Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso clicca qui.

Approvo

Cosa sono i Cookie?
I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.
I cookie, solitamente presenti nei browser degli utenti in numero molto elevato e a volte anche con caratteristiche di ampia persistenza temporale, sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, ecc.


Quali sono le principali tipologie di cookie?
Le due macro-categorie individuate dal Garante della Privacy sono: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice Privacy).
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice Privacy laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13 Codice Privacy, comma 3″.


Session e Persistent cookie
I Session cookie, che contengono l’informazione che viene utilizzata nella tua sessione corrente del browser. Questi cookie vengono automaticamente cancellati quando chiudi il browser. Nulla viene conservato sul tuo computer oltre il tempo di utilizzazione del sito.
I Persistent cookie, che vengono utilizzati per mantenere l’informazione che viene utilizzata nel periodo tra un accesso e l’altro al sito web, o utilizzati per finalità tecniche e per migliorare la navigazione sul sito. Questo dato permette ai siti di riconoscere che sei utente o visitatore già noto e si adatta di conseguenza. I cookie “persistenti” hanno una durata che viene fissata dal sito web e che può variare da pochi minuti a diversi anni.


Cookie di prima parte e di terze parti
Occorre tenere conto del differente soggetto che installa i cookie sul terminale dell’utente, a seconda che si tratti dello stesso gestore del sito che l’utente sta visitando (che può essere sinteticamente indicato come “editore”) o di un sito diverso che installa cookie per il tramite del primo (c.d. “terze parti”).
I cookie di prima parte sono creati e leggibili dal sito che li ha creati. I cookie di terze parti, invece, sono creati e leggibili da domini esterni al sito ed i cui dati sono conservati presso il soggetto terzo.
Al link www.youronlinechoices.com troverai informazioni su come funziona la pubblicità comportamentale e molte informazioni sui cookie oltre alle tappe da seguire per proteggere la privacy su internet.

Quali cookie utilizza il presente sito web, quali sono le loro principali caratteristiche e come negare il consenso a ciascuno dei cookie di profilazione
Il presente sito web può inviare all’utente i cookie di seguito indicati e brevemente descritti, per le finalità di seguito precisate.
Cookie di prima parte:
    •    consenso cookie (nome: “consenso_cookie”; finalità: memorizzazione del consenso all’utilizzo di cookie)
Cookie di terze parti:
    •    google-analytics.com (finalità: analisi statistiche in forma aggregata del traffico web)
    •    maps.google.com (finalità: embed di mappa interattiva)
    •    youtube.com (finalità: embed di video YouTube)
    •    slideshare.com (finalità: embed di presentazioni)
Per negare il consenso all’utilizzo di uno o più cookie potrai accedere ai link sopra riportati e seguire le indicazioni.
In alternativa, è sempre possibile seguire la procedura di disabilitazione (totale o selettiva) prevista dai principali browser:
    •    Google Chrome
    •    Mozilla Firefox
    •    Apple Safari
    •    Microsoft Internet Explorer

Bollenti Spiriti

Accademia della strada

INFO SUL PROGETTO

Categoria:
Laboratori urbani
Forma giuridica:
Associazione
Progetto finanziato:
Laboratori Urbani Mettici le mani
Indirizzo:
Via Udine, 80, 72023 Mesagne BR, Italia
Città:
Mesagne
Provincia:
Brindisi
Facebook:
Vai alla pagina facebook
Tags:
Cittadinanza Attiva
Disabilità
Educazione
Festival ed eventi
Politiche giovanili
Salute e benessere
Sport
Tempo libero

FOLLOWERS


AMMINISTRATORI

 

Origini

La proposta progettuale nasce dall'osservazione e analisi del Salento Fun Park e dei suoi fruitori.  Si tratta di un'osservazione non esercitata da esterni al Laboratorio Urbano, ma da presenze costanti e che collaborano attivamente con questa realtà, che hanno sviluppato rapporti di fiducia coi ragazzi che lo frequentano e con lo staff che lo gestisce. Questo ci ha permesso di percepirne i punti di forza e le criticità, ma soprattutto le potenzialità ancora inespresse.

Il SFP è aperto prevalentemente durante le ore pomeridiane e serali ed è frequentato principalmente da giovani ragazzi.

