazi porterebbe a un miglioramento della qualità degli spazi stessi, e sarebbero gli stessi abitanti del Libertà, fortemente legati al quartiere, a garantirne la sostenibilità nel tempo.

Letto 2750 volte