Il gruppo di ragazzi che frequenta regolarmente il Laboratorio urbano, è caratterizzato dall'appartenenza ad una fascia d'età che va dai 12 ai 25 anni, molti di loro non frequentano la scuola, non sono iscritti all'università, non lavorano né tanto meno seguono corsi di formazione. Il SFP ha rappresentato per questi ragazzi un luogo di incontro e di aggregazione che li ha allontanati dal rischio di essere attratti da percorsi di microcriminalità e devianza ancora molto diffusi sul territorio, ricreando all'interno del laboratorio urbano la stessa dimensione, priva delle caratteristiche negative, che vi è nella “strada”. Il sfp è riuscito ad attrarre un vasto numero di ragazzi perchè è stato in grado di intercettare il loro desiderio di appartenere ad uno spazio che li “caratterizzasse” e che li lasciasse liberi di esprimersi nelle forme e nei modi che più li aggrada. Il sfp è riuscito ad intercettare la loro inclinazione a coltivare attività legate alla street sport e alla street art.

 “La strada”è stata osservata e analizzata nei suoi aspetti relazionali, ricreando i fattori positivi legati alla  presenza di rapporti di amicizia reali e non virtuali, alla possibilità di incontro fra soggetti appartenenti a classi sociali differenti ma con interessi comuni; nei suoi aspetti artistici, laddove i graffiti rappresentano forme di espressione del sé e di riappropriazione degli spazi pubblici che solitamente non sono percepiti come tali; nei suoi aspetti sportivi dal momento che una rampa di scale può essere utilizzata per sfidarsi con lo skateboard, segnaletiche stradali per cimentarsi in arrampicate, edifici abbandonati per praticare il parkour, etc.

Il Laboratorio Urbano rappresenta una microrealtà che raccoglie tutto ciò che di spontaneo e positivo nasce nelle “strade” e lo riproduce, mantenendone la spontaneità e offrendo sempre nuovi stimoli. 

Motivazioni:

L'altra faccia della medaglia del successo è, però, rappresentata dal pregiudizio e dall'opinione poco positiva che ruota attorno a questo spazio. Le attività collegate alla street, l'abbigliamento vistosamente hip hop, i graffiti sui muri e il rap fanno del laboratorio urbano un luogo rappresentativo della subcultura underground, spesso erroneamente associata all'illegalità e all'antisociale. Il pregiudizio ha frenato segmenti differenti della popolazione locale ad avvicinarsi  al SFP.

Ci si è chiesti come ci si potesse attivare per scardinare tale giudizio e la risposta a questo interrogativo è stata che risulta necessario creare le condizioni affinchè segmenti eterogenei della popolazione sviluppino un senso di appartenenza e fiducia verso il Salento Fun Park. La nostra esperienza ci ha permesso di notare che coloro che hanno varcato la porta d'ingresso del Laboratorio, pur essendo un po' restii, hanno trovato una comunità accogliente e riscoperto un ambiente che gli appartiene. Gli stessi hanno continuato a frequentarlo e hanno preso parte attiva alle iniziative in esso organizzate, diventandone parte integrante e proponendo, a loro volta, iniziative.

Da un anno a questa parte, sono state attivate iniziative che vanno nella direzione di attrarre nuovi soggetti e di abbattere i pregiudizi: corsi di difesa personale, di chitarra e di capoeira, di scrittura creativa oltre ai corsi di skateboard, di spry art,, di dj, di breakdance, di giocoleria, che hanno coinvolto ragazzi ed adulti che non frequentavano il posto e  suscitato interesse in alcune cooperative sociali che hanno espresso la loro disponibilità a collaborare.

Tale partecipazione va sostenuta e risulta necessario attrezzarsi in termini di personale qualificato, tenendo conto che qualsiasi corso, e qualsiasi laboratorio si attivi all'interno del SFP, proprio per la sua informalità, può risultare un'opportunità  educativa.

Agire in maniera professionale e allo stesso tempo informale, garantire la continuità della relazione, sottraendola all'imprevedibilità e all'estemporaneità, pianificare percorsi in cui lo sport e l'arte sono veicoli educativi, presuppone la presenza di un team di professionisti, che affianchi puntualmente gli istruttori e che gestisca le attività come pretesti per promuovere una socializzazione positiva e attivare interventi a carattere preventivo.

Inoltre i laboratori presenti al momento, fanno affidamento sulla disponibilità volontaristica degli istruttori, condizione che non ne garantisce la continuità; sono composti da piccoli gruppi, in quanto una quantità superiore di partecipanti presuppone di dover apportare piccole, ma essenziali modifiche allo spazio.

La proposta progettuale mira a creare condizioni ottimali affinchè tali corsi e tali laboratori possano svolgersi nel migliore dei modi, accogliere un maggior numero di ragazzi, valorizzare i giovani talenti locali e connotarsi come percorsi educativi.

La nostra associazione nasce con l'intento di utilizzare lo sport e l'arte come strumenti per l'educazione, credendo fermamente nell'idea che una gestione professionale delle attività del SFP avrà effetti positivi sulla comunità che lo frequenta e migliorerà l'immagine del Laboratorio Urbano.

Contenuti

Cosa c'è:

I partenariati già attivi coinvolgono due cooperative sociali che gestiscono due differenti case famiglia per minori italiani e minori stranieri non accompagnati. Il numero dei ragazzi che partecipano ai laboratori si aggira, in media, intorno alle 10 unità.

I corsi attivi sono quattro: scrittura creativa, laboratorio d'arte, break-dance, composizione di basi musicali. A tenere i corsi sono giovani ragazzi del territorio, che si sono distinti per le loro competenze artistiche e sportive. L'iscrizione non prevede la frequenza ad una sola attività, ma all'intero “pacchetto” dei corsi, così da poter sperimentare tutto ciò che si aggira intorno alla street art: nella sua espressione artistica, con il laboratorio d'arte tenuto da un'arte-terapeuta, con il corso di scrittura creativa unito a quello di composizione di basi musicali, per creare brani musicali hip hop, e nella sua espressione sportiva attraverso il corso di break dance.

 I ragazzi che insegnano hanno offerto la loro disponibilità con l'obiettivo di sperimentare, in maniera temporanea, l'attivazione di questi corsi e il loro andamento, in cambio di un rimborso spese.

Cosa aggiungiamo:

Il progetto prevede di migliorare la qualità dei corsi già avviati e di attivarne di nuovi.

Questi saranno pianificati e coordinati da un team di professionisti costituito da un'assistente sociale, una sociologa della devianza, una mediatrice culturale ed un'operatrice specializzata nell'integrazione sociale e scolastica dei minori diversamente abili e, per quel che riguarda le attività sportive, un dottore in scienze motorie. Queste professionalità programmeranno i corsi inserendoli in un percorso di educazione non-formale.

 La presenza di minori stranieri non accompagnati, di minori con disabilità, di giovani che vivono in case famiglia, ragazzi seguiti dal tribunale dei minori e adolescenti in generale (che in questo territorio non sono mai “protetti” dal rischio di essere adescati dalla malavita locale), richiede una gestione delle attività che tenga conto della prevenzione della devianza e della protezione della comunità minorile.

 I laboratori si arricchiranno di master class, di gite fuori porta alla conoscenza di realtà attinenti con le attività svolte, attività on demand, festival, mostre e momenti di restituzione alla comunità.

 Maggiore attenzione verrà dedicata al coinvolgimento del quartiere in cui è inserito il SFP. Tale scopo verrà perseguito attingendo alle tecniche di community work. Questo percorso permetterà di attivare iniziative all'interno del laboratorio che rispondano alle esigenze emerse durante gli incontri e che quindi avranno una maggiore possibilità di successo.

Ulteriori elementi di apertura saranno rappresentati da: l'attivazione di attività motorie pensate per fasce d'età differenti come gli anziani, l'ampliamento dell'orario di apertura del Laboratorio che avvierà alcune attività nelle ore mattutine.

Lo spazio sarà attrezzato in maniera ottimale per ogni corso, utilizzando oltre alle aree esterne al Salento Fun Park, anche il capannone di recente realizzato grazie al bando “sostegno alla gestione degli spazi pubblici per la creatività giovanile“. Lo spazio coperto verrà ripartito in diverse aree che permetteranno di attivare più corsi contemporaneamente, senza dover rinunciare all' apertura del punto ristoro. L'area esterna sarà arricchita da una postazione fitness ed un percorso benessere utilizzabile gratuitamente dai soci del Laboratorio Urbano.

I laboratori saranno aperti a tutti i ragazzi. Questi ultimi, oltre ad esser raggiunti dalle tradizionali forme di promozione delle attività, verranno intercettati attraverso il coinvolgimento dei centri di aggregazione giovanile locali, il consiglio dei ragazzi, i rappresentanti degli istituti superiori, i quali si renderanno portavoce delle richieste e degli interessi provenienti dai ragazzi.

Il “pacchetto” dei laboratori sarà, infatti, in continua evoluzione, rispondendo di volta in volta a ciò che i ragazzi comunicheranno di voler sperimentare.

Il principio alla base di questa proposta è che i ragazzi possono cambiare i loro modi di pensare, e agire positivamente nella realtà sociale in cui vivono.

                                                          

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AGGIORNAMENTI DAL BLOG

  • Il progetto Accademia della Strada ha permesso di attivare all’interno del Salento Fun Park corsi e attività ricreative in grado di soddisfare le esigenze di diverse fasce d’età. Rimanendo fedeli alla storia tracciata dal Laboratorio negli anni, abbiamo offerto ...
    Leggi tutto

  • L’Associazione di promozione sociale Street View, vincitrice del bando regionale “Mettici le mani”, con il progetto “Accademia della strada” presso il laboratorio urbano Salento Fun Park di Mesagne, entra nel vivo delle attività. A partire dal 6 ottobre tutti coloro ...
    Leggi tutto